Eboli: riesplode l’amore per Massimo Cariello

Sembrano davvero  molti quelli della maggioranza che sotto banco si stanno abbandonando nelle braccia del consigliere provinciale, sicuri di una sua presa.

3 assessori vanno via. Balletto di nomi tra chi entra e chi esce. Uno scacchiere delicato su cui si muovono personaggi accordi e interessi personali.  Il banco di prova saranno i prossimi consigli comunali.

Massimo Cariello

di Gerardo Sorgente

EBOLIPdl, Lega, Berlusconi e berlusconismo, fanno scuola, anche ad Eboli, il perché lo vedremo alla fine.  Oramai il quadro è quasi completo da voci di palazzo pare che il Sindaco Melchionda ha trovato i dovuti accordi, ovviamente ogni decisone ha un suo peso politico e questo valzer iniziato dall’Udc ha portato i suoi frutti. La Giunta comunale con il dovuto rispetto istituzionale, in questo periodo potrebbe essere paragonata alla nazionale italiana di calcio: buoni propositi, ottima forma fisica,  tante sostituzioni e schemi pronti, salvo poi sbriciolarsi, il tutto, alla luce del sole. Saltano gli schemi,  i nervi a fior di pelle hanno la meglio, in via Matteo Ripa. Da giorni  si vocifera che i giochi sono fatti e che sono stati sostituiti, ben  tre assessori, i nomi sono quelli che tutti conoscono, dove molti, hanno anche pregato che uscissero presto dalla Giunta. Un atto dovuto per accontentare chi, l’Udc? o meglio una parte di loro? che ogni giorno  pressava sempre di più.

Infatti ogni dì un discorso, ogni dì un promemoria, ma mai una risposta, ed ecco che poi quando hanno visto che i mulini a vento non si potevano fermare, hanno deciso di far sentire il loro peso politico e i risultati sono stati sotto gli occhi di tutti, tolto Massimiliano Atrigna, i restanti, hanno fermato la lancetta delle richieste all’assessorato, per la serie o ci date quello che vogliamo oppure andiamo tutti a casa? prendere o lasciare? sindaco che fai?  Pd, che dici, ti piace la nostra proposta?

Il si, forse avrà avuto il sapore della cicuta ma intanto è scesa giù e gli effetti non tarderanno a venire. L’opposizione, intanto si è presentata come una vera corazzata, allineati e coperti con Cariello a fare la punta di diamante, hanno lanciato i loro dardi, anch’essi avvelenati nella speranza di affondare il gigante claudicante, niente di fatto, ma ci sono andati vicino almeno con le parole. Oramai il “dimettiti” sembra essere diventato il motivetto della politica ebolitana, non si capisce più se l’opposizione, la Destra,  lo consiglia o lo chiede. Parati uno accanto all’altro hanno fatto sfoggio  di una delle loro armi peggiori: la persuasione, mettendo da parte il raziocinio sono volate paroloni senza confini, paragonabile ad un’altra conferenza stampa, quella di Eburum- Eboli.

La notizia sensazionale, che da giorni fa il giro dei corridoi è quella  che vede la punta dell’opposizione, l’onnipresente Massimo Cariello, accarezzato da chi è rimasto folgorato dal suo fascino politico che tradotto significa: alcuni membri della maggioranza,  che in un futuro non troppo lontano si rivolteranno contro Martino Melchionda. A sentirle certe cose sembra di leggere un libro di Isac Asimov, ma diversamente dalla fantascienza questa è la politica di casa nostra.  Il dubbio è chi sono questi consiglieri o assessori che annusando l’odore della disfatta cercano prontamente di rigenerarsi con il buon Cariello?

Di nomi ce ne sono tanti, basta vedere le vecchie liste elettorali e gli schieramenti scorsi, ciò forse non avrebbe senso in teoria, ma in pratica ne ha tanto. Si è creato un vero e proprio via vai di politici,  qualcuno va a consiglio altri a dir a fare ammenda. La situazione potrebbe essere definita come il più grande esodo politico della storia della città. Le voci di corridoio vogliono che a tirar per prima Cariello per la giacca siano alcune teste calde del PD e a cascata i restanti. Le richieste sempre le stesse reiterate all’infinito: Multiservizi e Eboli Patrimonio e tanto altro ancora, ma chi è senza peccato scagli la prima pietra. Questi strani personaggi, questi “Mister X”  stanno confondendo  il tutto ingarbugliano una matassa già logora dai tanti nodi e increspature, pensando che il destino della city sia una raccolta a premi: comunque la crisi è davvero grossa, anche se il bilancio dovesse passare, altri colpi di scena arriverebbero.

New entry in consiglio comunale, ex assessori in maglia rosa e volta gabbana a volontà, questa è solo una parte che il grande show della politica consegnerà ai cittadini nei prossimi mesi. Uno scacchiere delicato su cui si muovono personaggi accordi e interessi personali.  Il banco di prova saranno i prossimi consigli comunali, ma intanto sarebbe bello capire se sarà più veloce la maggioranza a ricompattarsi o l’opposizione a mandarli a casa. Chi avrà fatto più riunioni il Sindaco Melchionda o il consigliere pluridecorato, onnipresente, anche in modalità ubiquitaria Massimo Cariello?

Eboli, 20 luglio 2012

29 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. UN AMORE TRA GLI ELETTI NON TRA GLI ELETTORI,INFATTI,I RIFONDAROLI CHE CONDIVIDONO LA SCELTA DEL DR. CARIELLO SONO POCHI,E LA GENTE VORREBBE VEDERE POLITICI CHE NON ATTUANO PASSAGGI SI ARDITI..
    IL BANCO DI PROVA,MIO ARGUTO ADMIN,SARANNO LE COMUNALI PROSSIME VENTURE,DATO CHE LE PROVINCIALI SARANNO GIOCATE DALL’INTERNO DEI CONSIGLI,E NON DAL POPOLO…BUONE COSE A TUTTI!

  2. Caro Massimo ( Del Mese), prendo atto che il sig. Gerardo Sorgente è stato “accreditato” come collaboratore di politicademente. La sua è una opinione rispettabile, ma resta sempre una “sua” opinione. Opinione che io non condivido, perchè da “sincero amico ed estimatore del compagno Massimo Cariello”, stante le Sue scelte politiche di inversione di campo da uomo democratico di sinistra ad alleato della più becera destra, mi hanno profondamente ferito e …deluso. Ho detto la mia, ma siccome hai pubblicato “un articolo” senza commentarlo, potrei conoscere la tua altrettanto riapettabile opinione ???

  3. PAROLE PAROLE PAROLE……. CARO LIOI DI SICURO MASSIMO PUO’ CAMMINARE A TESTA ALTA IN QUANTO I PARTITI LI HANNO SVENDUTI LE PERSONE COME TE ED I SINDACATI! INOLTRE MASSIMO NON HA MAI AVUTO PROBLEMI CON LA GIUSTIZIA……………..
    DAI MASSIMO CUCIAMO LA BOCCA UNA VOLTA PER TUTTE A QUESTI BECERI MORALISTI PRESUNTOSI ED IMPRESENTABILI, RICORDATI PERO’, CHE QUANDO AVRAI RILANCIATO EBOLI TE LI TROVERAI SUBITO AI TUOI PIEDI: A QUEL PUNTO PRENDILI A CALCI!

    • per Alessandro.
      Non mi piace affatto il linguaggio che usi. E’ arrogante e denota una immaturita’ di fondo che non fa certo piacere nemmeno a Massimo Cariello.
      i partiti hanno molte responsabilità e le hanno perché gli uomini li hanno sputtanati, e quegli uomini vorrebbero far passare il principio che gli stessi Partiti sono tutti uguali. Mi dispiace, ma non é così.
      purtroppo la vicenda di Massimo Cariello, per quanto e per come si é presentata non aveva nessuna giustificazione.
      Intendiamoci cambiare partito non é un reato e nemmeno cambiare orientamento a 180 gradi, Converrai con me che é criticabile, ma é altrettanto evidente che non si può continuare ad accusarlo per questo.
      Invece é criticabile quando si oppone su alcune questioni delle quali ne é stato protagonista nelle passate amministrazioni. Sbaglia quando fa opposizione prendendo le distanze da alcune questioni anziché ammettere i suoi errori. Errori politici, bene inteso,.
      Riguardo poi ad Antonio Lioi che mi chiede un parere, su un articolo di Sargente, che riporta possibili e ipotetici scenari, non capisco su cosa dovrei pronunciarmi. Semmai dovresti chiedere a Sorgente, ma fini ad un certo punto.
      Come la pensp? Lo sai in migliaia di articoli che ci sono sul sito.

  4. Caro Lioi,i delusi come lei sono tanti,e non vedono l’ora di palesare il proprio stato d’animo…

  5. X ADMIN:NON PER SVENEVOLE PIAGGERIA,MA IL TUO INTERVENTO è REALE E DI ALTO CONTENUTO ETICO.
    L’ARROGANZA DEL BLOGGER CARIELLINO MI FA RABBRIVIDIRE ED è ELOQUENTE DEL CARAVANSERRAGLIO CHE SEGUE IL POLITICO IN QUESTIONE.
    SPERO INOLTRE,CHE CI SIA DI MEGLIO NEL SUO SEGUITO ALTRIMENTI AD UNA FINE SPAVENTOSA,SOSTITUIREMMO UNO SPAVENTO SENZA FINE, MA CONFIDI NEL BUON SENSO DEI NOSTRI CONCITTADINI…La coerenza è merce rara.

    SON CONVINTO CHE LA CRISI E LA CONSEGUENTE RABBIA,FACCIA DISSOLVERE BUNKERS DI POTERE E CONNESSE CONSORTERIE,SIAMO AD UNA SVOLTA,PUR NEL DOLORE MA AD UNA SVOLTA…

  6. Sinceramente preferirei che tutti fossimo più costruttivi per la città invece di fare inutili pettegolezzi da tifo da stadio,questo blog credo che vada usato in modo “COSTRUTTIVO”con buona educazione e nel pieno rispetto delle regole,parliamo di fatti concreti e di politica per favore,dei personalismi dei due antagonisti non mi interessa proprio,se ricordo bene non sono quei che per cinque anni sono andati d’amore e d’accordo.-??? oppure mi sono RINCOGLIONITO.-??? su altri argomenti preferisco non commentare,ognuno esprime la sua,che la si possa condividere o no, siamo in democrazia(almeno spero di esserlo qua in eboli)…essendo un uomo di destra pensavate che mi schierasse a fare il tifo oppure il gancio di traino per il buon Cariello.-??? la politica come la intento io è tutt’altra cosa ed è molta lontana da Melchionda come pure da Cariello.-Politica servizio alla collettività non per uso proprio,senza essere nessuno e senza fare il megalomane sono loro ad avere bisogno degli elettori e non viceversa.-
    cordiali saluti Franco…viva eboli e viva tutti gli ebolitani onesti che fanno sacrifici per un tozzo di pane altro che politica e politici…siamo stanchi ormai o cambiate voi o vi cambieremo noi popolo.-

  7. @ ADMIN
    Caro Massimo, mi devi scusare se replico.
    1- non rispondo come sai ad anonimi, ma come vedi “la regola” di questi pseudo-cittadini democratici, è l’ingiuria ( quando non l’offesa) senza mostrare la “faccia”.
    2-Io ( ed anche tu) sono stato educato “politicamente” a credere in una “idea” e quindi rispetto tutti coloro che avendo una “fede” un “credo” vivono nel rispetto di quella o di quello e NON CAMBIANO IDEA. Se sono delusi da uomini o da avvenimenti legati a quella fede, non la rinnegano, ma DECIDONO DEMOCRATICAMENTE di starsene a casa ed eventualmente di battersi per cambiare gli eventi non condivisi, SENZA TRADIRE la propria fede, i propri compagni o amici di strda. A meno che, quello professato con tanto impegno, era un “credo” falso o di facciata. Quindi non apprezzo e non condivido chi continua il suo impegno politico, eletto in un Partito e poi trasmigra in un altro, o chi si candida in una lista civica, per poi aderire ad un Partito dopo una sua eventuale elezione, o chi accetta di candidarsi o allearsi con Partiti o Coalizioni NETTAMENTE in contrasto con quanto aveva professato fino a pochi gg prima. L’impegno politico DEVE AVERE una sua etica, deve essere un modello comportamentale esempio ( educativo e formativo) in particolare per i più giovani.
    3-Mi sono meravigliato- conoscendo bene le tue posizioni- il titolo dell’art. di Sorgente, :Eboli: riesplode l’amore per Massimo Cariello, perchè seppure la responsabilità è dell’autore,il TITOLO ( sempre responsabilità del Direttore Responsabile della testata) poi l’articolo, pubblicatosenza commento da parte tua, mi ha dato l’impressione di una tua formale condivisione. Scusami se ho, forse in “malafede” valutato male il tutto.
    Lo spettacolo dato oggi dalla “politica” , nazionale, regionale e locale è già talmente squallido che non necessita di certo di contributi estemporanei alla Sorgente. Comunque la mia è solo una opinione come lo è anche quella dell’articolista.a.l.

  8. Certo che perdere del tempo per questi psudo politici è una follia, tanto hanno pochi mesi di vita, poi tutti a casa, non hanno più da prendere niente. Agli ebolitani i tanti debiti. Complimenti…..

  9. ma questo Lioi che scrive e quel socialista che grazie a Conte ha fatto strada? è lui il moralista di questo blog? se è cosi siamo messi molto male,cmq l’articolo mi è piaciuto, tra il serio ed il faceto credo che Cariello rappresenti la vera alternativa a questi squallidi amministratori, non condivido tutto di Cariello ma di certo l’impegno, la presenza e le capacità sono sotto gli occhi di tutti.

  10. Cariello è stato oggettivamente,sempre molto presente sulla scena politica cittadina,è un dato ineluttabile,e va a merito di chi profonde tanta energia.
    Piuttosto di innamoramenti,passioni e quant’altro,si deve auspicare una schiarita nel quadro amm.vo cittadino,visto i debiti fuori bilancio e la crisi economica generale,che stanno mettendo in forte ambasce,migliaia di famiglie e di singoli cittadini.
    L’arte della POLITICA,consiste nel dare risposte concrete al popolo sovrano,nel caso contrario,diventerebbe una forma di oppressione pseudo-democratica.
    Uno dei grandi errori di un secolo che li professò TUTTI IL ’900, fu di credere che una costituzione politica potesse essere scritta e creata a priori, mentre ragione ed esperienza si uniscono per dimostrare che una costituzione è un’opera umana e che proprio ciò che vi è di più fondamentale e di più essenzialmente costituzionale nelle leggi di una nazione non potrebbe mai essere scritto,a patto di essere attuato.

  11. Non sono convinto che dall’attuale maggioranza qualcuno segua Cariello e cercherò di spiegare anche il perchè:
    Il/I posto/i da primadonna nel Centro-Destra sono già occupati ( Cariello e Cardiello, con i vari Vecchio, Busillo, Di Benedetto che seguono a ruota ), aggiungere la certezza matematica che alle prossime politiche il PdL si scioglierà come neve al sole e il quadro diventa chiaro che nessuno seguirà Cariello.
    Quì si tratta solo di alzare il prezzo, con la consapevolezza che il prezzo richiesto sarà pagato, perchè Melchionda ha tutto l’interesse ad arrivare al 2013 come Sindaco.
    A chi sarà sacrificato un posticino di sottogoverno lo troveremo sempre.

  12. Per Giacomo.

    Se Cariello è l’alternativa non è che siamo messi tanto bene.
    Solo per ricordati e ricordarmi:
    Cariello è quello che è stato Assessore per quasi un decennio nelle Giunte Rosania, in quota Rifondazione Comunista.?
    Cariello è quello che è stato Assessore provinciale nella Giunta Villani, sempre in quota Rifondazione Comunista.?
    Cariello è quello esponente di Sinistra candidato a Sindaco di Eboli che appena perse le elezioni, nel frattempo a palazzzo San’Agostino era arrivato Cirielli, e Consigliere Provinciale, sempre in quota Rifondazione Comunista, è transitato nel Centro-Destra ( Nuovo P.S.I.)
    A proposito, qualcuno è capace di spiegarmi i SOCIALISTI a Destra che ci fanno?

  13. per Vincenzo Gambetta:
    e pur vero che Cariello ha fatto l’assessore con Rosania per 4 anni primo eletto del centrosinistra, e pur vero che ha fatto l’assessore provinciale con Rifondazione primo eletto del partito per ben 2 volte, e pur vero che la sua candidatura a Sindaco includeva rifondazione ma anche 2 liste di destra, e pur vero che ha fatto una scelta drastica andando nel nuovo psi, quindi ad oggi non avrebbe seguito lo sottovaluti troppo vedrai tempo al tempo….., lui ha voti personali che vanno oltre le appartenenze di partito, anche perchè a differenza degli altri politici lui Eboli la ama davvero e ripeto e anche capace di amministrare,e chiarisco che che alle comunali 2012 non lo votato ma alle prossime è probabile.

  14. Faccio copia e incolla del post che ho scritto a prposito dell’area pip per esprimere le mie considerazioni sullo scenario politico attuale:-
    Forse non ho dato il senso al mio post. Io volevo dire che Melchionda avrebbe dovuto e , forse , potuto cercare una soluzione transattiva e non arrivae fino all’esito che conosciamo concedendo incarichi professionali per svariate migliaia di euro a professionisti o incapaci o , comunque , in cattiva fede perchè un avvocato onesto ha il dovere di lealtà verso il cliente e deve dirgli che sta percorrendo una strada senza uscita. Se il cliente è un ente pubblico però il discorso cambia e nessuno si preoccua di verificare l’operato del o degli avvocati che anche in caso di sconfitta processuale percepiscono comunque i loro onorari. Questa è la responsabilita, non da poco, di Melchionda. L’origine del problema è dovuta invece a responsabilità di Rosania , in primis, e di tutti i componenti di quella amministrazione che deliberò quell’esproprio proletario ivi compreso il nuovo Cavaliere della rettitudine Massimo Cariello. Se questi saranno i protagonisti della prossima tornata elettorale vivremo un altro decennio di immobilismo. Speriamo che il popolo si svegli. Della destra ho già detto che sono letargici da 20 anni e hanno permesso con la loro inefficienza che si portassero a compimento questo e ad altri scempi per il paese.Panorama davvero desolante oserei quasi dire lunare.-

  15. si continua a dire sciocchezze,Rosania uccide Eboli e la colpa è di Cariello, Melchionda la seppellisce e la colpa è di Cariello, se date tutto questo potere a chi è stato un semplice assessore di deleghe inesistenti vuol dire che forse Cariello qualche risultato la portato a termine a differenza di altri.
    mi chiedo ma non può succedere che una persona cambi?

  16. Certo anche San Paolo fu folgorato sulla via di Damasco. A me dispiace qando si antepone la faziosità alla logica. Per le colpe di Craxi pagarono in tanti anche gente che nello specifico forse c’entrava poco ma la responsabilità politica è diversa da quella giuridica.

  17. Per Andrea.

    Secondo te un semplice Assessore di deleghe inesistenti, tanto inesistenti, che includevano appena la metà del Bilancio del Comune di Eboli, può dall’oggi al domani cambiare opinione così radicalmente?. Forse ti sfugge un piccolo particolare,il Socialismo e il Liberismo sono due concetti diametralmente opposti.
    Non mi preoccupa che una persona possa, per motivi suoi, cambiare opinione radicalmente, ma mi preoccupa chi cerca ( pochi o tanti )di dare una giustificazione a questi comportamenti.
    Sono questi gli uomini che sputtano i Partiti e la Politica.
    Essere di Destra o di Sinistra non deve essere un modo di fare, ma dovrebbe essere un modo di ESSERE.
    Chiudo con una domanda, qual’è il risultato che Cariello ha portato a termine?

  18. Probabilmente il mio intervento non ha nulla a che vedere con quello che è stato detto finora ma in un intervento di “Giacomo” nel quale dice “lui (Massimo C.) ha voti personali che vanno oltre le appartenenze di partito”. Ovviamente il problema non è solo di Massimo, che considero un amico, ma scusatemi allora mi chiedo “Se le idee non centrano più nulla in quanto i voti sono personali perché celarsi dietro lo scudo di un partito politico? Perché non far creare un’associazione o qualsiasi altro soggetto politico attribuendogli il nome del candidato? Sarebbe più logico”. Poi mi chiedo “Se i voti sono personali vuol dire che quel candidato sarà tenuto a rappresentare gli interessi di quelle persone e non quelli della collettività”. Allora perché non dirlo chiaramente. Quando si va a pescare nel mondo dei giovani e quindi tra gente disperata alla ricerca di lavoro o comunque di una speranza, se si sfrutta l’idiozia di chi si sente parte di un clan (vedi tifoserie sportive e affini) e vede nel voto l’elezione “di uno di loro” disinteressandosi dei programmi e dei progetti per la città (purché la squadra giochi), se l’idea delle persone che votano non contano nulla perché vengono considerate dai candidati eletti solo dei numeri (il pacchetto di voti come merce di scambio) mi dite che senso ha parlare di politica e quindi di progettazione del futuro del paese se le logiche e gli obiettivi sono altri (potere personale, denaro, ecc.) dove vogliamo andare? Quale futuro ci aspetta? Io sono rassegnato ad un tragico destino per Eboli ma non perdo la speranza che un giorno, un manipolo di uomini e donne, intelligenti, sensibili, capaci, mettano in atto in piccolo push e si impossessino del potere portando la città verso la luce. Aspettiamo molto volentieri un nuovo Lorenzo il Magnifico che riporti in questa città più dignità facendo crescere nell’animo dei propri abitanti un nuovo senso di appartenenza.
    Bisognerà aspettare, molto, ma aspettare!!!
    Armando V.

  19. E’ molto interessante vedere i sostenitori di Cariello che difendono le scelte compiute dal loro leader.Vorrei solo ricordare che la giunta ROSANIA salì al potere con un bilancio positivo dal momento che Eboli usciva dal dissesto.Rosania e Cariello(all’epoca braccio destro del sindaco) lasciarono il bilancio del comune con milioni e milioni di debiti e innumerevoli errori amministrativi basta ricordare l’Aracne i quali hanno portato ad un ulteriore aggravo del bilancio del Comune.Le numerose spese provenirono proprio dall’assessore in questione.Dunque è inutile affermare che Cariello ha avuto solo delle deleghe inesistenti,anzi aveva delle deleghe molto importante tant’è vero che l’hanno portato ad avere un grande consenso nella città grazie a quelle deleghe.Ma io vorrei anche evidenziare un’altra cosa sia Cariello che Rosania hanno già governato la NOSTRA città per ben 10 anni realizzando alcun progetto di crescita per la nostra città.Io non condivido quando si dice che il consigliere del NUOVO P.S.I. è l’alternativa, è il nuovo,anzi tutt’altro è il vecchio,ancora i comunisti hanno fatto una dura opposizione alle idee progressiste che vi erano all’epoca,dunque dobbiamo affidarci a persone serie e competenti che possano portare Eboli nuovamente al centro della piana del Sele.

  20. per tutti coloro che dicono falsità in merito alle famose deleghe di Cariello, se non ricordo male mentre lui aveva deleghe da dilettante come le politche giovanili, immigrazione e solo per poco la cultura, vi chiedo ma chi aveva la delega ai lavori pubblici, all’urbanistica, alle attività produttive, alle politiche sociali, alla manutenzione, al commercio, allo sport etc….oppure avete stravolto il diritto amministrativo oppure Cariello è stato cosi bravo che con 10 ha fatto mille, mentre gli altri con mille hanno fatto 10, aspetto notizie e se la memoria non mi inganna tutti questi assessori non erano e sono quelli del gruppo Rosania-Melchionda, mi convincete sempre di più che Cariello lo temete davvero, continuate cosi gli fate solo un piacere.

  21. per Armando:sinceramente non comprendo il tuo intervento, parlare di voti personali non vuol dire essere parte di un sistema di potere, sminuire cosi banalmente il suo consenso affiliandolo ai disoccupati oppure alla tifoseria vuol dire che non conosci la sua storia ne politica ne personale, ma non può essere che ad eboli ci sono uomini e donne che credono in lui perchè tiene alla sua città, al centro storico, al mondo associativo, al rilancio economico di Eboli? no non può succedere vedete ovunque del marcio, lo ripeto lancio un invito a Cariello candidati alla camera e vattene, Eboli merita Melchionda con i suoi sudditi oppure Rosania brutalmente bocciato alle ultime 2 elezioni.

  22. Per onor di cronaca mi sento in dovere di intervenire in questa discussione, e non e’ per polemizzare ma per ricostruire per chi ha dimenticato o per chi ricorda male, le tappe di questa “BESTIA NERA” di nome Cariello. Cariello fu nominato nel 1999 e precisamente, gli ultimi 8 mesi del primo mandato Rosania, tral’altro a bilancio già approvato, assessore con deleghe che fino ad allora erano insesistenti quali le politche giovanili, immigrazione e rapporti con le associazioni, oltre alla delega all’ambiente. Nel 2000 si candidò da “INDIPENDENTE” e fece il primo eletto in tutto il centrosinistra, a differenza dei flop elettorali di molti altri che per anni avevano gestito “quei centinaia di milioni di vecchie lire” di cui si parla, come sabelli, santimone, capaccio, moscariello etc.. di cui non discuto il loro operato ma e’ pubblico il loro risultato elettorale post gestione a differenza di chi in 8 mesi aveva gestito poco quanto niente. Quindi quell’anno forse e dico forse la disponibilità , l’amore per la città, e le capacità di Cariello sono prevalsi sui milioni di interventi del gruppo di Rosania, anche perche’ e’ un dato oggettivo. A quel punto al (DELFINO) come lo chiamate voi, gli fu tolta dal gruppo di Rosania, l’unica delega importante che aveva, l’ambiente, e rimase con le sue allora inesistenti, e se tante cose si sono fatte e stato grazie alla sua capacità di presentare progetti tutti in rete con il territorio. In seguito Cariello si candida alla provincia e con lui altre decine di persone tra cui qualcuno che gestiva portafogli pubblici decisamente piu’ grossi e piu’ importanti, ma l’unico eletto e’ proprio Cariello e li in Provincia con la giunta Villani, pensano bene di rifilargli l’unico assessorato che nessuno voleva, cioè le politiche del lavoro. Anche qui portafoglio molto magro, ma Cariello ebbe un intuizione e una grande capacità, quella di utilizzare fondi europei fino ad allora sconosciuti ai tanti amministratori che lo avevano preceduto. Come vedete io non sto valorizzando nessuno ma riportando solo le reali posizioni politiche di Cariello in questi anni perchè sono stanco di leggere falsità sul fatto che sia stato l’assessore con maggiore spesa anzi è stato il contrario, quindi smettiamola, e’ mai possibile che anche quando non governa e’ colpa di Cariello? Io spero che potrà dimostrare il suo valore di Sindaco al comune di eboli se i cittadini vorranno, altrimenti gli consiglio di andare piu’ in alto perchè molti ipocriti ebolitani meritano melchionda e il suo gruppo, questi si che hanno dimostrato di saper fare verò?

  23. Concordo pienamente da quanto detto dal buon Franco Moraniello, cerchiamo di essere costruttivi per il bene della nostra Eboli e non cadiamo in facili strumentalizzazioni come sembra fare, secondo me e scusami admin, il nostro giornalista e i “giovani” commentatori. Sì, si permette di fare delle “congetture” su fatti noti solo a lui e non a tutti come dovrebbe essere l’informazione oggi. Diverso è il caso se volesse esprimere uno scenario futuribile in base alle “sue” conoscenze dei fatti senza però scendere in insinuazioni che non giovano a nessuno e soprattutto alla nostra martoriata Eboli.
    Facendo così, ripeto, alimentiamo falsità e dicerie soprattutto nei confronti di persone, criticabili o meno per le proprie scelte politiche, ma che non meritano tutto questo perché, credo fermamente, alimentati da vero amore e tanto zelo per il proprio territorio, per la propria città. E questo lo sanno bene molti dei “giovani” commentatori.
    Sin dal primo momento, nonostante gli errori che possono essere stati commessi (non dimentichiamo l’età di Massimo e gli anni che aveva quando ha fatto l’assessore) ha mostrato quelle attitudini che difficilmente le troviamo negli amministratori (soprattutto dei nostri giorni): disponibilità, ascolto, sostegno e capacità progettuali che ha dimostrato soprattutto con il suo impegno alla Provincia come Assessore al Lavoro reperendo, con grande caparbietà, fondi nazionali ed europei, e finanziare le tante iniziative che gli competevano come assessorato (organizzazione e ristrutturazioni degli Uffici dei Servizi all’Impiego e relativi Centri per l’Impiego territoriali, Formazioni e Informazioni di lavoratori e disoccupati, e tanti altri).
    Non diciamo sciocchezze, pertanto, caro Vincenzo, sull’indebitamento del Comune dove incolpiamo, in primis Massimo con Rosania (ora, ma non allora?), cui non era, come ben sapete, il suo pupillo.
    Ha ricoperto ruoli non di primo piano, dal punto di vista sostanziale della politica, affidandogli da subito deleghe sconosciute nello scenario politico ebolitano: politiche giovanili, immigrazione, rapporti con le associazioni e ambiente. Erano deleghe “quasi” senza portafoglio, cioè con poca consistenza finanziaria, ma da subito Massimo dimostra quelle qualità che lo hanno caratterizzato da sempre, piena disponibilità verso questa parte della società civile, ascolta, promuove, sostiene e presenzia iniziative, le finanzia anche (e i giovani di sinistra dovrebbero ricordarlo bene).
    Viva Eboli.

  24. Mi faccio questa domanda: in un ipotetico, molto improbabile ma comunque auspicabile, giudizio di responsabilità da parte della Corte dei Conti Cariello sarebbe chiamato a rispondere dell’operato di quella giunta , insieme agli altri ovviamente?

  25. Scusate la mia intromissione me non posso + farmi da parte …

    Concordo pienamente su cio’ ke ha esposto in modo molto chiaro il giorno 27 luglio 2012 il Consiglire Ginetti!!!.

    Non aggiungo altro , altrimenti rischio di ripetermi ,,, . Chi conosce Massimo, conosce anche la sua storia politica dal 1999 e soprattutto conosce il suo grande operato x una Citta’ , la ns Citta’ ke oggi sta muorendo … .

  26. Sta muorendo???
    e’gia’morta … e a ki vogliamo dare la colpa ???
    vi invito a riflettere …
    le ultimissime notizie sono di questa mattina !!! buona estate a tutti.

  27. @Lukas non risponde di nulla perchè se non sbaglio vanno in prescrizione le azioni compiute dalla giunta Rosania. Vorrei ribadire riconosco l’operato di Cariello ma ha avuto deleghe seppur inesistenti come vengono chiamate in realtà molto strategiche perchè aveva rapporti con tutte le associazioni , dunque una quantità di contatti notevoli.E ha governato comunque ben 15 anni tra comune e provincia.Non si può dire che non ha proprio governato la cosa pubblica,anzi…

  28. QUANTA INVIDIA ! questa e’ la visione mentale e “pettegola” di ogni Ebolitano,tendenzialmente di sinistra. La mentalita’ proveniente ” da scuola di Stalianiana memoria ” denigrare a tutti i costi l’avversario”….distoglie gli Ebolitani da tutte le cose buone che questo “ragazzo” ha fatto e continua a fare per EBOLI. L’intelligenza, la maturazione, che molti NON hanno avuto (ecco l’invidia),… i suoi risultati politici, mettendosi a disposizione” del paese, sia da assessore alle politiche giovanili sia come assessore provinciale al lavoro creando il nuovo Ufficio di Collocamento…inaugurato baipassando questi incapaci amministratori comunali !… e oggi le inaugurazioni delle strade litoranea e aversana ove il sindaco (SIC) tagliava il nastro mantenuto dall’autore dell’opera finanziata, l’assessore prov. CARIELLO…(suscitando ilarita”) la ridicolaggine di questa (SIC) amministrazione e’ sotto gli occhi di tutti… e gli Ebolitani..” Spergiurando” pur di dire “DIO NON E’ DIO” …anche di fronte alle evidenze.!..ho detto una volta che gli Ebolitani sono ” MASOCHISTI”…non mi sbagliavo…..fanatici e …..! pur di non andare contro il loro “modo di pensare” diventano…. ipocriti, quacquaracqua’ …!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2014 All Rights Reserved

2009-2013 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente