Consiglio congiunto sui rifiuti: PD muto; Amministrazione sorda

Che c’è dietro? Scaricare Salerno dai rifiuti e preparare la campagna elettorale PD e di famiglia? Il consiglio congiunto con Battipaglia è un dovere“. 

Le opposizione MDP-LU, Forza Italia e Eboli 3.0, senza il PD; protestano per la non adesione dell’Amministrazione al Consiglio comunale congiunto della Piana del Sele suo rifiuti. Ma partecipare è contrariarsi il “Capo” e il “Partito della Filiera Istituzionale”.

Fido-Cardiello-Petrone-Conte-Di Candia

Fido-Cardiello-Petrone-Conte-Di Candia

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «Apprendiamo con rammarico ma senza sorpresa, che l’amministrazione targata Cariello e il Presidente del Consiglio comunale Vecchio non hanno la benchè minima intenzione di collaborare con gli altri comuni della Piana del Sele per porre significative risoluzioni alla delicata tematica legata ai rifiuti e al loro smaltimento. – si legge in una nota congiunta dei gruppi consiliari MDP Liberi e Uguali, Forza Italia e Eboli 3.0 a firma dei Consiglieri comunali Antonio Conte, Teresa Di Candia, Antonio Petrone, Damiano Cardiello, Santo Venerando Fido, con la quale mette sotto accusa l’Amministrazione e il Sindaco di Eboli Massimo Cariello per la manifesta reticenza a partecipare ad un Consiglio comunale congiunto di tutte le Città della Piana e della Valle del Sele a supporto di una “protesta” per la trasformazione dello STIR di Battipaglia in Sito di compostaggio e il potenziamento dell’impianto di compostaggio di Eboli per un totale complessivo di 125mila tonnellate annue di rifiuti trattati a fronte dei circa 10mila delle sole Città di Battipaglia e Eboli e di complessivi 35mila tonnellate annue dell’intera valle del Sele, trascurando vieppiù di protestare anche nei confronti del PD e dei suoi esponenti politici locali che sembrano aver perso voce e fiato su questo specifico problema, evidentemente, condividendone ogni scelta del Governatore Vincenzo De Luca e del suo vice Fulvio Bonavitacola -.

Cecilia Francese-no compostaggio Battipaglia

Cecilia Francese-no compostaggio Battipaglia

Il Sindaco di Battipaglia Cecilia Francese, – prosegue la nota delle opposizioni escluso il PD – per la verità, ha seguito tutto l’iter istituzionale e burocratica per addivenire ad una data concordata con gli altri Enti limitrofi (Albanella, Altavilla Silentina, Bellizzi, Campagna, Capaccio Paestum, Eboli, Montecorvino Pugliano, Olevano Sul Tusciano, Pontecagnano Faiano e Serre). Infatti, con la nota prot. n. 92323 del 29 dicembre 2017 è stato scrittoE’ intenzione di questa amministrazione comunale convocare un consiglio comunale congiunto avente ad oggetto “Problematica rifiuti nella Piana del Sele” da celebrarsi il 16 gennaio 2018. “Ma è evidente che la data prevista poteva essere suscettibile di modifiche attesa la disponibilità dei Comuni interessati alla problematica“.

Consiglio comunale Battipaglia-Antonio Conte

Consiglio comunale Battipaglia-Antonio Conte

Abbiamo richiesto – prosegue ancora la nota delle opposizioni senza il PD – un consiglio comunale congiunto con nota protocollata il 18 dicembre 2017 ma senza avere alcun riscontro, nonostante il nuovo regolamento comunale disciplini la convocazione richiesta e sottoscritta da 1/5 dei consiglieri comunali come da “convocarsi perentoriamente entro quattordici giorni dal deposito”.

Abbiamo atteso, invano, la convocazione della conferenza dei capigruppo che il Presidente del consiglio comunale, invece, stabilisce a proprio piacimento e senza consultazione alcuna. – aggiungono – Abbiamo letto la nota stampa odierna in cui si tenta, ancora una volta, di deviare l’informazione descrivendo la richiesta fatta dal Sindaco di Battipaglia come la convocazione di un consiglio comunale “monotematico” ma non “congiunto”.

Siamo letteralmente allibiti dal modus operandi messo in atto da un Presidente del Consiglio comunale – aggiungono ancora i gruppi consiliari MDP, FI e Eboli3.0arrogante, oltre che autoritario, ed una maggioranza comunale che politicamente non va oltre le luminarie natalizie. Ancora una volta Eboli si isola da un contesto istituzionale e amministrativo che, invece, doveva essere oggetto della più ampia partecipazione politica.

Fulvio Bonavitacola-Vincenzo De Luca

Fulvio Bonavitacola-Vincenzo De Luca

Probabilmente il genuflettersi nei confronti di De Luca non permette spazi di manovra nei confronti della cittadinanza, della tutela dell’ambiente e della salute pubblica. – conclude la nota a firma dei consiglieri comunali Antonio Conte, Teresa Di Candia, Antonio Petrone, Damiano Cardiello, Santo Venerando Fido rispettivamente dei gruppi: MDP-Liberi Uguali; Forza Italia; Eboli 3.0; che boccia senza appello il comportamento della maggioranza ma nel contempo riconfermando il loro rinnovato impegno a discutere con gli altri comuni del futuro trattamento dei rifiuti nell’intero comparto della Valle del Sele – Noi parteciperemo attivamente a tutte le iniziative in programma, a partire dal banchetto informativo voluto dal comitato “Eboli dice NO” che si terrà domenica 14 gennaio in Piazza della Repubblica ad Eboli e al consiglio comunale congiunto che si terrà il giorno 16 gennaio a Battipaglia (SA).

Massimo Cariello-Vincenzo De Luca

Massimo Cariello-Vincenzo De Luca

”Se la Maggioranza che sostiene l’Amministrazione Cariello è “sorda” ad ogni richiamo politico su questa specifica questione, il Partito Democratico di Eboli, di Battipaglia e quello provinciale e regionale, sebbene non si fa mai scappare l’occasione per fare un’interrogazione per sapere e in diverse circostanze anche per proporre soluzioni alternative, sulla questione dei rifiuti e quella specifica dello STIR e del Sito di compostaggio è “muto”.

Una occasione perduta per l’Amministrazione Cariello per manifestare una difesa della territorialità e partecipare, contribuendo nelle proposte che si sono avanzate e che possono nel contempo contemplare un servizio corretto e misurato alle esigenze e salvaguardare l’ambiente e i propri cittadini. Una occasione perduta per il PD locale che si questa vicenda poteva riscattarsi manifestando liberamente il suo pensiero anziché soccombere ad una “sudditanza” di principio.

Franco Alfieri-Vincenzo De Luca

Franco Alfieri-Vincenzo De Luca

Purtroppo se da una parte è una occasione perduta, dall’altra è l’affermazione senza se e senza ma di  una “sorda” e una “cieca” “obbedienza” a quel “Partito della Filiera Istituzionale“, che altri non è la “quinta colonna” delle forze raccolte in campo dal suo capo De Luca che ha come il suo principale leader il potentissimo consigliere per l’Agricoltura Franco Alfieri., organizzazione collaterale al PD provinciale che ad Eboli pare abbia anche un suo assessore molto legato per colleganza di lavoro al leader locale del PD Luca Sgroia, Presidente dello Scro, l’Ente che gestisce l’Azienda sperimentale Improsta di Eboli. Questo PD, riesce sempre a dare il giusto rilievo alle cose e riesce a cavalcare tutte le “some” e poco importa se magari si perde di eleganza nelle “corse”  nell’attesa di poter migliorare e magari utilizzare una “giumenta” o magari utilizzare il somaro per guidare un cavallo: sarebbe la prima volta.

Piero-e-Vincenzo-De-Luca

Piero-e-Vincenzo-De-Luca

Questa storia però si intreccia con un’altra storia politica furba, arrogante e al tempo stesso, quella di “proteggere” il territorio della Città di Salerno da qualsiasi cosa abbia a che fare con l’immondizia, avendo chiuso il sito di compostaggio per scelta, come per scelta anziché finanziarne il suo ammodernamento e la sua riapertura, si finanzia quello di Battipaglia, e ogni tentativo che in questa fase dovesse ricondurre al Sito di Ostaglio rappresenterebbe un impedimento per raccattare il bottino elettorale utile al PD, al Partito della Filiera Istituzionale e alla trionfale elezione di Piero De Luca(il figlio del padre). Poiché questo programma anche se non è stato scritto è stato “familisticamente” assorbito, lo schierarsi contro o a favore significa appartenere oppure no. Noi diciamo NO e fino alla conclusione della campagna elettorale lo ricorderemo ai lettori.

Eboli, 11 gennaio 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2018 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente