Comunicati stampa del 22 novembre 2010

Comunicati stampa del 22 novembre 2010

BATTIPAGLIA
Futuro e Libertà per l’Italia
:
- Successo di adesioni (432) al manifesto di Fini.
Etica per il Buon Governo
:
- I litigi della maggioranza ed il rischio di commissariamento sul SIAD.

EBOLI
Nuovo PSI:
- Ora basta: No ai tagli dei Corsi universitari.
ASSUDD- Ass. Culturale
- Rassegna musicale “Suoni dal Teatrino” con gli Amor Fou .

OLEVANO SUL TUSCIANO
Comune di Olevano:
- Rimodulazione dei Mutui.

…………………………  …  …………………………..

FUTURO e LIBERTA’ per l’ITALIA
Coordinamento di Battipaglia

COMUNICATO STAMPA

Futuro e libertà presentazione Simbolo

Oggetto: Successo di adesioni (432) al manifesto di Fini.

BATTIPAGLIA – 432 cittadini di Battipaglia sabato e domenica scorsi, hanno aderito al manifesto per l’Italia, presentato da Gianfranco Fini a Bastia Umbra lo scorso 6 Novembre.

Futuro e Libertà, va radicandosi, come del resto in Italia, anche nella cittadina capofila della Piana del Sele. FLI offre una risposta alle tante domande che Berlusconi e il berlusconismo non hanno  saputo dare.

Soprattutto in Campania dove esiste “una guerra per bande”, soprattutto in Provincia di Salerno dove oltre al PdL esiste il “parapartito” del Presidente della Provincia, “Principe in pectore di un fantomatico quanto antistorico  principato”; soprattutto a Battipaglia dove il partito che appena un anno fa  si affermò con la  maggioranza relativa in Consiglio Comunale, oggi va dissolvendosi in una serie di gruppuscoli e correnti di scarsa consistenza.

Assistiamo ad una sorta di diaspora.  Il berlusconismo è morto perché gli italiani  e i battipagliesi sono stanchi di speranze mal riposte, perché sono stanchi di credere in un salvatore della patria che dà la concreta impressione di voler salvare solo se stesso, di voler salvaguardare solo il suo sistema di potere. Perché gli italiani e i battipagliesi sono stanchi di una politica che riesce a succhiare linfa vitale solo dalla parte peggiore del paese, (si legge Cosentino) che riesce a esaltarne gli istinti peggiori. Perché sono stanchi di una politica che urla senza pensare, che scommette sull’individualismo menefreghista, sull’edonismo, sull’apparenza invece che sull’essenza.

Come Futuro e Libertà non ci resta che continuare il lavoro che abbiamo cominciato da Ottobre e consolidare con atti concreti la nostra prossimità ai cittadini battipagliesi. Consapevoli che solo una politica che parte dalla base è destinata a durare nel tempo e a dare risultati per l’intera comunità. La stagione del Pdl è definitivamente morta. Ora bisogna  solo metabolizzare il lutto.

Coordinamento FLI Battipaglia
Battipaglia 22 novembre 2010

………………………………….  …  ………………………………….

ETICA per il BUON GOVERNO
Coordinamento Cittadino

COMUNICATO STAMPA

Oggetto: I litigi della maggioranza ed il rischio di commissariamento sul SIAD.

BATTIPAGLIA – Grazie ai litigi della maggioranza multicolore di Santomauro, il Comune di Battipaglia rischia di vedersi commissariato sulla predisposizione del SIAD.

Cecilia Francese

QUESTO SI EVINCE DA EVENTI POLITICI E AMMINISTRATIVI E DOPO CHE UNA MAGGIORANZA LITIGIOSA ED IMPROVVISATA HA DETERMINATO IL RITIRO DELLA PROPOSTA DI DELIBERA DAL CONSIGLIO COMUNALE DEL 18/NOVEMBRE SCORSO.

I fatti: Il 18 novembre scorso, il Consiglio Comunale, in tutta fretta (come è tipico di questo sindaco) ed in via d’urgenza (così da dare ai consiglieri comunali meno tempo per leggere i documenti) viene convocato per approvare il SIAD, uno strumento di governo del territorio fondamentale, che disciplina la possibilità e la ubicazione di medie e grandi strutture di vendita nel nostro territorio.

CHE LA PROPOSTA DELLA MAGGIORANZA RASENTASSE L’OSCENITA’, è un elemento di contorno: TENIAMO FUORI LA ZONA ASI,PERO’ CONSENTIAMO  INSEDIAMENTI IN ZONA AGRICOLA (tanto per sottrarre un po di suolo alla principale attivita’ produttiva della Piana: L’AGRICOLTURA), e IN ZONA TURISTICA, (giusto per sottrarre un po di spazio ad alberghi,villaggi turistici, campeggi, parchi acquatici od altro finalizzato al turismo). Etica, in forza del suo ruolo, ha presentato deii propri emendamenti alla proposta di delibera, tendenti a modificare il piano e soprattutto a renderlo compatibile con le leggi nazionali.

MA IN CONSIGLIO COMUNALE AVVIENE DI TUTTO.

UNA MAGGIORANZA IN PREDA AL PANICO TOTALE, PRESENTA 3 EMENDAMENTI CHE SCONVOLGONO LA PROPOSTA CHE LA MAGGIORANZA STESSA AVEVA PRESENTATO, e senza alcuna discussione in aula (SIAMO ALL’ARTE DEI PAZZI: una maggioranza per mesi discute su un argomento così importante per la città,poi arriva con una proposta in Consiglio Comunale,che essa stessa propone di modificare radicalmente! SIAMO AI TITOLI DI CODA DI QUESTA VICENDA AMMINISTRATIVA), il sindaco non sapendo più che pesci prendere,dopo essere stato quello che ha sollecitato il Presidente del Consiglio a convocare quanto prima il consiglio per discutere del SIAD, (anche con documentaziuone non completa.), decide di ritirare l’argomento per consentire ALLE VARIE ASSOCIAZIONI DI PRENUNCIARSI SUGLI EMENDAMENTI STESSI EMETTENDO IL RELATIVO PARERE.

Appare evidente che il ritiro del piano ha come unico scopo quello di evitare la lacerazione della maggioranza multicolore.

SULLA STAMPA (Il mattino del 20/novembre) vengono ricostruite che hanno portato al rinvio della discussione, nonostante il sindaco avesse invitato con insistenza  il Presidente a convocare il consiglio,chegiustamente si lamentava per l’incompletezza della documentazione relativa .

E mentre continuano queste tarantelle,  INCOMBE L’INCUBO DEL COMMISSARIAMENTO.

IL COMUNE DI BATTIPAGLIA E’ STATO GIA’ DIFFIDATO DALLA REGIONE CAMPANIA (SETTORE REGOLAZIONE DEI MERCATI) CON COMUNICAZIONE DEL 7/10/2009,CUI HA FATTO SEGUITO LA NOTA DEL 5/8/2010 CON LA QUALE SI INFORMAVA DELL’AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI NOMINA DEL COMMISSARIO AD ACTA. Tale procedimento  VENIVA SOSPESo SOLO PERCHE’ IL COMUNE DI BATTIPAGLIA,SEMPRE IL 5/8/2010 AVEVA ASSICURATO CHE IL SIAD ERA ORMAI IN APPROVAZIONE E CHE PER IL 31/OTTOBRE TUTTO SAREBBE STATO COMPLETATO.SIAMO AL 22/NOVEMBRE ED IL COMUNE ANCORA DEVE DOTARSI DI QUEsto fondamentale strumento.

In altri termini ,grazie ai soliti litigi sulla spartenza, e al caos amministrativo, il consiglio comunale e per esso  la città, corre il rischio di essere espropriato di una delle sue funzioni più importanti: IL GOVERNO DEL TERRITORIO, IL SUO DISEGNO, IL SUO SVILUPPO.

Il rischio è che venga un burocrate, chissà da dove,che non conosce il nostro territorio, le sue vocazioni, le sue aspettative e decida lui dove insediare grandi strutture di vendita (ipermercati, città mercato ecc.) con la possibilità di condizionare, definitivamente, lo sviluppo della città futura che i battipagliesi vorrebbero auto-disegnarsi.
ANCHE DI QUESTO VOGLIAMO RINGRAZIARE SANTOMAURO E LA SUA MULTICOLORE MAGGIORANZA.

Etica per il Buon Governo
Battipaglia 22 novembre 2010

………………………………….  …  …………………………………….

NUOVO PSI
Ufficio Stampa
Consigliere Provinciale Massimo Cariello

COMUNICATO STAMPA

Oggetto: Ora basta: No ai tagli dei Corsi universitari

Massimo cariello

EBOLI – Un appello chiaro e forte, quello che lancio in qualità di Consigliere Provinciale ai livelli politici ed istituzionali in merito alla vicenda sanitaria locale. La politica dei tagli continua indiscriminata e, per certi versi, improvvisata. Riduzioni e chiusure che cadono a casaccio e denotano l’assenza di una reale e mirata politica di intervento di razionalizzazione della spesa sanitaria.

Mi riferisco all’ultimo atto promulgato dal commissario De Simone con il quale si impone il taglio (e la chiusura) delle sedi decentrate che ospitano i corsi di laurea per professioni sanitarie istituiti presso l’Asl di Salerno.

Tra quelle sedi c’è anche Eboli, punto di riferimento e realtà di prestigio a livello regionale. Ora, è indubbia la necessità che le nostre strutture hanno non solo di sopravvivere, ma di essere messe in condizione di garantire un servizio efficiente, all’altezza delle aspettative dei cittadini (e rispondenti alle tasse da loro versate) e capaci di concorrere sul mercato nazionale, pubblico e privato che sia.

In tale prospettiva la chiusura di un punto d’eccellenza provinciale vorrebbe dire privare il sistema della saua base, di quella forza lavoro specializzata che è il trampolino di lancio per il salto di qualità.

Per questo sollecito De Simone e lancio un appello in prima persona al presidente della Regione Stefano Caldoro, affinchè si ritiri il provvedimento commissariale e si inizi ad indirizzare i pur dovuti tagli al settori verso ambiti ancora non considerati e che, di fatto, hanno fatto registrare realmente spreco di danaro pubblico.

Inoltre invito la politica e le istituzioni locali, quelle ebolitane a partire dal sindaco (la cui voce in merito non ci è ancora giunta), a prendere una posizione netta e contraria a quanto varato dal regime commissariale. Lo sviluppo e la crescita di un servizio, quale quello sanitario, passano inevitabilmente per la garanzia non solo di strutture, ma soprattutto di professionalità.

Eboli, 22 novembre 2010

Nuovo Psi Eboli

Massimo Cariello
Consigliere Provincia di Salerno

………………………….  …  …………………………..

ASSOCIAZIONE CULTURALE ASSUDD

COMUNICATO STAMPA

Amour Fou

Oggetto: Rassegna musicale “Suoni dal Teatrino” con gli Amor Fou.

EBOLI – L’associazione culturale ASSUDD in collaborazione con Macrostudio booking, promotion, events per il secondo appuntamento della rassegna musicale “Suoni dal teatrino” vede gli Amor Fou in concerto presso il teatrino comunale Salita Ripa di Eboli. La rassegna, patrocinata dall’Assessorato alla Cultura della città di Eboli ed inaugurata con il successo del trio italo-americano Kelwait and the spokes, il 25 novembre avrà come protagonisti gli Amor Fou (ingresso 5euro).

Il gruppo milanese, dopo essersi presentato con diverse formazioni, è ora composto dal cantante e chitarrista Alessandro Raina, Laziero Rescigno alla batteria, Giuliano Dottori alle chitarre e Paolo Perego al basso. Il disco d’esordio “La stagione del cannibale” esce per Homesleep music ( la stessa label  dei Giardini di Mirò) e ripercorre la vicenda personale di una coppia di ex amanti separatisi il giorno della strage di Piazza Fontana, lungo un percorso che attraversa 40anni di cronaca italiana, fra pop, rock e canzone impegnata. Il risultato è un album acclamato dalla critica che lo colloca fra le migliori espressioni del cantautorato italiano.

Nel giugno 2009 esce Filemone e Bauci, un EP autoprodotto di tre tracce che segna un notevole  cambiamento nelle sonorità e nelle tonalità del gruppo.  L’EP contiene riferimenti alla canzone d’autore (Battisti e Fossati) alle colonne sonore cinematografiche (Barry, Piccioni, Morricone) e una cover de L’ultima occasione resa celebre da Mina. A maggio 2010,anticipato e raccontato in un report per Rockit, esce per EMI il secondo album degli Amor fou, I Moralisti. Raina è autore di gran parte dei brani del disco immediatamente celebrato dalla critica e dai principali quotidiani nazionali, con inteventi entusiastici di firme musicali storiche come Marinella Menegoni e Gino Castaldo che collocano l’album fra i lavori più importanti  pubblicati in Italia negli ultimi anni.

A ottobre 2010, I Moralisti è fra i 5 dischi finalisti al premio Tenco nella categoria album dell’anno. Il premio verrà assegnato in seguito a Carmen Consoli, ma gli Amor Fou di piazzano al terzo posto davanti a nomi di prestigio quali Baustelle e Samuele Bersani. Il gruppo viene invitato ad esibirsi l’11 novembre al teatro Ariston in occasione della cerimonia di premiazione.

Eboli 22 Novembre 2010

………………………………..  …  ……………………………….

COMUNE DI OLEVANO SUL TUSCIANO
- PROVINCIA DI SALERNO -
Ufficio Stampa
0828-621601 – info@olevanosultusciano.net

COMUNICATO STAMPA

Oggetto: Rimodulazione dei mutui: il Comune risparmierà 100.000 euro all’anno

Entro il 26 novembre prossimo, i Comuni dovranno rimodulare i mutui in essere, superiori ai 5.000 euro e con scadenza oltre il 31 dicembre 2013.

Eugenio Gagliardino

OLEVANO Sul TUSCIANO – L’Amministrazione Comunale di Olevano sul Tusciano, quindi, con delibera di consiglio comunale ha deciso di mettersi in regola con la normativa vigente. Un provvedimento, questo, predisposto dall’Assessore alle Finanze Eugenio Gagliardino e varato dal Consiglio Comunale nella seduta di Venerdì 19 Novembre. La delibera in oggetto è stata approvata con dodici voti a favore, mentre si sono astenuti i membri del gruppo Olevano Libera (Poppiti, Campione e Salvatore). Questo atto, lungimirante dal punto di vista finanziario, permetterà un sostanzioso risparmio. Le casse del Comune di Olevano sul Tusciano infatti, dal 1 Gennaio 2011 fino al 31 Dicembre 2030 godranno di un risparmio di circa centomila euro, per l’abbattimento delle rate di mutuo.

L’Amministrazione continua a muoversi come promesso, lavorando sodo per ottimizzare tutte le risorse possibili – ha dichiarato l’Assessore Gagliardino –.  In questo momento particolare, con i trasferimenti verso gli enti periferici che si assottigliano sempre di più, dobbiamo fare di necessità virtù, avvalendoci delle opportunità che ci offre la finanza: riducendo i tassi di interesse e allungando la durata dei mutui, si riduce l’importo complessivo delle rate di ammortamento, liberando risorse per l’Ente.- conclude il vice-sindaco- Ora dovrà essere compito dell’Amministrazione, investire queste risorse in quei settori strategici volti a migliorare la vivibilità di una comunità. Ringrazio tutti i consiglieri comunali che hanno favorito l’approvazione di questo provvedimento, dimostrando un alto senso di responsabilità verso le istituzioni e soprattutto verso le generazioni future.”

Olevano sul Tusciano, 22 novembre 2010.

…………………………  …  …………………………….

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2014 All Rights Reserved

2009-2013 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente