Eboli: “Giornata Internazionale della Memoria e dell’Accoglienza”

3 ottobre, ore 10.00, Auditorium San Bartolomeo si celebra “La Giornata Internazionale della Memoria e dell’Accoglienza” 

Un momento civico che sarà celebrato ad Eboli, attraverso mostre, dibattiti, proiezioni e riflessione, con la partecipazione di scuole ed associazioni, dedicato ai temi dell’accoglienza e della memoria. La kermesse aprirà con mostra “Belgrade I’m a person too” e la proiezione del video (non) persone”, di Giulia Monaco.

Giornata Internazionale dell'intercultura Eboli

Giornata Internazionale dell’intercultura Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Si celebrerà mercoledì 3 ottobre con inizio alle 10.00, nell’Auditorium di San Bartolomeo, la “Giornata Internazionale della Memoria e dell’Accoglienza”.

L’appuntamento è fissato per le ore 10, quando la giornata si aprirà con l’inaugurazione della mostra “Belgrade I’m a person too” e proiezione del video (non) persone”, di Giulia Monaco. Subito dopo, alle 11, incontro – seminario con la partecipazione degli istituti scolastici sul tema “Il confine crea lo straniero: accoglienza e integrazione, i fondamenti dell’Europa”.

non persone-docufilm

non persone-docufilm

Saranno presenti e porteranno il loro saluto don Alfonso Raimo, parroco di San Bartolomeo; Massimo Cariello, sindaco di Eboli; Pierluigi Merola, presidente II commissione permanente Sicurezza; Vincenzo Marchesano, presidente IV commissione permanente Politiche Sociali.

Interverranno Maria Luisa Albano, fondatrice dell’Associazione “Mediterranea Civitas”Fatiha Chakir, vicepresidente della consulta provinciale per gli immigrati di Salerno; don Vincenzo Federico, responsabile della Caritas diocesana. Introduce e modera Carmine Busillo, assessore alle Politiche Sociali. Consegna alle Associazioni delle pettorine catarifrangenti ad alta visibilità a cura di Pubblipoint.

Eboli, 1 ottobre 2018

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. la rotta balcanica riguarda i siriani che sono dei veri profughi, il rischio sono gli africani, in troppi casi predoni in cerca di fortuna.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2018 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente