Eco/Music Festival di Agropoli: L’effervescenza naturale della musica

Eco/Music Festival, 20 e 21 luglio 2012, ore 21,00, Agropoli, Parco Nazionale del Cilento, piazzale stadio R. Guariglia, ingresso gratuito. Sabato 14/7/2012, ore 10,00, conferenza stampa di presentazione.

Organizzato dall’Associazione Culturale Panico Art, il Festival propone: concerti con il meglio dei vari generi della musica italiana, dalla indie italiana, all’elettronica, dal rap fino al sound spigoloso punk/new-wave; esposizioni artistiche collettive dedicate all’ambiente.

-

AGROPOLI – Il 20 e 21 luglio Agropoli diventerà effervescente naturale con la seconda edizione dell’ECO/MUSIC Festival, manifestazione multidisciplinare che all’arte e alla cultura unisce una sana voglia di preservare l’ambiente (ricordiamo che siamo all’interno del Parco nazionale del Cilento) organizzata dall’Associazione Culturale Panico Art. Un Festival insolito con concerti e un’esposizione artistica collettiva dedicata all’Educazione Ambientale e alla sensibilizzazione verso tematiche legate all’Ecologia, quali principalmente l’eco-sostenibilità, il ciclo dei rifiuti e il rispetto per gli ecosistemi.

L’evento sarà presentato alla stampa nella Conferenza che si terrà Sabato 14 luglio, alle ore 10,00 al Castello Medievale di Agropoli, nel corso della quale il Sindaco di Agropoli, Franco Alfieri porterà i saluti, mentre Vincenzo Autuori Presidente dell’Associazione Culturale Panico Art, illustrerà i percorsi della manifestazione. Interverranno alla Conferenza stampa anche: Adamo Coppola, Vice Sindaco di Agropoli; Domenico Cerruti, Presidente CC Energy s.p.a.; Alessandro Montone, General Manager Ithre s.r.l.; Vincenzo Pepe, Associazione Culturale Parvares.

L’esposizione sarà composta da opere di numerosi artisti locali, è curata da Vincenzo Pepe (Ass. Parvares) ed ha come tema “Il riuso creativo”. All’interno dell’esposizione saranno presentate anche le sei foto vincitrici del contest fotografico DIVERSO/USO, dove i partecipanti sono stati invitati a immortalare in uno scatto “un modo di riusare un oggetto che ha perso la sua utilità principale o che semplicemente si è rotto”.

Gli artisti

Vincenzo Passannante
Monica Gigli (Ass. Melting pot)
Celisti Bucci de Santis (Ass. Melting Pot)
Lucio Mari
Cristian Adami
Vincenzo Pepe
Sonia Ruggiero
Nunzia Meucci
Moira Apone (Ass. Panico Art)
Lufer (da Parma)

Il cast musicale invece è stato pescato nel meglio del meglio della musica indie italiana con 8 band che calcheranno il palco dell’ECO/MUSIC Festival, dall’elettronica dei Drink To Me al sound spigoloso punk/new-wave dei Management Del Dolore Post-Operatorio fino al rap di Rocco Hunt, e ancora, Il Cielo Di Bagdad, Sadside Project, The Gentlemen’s Agreement, Maybe I’m e Radio In Technicolor.

Ad aprire la due giorni musicale ci sarà l’esibizione delle due migliori band che hanno suonato nelle tappe di selezione dell’ECO/MUSIC Festival che si sono tenute in giro per la provincia di Salerno, gli Hot Fetish Divas da Eboli (SA) e i JFK & La Sua Bella Bionda da Napoli.

Gli spettatori avranno modo, durante le due serate, di essere partecipi attivamente del festival potendo esprimere le proprie preferenze sulle band sul palco.

L’ECO/MUSIC Festival si svolgerà il 20 e 21 luglio ad Agropoli, nel Parco Nazionale del Cilento, nel piazzale dello stadio Raffaele Guariglia, con ingresso gratuito e inizio dei concerti alle ore 21:00.

E ancora: artisti di strada, esperienze di green life, stand gastronomici, internet gratuito e… ECO/ENIGMISTICA

Durante le serate verrà infatti distribuito gratuitamente e in esclusiva per il festival il volume ECO/ENIGMISTICA, disegnato da Sara Apone, con protagonisti gli ormai caratteristici personaggi dell’ECO/MUSIC Festival che compaiono ne “Le Storie di Pierpolpo”.

Dopo il successo delle cartoline su carta riciclata della prima edizione, dove si trattava con sarcasmo il tema dei rifiuti speciali nei mari, questa volta l’associazione Panico Art, ancora una volta grazie alla matita di Sara Apone, cerca di sensibilizzare il proprio pubblico sul rispetto per la natura e soprattutto sull’importanza della raccolta differenziata.

E lo fa, come al solito, in maniera ludica, questa volta con giochi enigmistici e divertenti vignette.

Durante la rassegna numerosi gli stand informativi su varie tematiche legate all’ecologia, dallo stand sull’eco/sostenibilità di Ithre s.r.l. a quello sulla salvaguardia degli animali dell’associazione Vegani.

Nuova tematica all’interno del Festival quest’anno è la democrazia nell’era digitale. A questo proposito, per tutta l’area festival, sarà possibile collegarsi a internet gratuitamente grazie a Convergenze s.p.a.; inoltre sarò presente uno stand di approfondimento sul concetto dell’open source nell’informatica.

Molto interessante anche l’iniziativa “Carpooling”, promossa dall’organizzazione del Festival: tramite un evento su Facebook (https://www.facebook.com/events/125233434283007/) si invita il pubblico a organizzarsi con altre persone per condividere la propria auto e dividersi così anche il costo del carburante.

Il termine inglese carpooling, traducibile in italiano come auto di gruppo o concarreggio, indica una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi del trasporto. È uno degli ambiti di intervento della mobilità sostenibile.

ECO/MUSIC Festival, il festival effervescente naturale, è organizzato dall’Associazione Culturale Panico Art di Agropoli (Sa).

Il festival è patrocinato dalla Provincia di Salerno, dalla Città di Agropoli, dal Comune di Capaccio, dal Comune di Fisciano, dal Comune di Eboli, dal Comune di Vallo della Lucania e dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

………………………………………..  …  ………………………………………..

LE BAND

20 Luglio

DRINK TO ME
I “Future Days” sono qui. Prodotti da una delle etichette indie più importanti d’Italia, la Unhip Records (The Zen Circus, Massimo Volume, Le Luci Della Centrale Elettrica), i Drink To Me sono attualmente la band più fica e geniale che c’è in circolo nello stivale. Pochi cazzi. Elettronica (suonata dal vivo, provare per credere), ritmi danzerecci su cui muovere il culo, muri sonori spaventosi, sperimentazione e piglio pop che ti si ficca in testa. “Listen to these amazing tunes”.

ROCCO HUNT
Uagliu’, ccà “”Nun C’ Sta Paragon’””: Rocco Hunt è la nuova promessa del rap italiano. 17 anni di flow toglifiato e collaborazioni con artisti già affermati della scena quali Clementino e ‘Ntò (ex Co’Sang). Per dire “io c’ero”, quando prenderà di forza i primi posti delle chart nel futuro prossimo.

IL CIELO DI BAGDAD
É indie? È post-rock? Di sicuro il “cielo di Bagdad” non è stato mai così poetico durante i bombardamenti delle due guerre del golfo. Atmosfere sognanti, intime e psichedeliche, malinconiche, che ti avvolgono e ti abbracciano dall’interno del tuo stesso essere.

21 Luglio

MANAGEMENT DEL DOLORE POST OPERATORIO
“Anche tu, Bukowski, dimmi la verità, di quella birra non ne hai bevuta la metà!”: si sono catapultati violentemente sul panorama musicale italiano con la loro sfrontatezza a pigliare per culo un po’ tutti, compresi personaggi “intoccabili” come Rimbaud, Baudelaire e Bukowski, con i loro giri di basso violenti e lancinanti e la loro carica energetica che dal vivo si trasforma in un concentrato di punk/new-wave degli anni 2010. Pronti a perdere litri e litri di sudore?

SADSIDE PROJECT
Sono in due, sono di Roma, fanno garage blues rock e sono stati in tour con Roberta Sammarelli, la bassista dei Verdena. Una band a metà fra il sound rude del blues e quello più delicato delle “Fairy tales”, delle fiabe che i Sadside Project sono pronti a raccontarci dal vivo.

THE GENTLEMEN’S AGREEMENT
Avete mai sentito parlare di “Speed Country”? No? E allora i The Gentleman’s Agreement fanno al caso vostro, nel caso vogliate approfondire le vostre conoscenze in merito: punk, folk, chitarre acustiche, mandolini, trombe, contrabbassi, “Glockenspiel della GNORA,e tutta un’allegra cianfrusaglia sonora”. C’è bisogno di aggiungere altro?

MAYBE I’M
Una di quelle band storiche del Cilento, i Maybe I’m, che si muovono fra blues, bluegrass e psichedelia. Sono pronti a suonare dal vivo a pochi passi da casa loro, fra strumenti classici e meno classici.

RADIO IN TECHNICOLOR
I CCCP che incontrano Battiato, la new-wave che incontra la psichedelia, le chitarre che incontrano i synth: i vincitori della scorsa edizione dell’ECO/MUSIC, dopo aver pubblicato il primo EP ufficiale, “Seliano”, con la tedesca Antstreet, tornano sul palco della manifestazione agropolese.

………………………………………..  …  ………………………………………..

Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina ufficiale del festival: www.ecomusicfest.it

Link utili:
Evento Facebook
: http://www.facebook.com/events/401096136599114/
Panico Art: http://www.facebook.com/Pa.Ni.Co.Art
Fan Page del Festival: www.facebook.com/ecomusicfest
Youtube: http://www.youtube.com/playlist?list=PLF52BA305836C1787

Agropoli, 9 luglio 2012

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Ho sentito in giro dell’iniziativa della Sugar insieme a Messaggerie Musicali, per consentire a tutti gli appassionati di musica, di vincere premi esclusivi e incontrare in diretta su Google+ https://plus.google.com/u/0/105958964867148531580/posts alcuni dei principali artisti Sugar da cui ricevere utili consigli, rivolgere domande e avere risposte in tempo reale. Bisogna solo mandare la vostra cover e iscriversi a http://messaggeriemusicali.sugarmusic.com/it/home-page

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2014 All Rights Reserved

2009-2013 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente