Eboli: Nuova Condotta Idrica per la zona Madonna del Carmine

La Giunta Comunale ha approvato il progetto per la condotta idrica ed un nuovo serbatoio a Madonna del Carmine.

Impianto e condotta idrica per la zona di Madonna del Carmine che il Comune realizzerà nuovi di zecca ed incassando un sostanzioso contributo ai costi da parte dell’Asis.

Massimo Cariello-Matilde Saja

Massimo Cariello-Matilde Saja

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI- Un obiettivo centrato grazie alle intese istituzionali dell’Ente con la società di gestione idrica, che hanno portato la città a dotarsi di un impianto nuovo, a costi contenuti, rispondendo così alle esigenze dei residenti. Il preliminare del progetto di realizzazione, firmato da un progettista dell’Asis, l’ingegnere Vessa, è stato approvato dalla Giunta Comunale.

Con il voto favorevole si è aperto l’iter procedurale per la realizzazione della condotta idrica che collegherà il serbatoio di San Donato con il nuovo serbatoio di Madonna del Carmine, prevedendo anche un impianto di sollevamento. Dopo 50 anni si restituisce dignità a questa zona, attivando subito l’iter per il progetto definitivo ed esecutivo per andare poi al bando di gara. Se i tempi saranno rispettati, dopo la prossima estate si procederà alla realizzazione dell’opera. Il costo complessivo dell’opera si aggira intorno ai 600mila euro, ma l’Asis interverrà a coprire il 50% dei costi.

«Giorno dopo giorno diamo risposte ai nostri concittadini ha commentato il sindaco, Massimo Cariello -. A Madonna del Carmine i residenti attendevano da anni una risposta, oggi possono stare certi che l’Amministrazione è intervenuta. Gli ottimi rapporti che abbiamo sul territorio ci consentono di fare uscire Eboli dall’isolamento degli anni passati, garantendo risposte certe ai residenti». Proprio gli ottimi rapporti con l’Asis permetteranno a breve di sottoscrivere una convenzione tra Comune e società di gestione, secondo la quale l’Asis diventerà stazione appaltante di quest’opera già inserita nel piano triennale delle opere pubbliche.

«Siamo intervenuti nell’interesse dei residenti spiega l’assessore ai lavori pubblici, Matilde Saja -, come gli stessi ci chiedevano. L’Amministrazione comunale è stata sensibile al messaggio che arrivava da Madonna del Carmine, dove la mancanza di acqua potabile non solo rendeva difficile la quotidianità, ma inaspriva anche i rapporti tra i vicini. Abbiamo accorciato i tempi grazie al rapporto di collaborazione che ormai Eboli ha con le istituzioni del territorio e che garantirà tempi di progettazione e realizzazione rapidi ed un abbattimento dei costi per la comunità».

Eboli, 16 novembre 2017

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Spero vivamente che questo non riapra la corsa alla lottizzazione di quell’area che è già estremamente compromessa (devastata dal cemento)

  2. Tranquilli hanno solo approvato un preliminare,ne riparliamo QUANDO ??? iniziano i lavori.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2017 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente