Inchiesta rimborsi Regione Campania: Feste e cravatte con i soldi pubblici

Chiusa l’inchiesta sui rimborsi in Campania, 51 consiglieri rischiano il processo. Con i soldi del “frin frin” feste e cravatte e chiudono gli Ospedali. indagato anche il Sottosegretario Del Basso De Caro.

Tra i 51 indagati, 10 soni i Consiglieri regionali salernitani coinvolti: oltre alla Senatrice Eva Longo, Giovanni Baldi, Dario Barbirotti, Giovanni Fortunato, Monica Paolino, Anna Petrone, Donato Pica, Antonio Valiante, Luigi Cobellis, Gianfranco Valiante.

Umberto-Del-Basso-De-Caro

Umberto-Del-Basso-De-Caro

eva-longo

eva-longo

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

NAPOLI – Quando si tratta di soldi pubblici, e di ogni genere di benefici il mondo politico è sempre solidale e riesce straordinariamente senza nemmeno discutere a trovare il massimo della convergenza come è accaduto per i rimborsi che hanno ricevuto a vario titolo i Consiglieri Regionali del PDL, del PD, passando per i Verdi, i rossi i turchini, nuovi e vecchi moralizzatori, conservatori, riformatori e innovatori, insomma proprio quella che noi poveri mortali abbiamo individuato come “CASTA” e che riteniamo siano i maggiori responsabili dello sfascio del Paese. Una Casta che non se ne frega di nulla, e mentre attuano lo Spending Review per i poveri fessi, sguazzano nei privilegi e incassano somme da capogino: un magna magna generale che definirlo con un semplice aggettivo “vergogna” è veramente delicato. Intanto azzerano i trasporti e chiudono gli Ospedali, eliminano scuole, asili e assistenza agli anziani e ai disabili, ci fanno vivere in mezzo alle discariche della morte e nella precarietà, ci riducono i servizi essenziali e ci mortificano nei diritti fondamentali.

consiglio-regionale-campania

consiglio-regionale-campania

Da destra a sinistra, senza nessuna differenza, tutti uniti in questo “magna magna” generale, e così quasi tutto il Consiglio regionale della Campania rischia il processo per peculato, perché l’accusa per i 55 rinviati a giudizio dei quali 4, che avrebbero aiutato i politici a falsificare le carte per offrissero coperture postume, è: uso illecito dei fondi per i gruppi regionali, per un ammontare complessivo di circa 2 milioni, nel biennio 2010-2012. E’ il caso di pensare che sia questo Consiglio Regionale che la Giunta regionale siano delegittimati o dobbiamo per forza aspettare che arrestino qualcuno dopo magari che si è scoperto che oltre a comprare cravatte e organizzare feste “istituzionali” si è pagati anche qualche “sfizio” a luci rosse? E’ il caso che che si “arrendano” e si facciano da parte o intendono cadere sempre più giù portando nel fango insieme a loro quel poco che resta di credibilità nei confronti delle Istituzioni pubbliche? E’ il caso che il sempiterno sottosegretario Umberto Del Basso De Caro si dimetta o anche lui si affida a quelle laconiche dichiarazioni del tipo “Ho fiducia nella magistratura e attendo sereno il risultato delle indagini”? Siamo noi a non essere sereni se questi restano ancora al loro posto e siamo noi ad essere i danneggiati e noi non abbiamo più nemmeno la forza di reagire tanto siamo stremati da questa “Casta” irresponsabile.

Già si sente da lontano quel tintinnio di manette che fa venire i brividi e fa rizzare i peli della schiena, e sicuramente non fa piacere a nessuno, ma nemmeno ci fa piacere saper che una delle Regioni più disastrate abbia nei suoi massimi esponenti gente che va a “peli e penne” come si dice per i cacciatori senza scrupolo.

Tra i destinatari degli avvisi non manca proprio nessuno, il pm Giancarlo Novelli è stato molto attento a non farsene sfuggire nessuno: tra i rappresentanti della maggioranza di centrodestra, e dell’opposizione, di tutti i Partiti e di tute le Liste; figurano tra questi anche tre consiglieri poi eletti in Parlamento come i senatori di Forza Italia Eva Longo e Domenico De Siano, e il sottosegretario del Pd Umberto Del Basso De Caro; Ma anche il fedelissimo del governatore Stefano Caldoro, il capogruppo di “Caldoro presidente” Gennaro Salvatore, quest’ultimo sarebbe in testa ai mangioni avendo percepito 93mila euro, superato solo dall’ex Udeur Ugo De Flavis, che di euro ne ha incassati 96mila.

caldoro_salvatore

caldoro_salvatore

Il terzo posto di questa classifica vergognosa se lo aggiudica Raffaele Sentiero, anche lui in Ncd con circa 80 mila euro. C’é anche la moglie di Mastella, Alessandra Lonardo (Udeur), Anna Petrone e Gianfranco Valiante (Pd), l’ex vice presidente della giunta con Bassolino, Antonio Valiante, l’ex consiglieri Pietro Diodato, di Pianura, passato dal Pdl a Futuro e Libertà.

Ecco tutii i 51 tra Consiglieri in carica ed ex consiglieri regionali che hanno ricevuto la notifica dell’avviso di chiusura delle indagini relativamente ai rimborsi del Consiglio regionale della Campania. I salernitani sono: Giovanni Baldi, Pdl; Dario Barbirotti, Centro democratico; Giovanni Fortunato, Nuovo Psi; Eva Longo, Pdl; Monica Paolino, Pdl; Anna Petrone, Pd; Donato Pica, Pd; Antonio Valiante, Pd; Luigi Cobellis, Udc; Gianfranco Valiante, Pd.

Gli altri indagati sono: Antonio Amato, Pd; Mafalda Amente, Pdl; Nicola Caputo, Pd; Mario Casillo, Pd; Angelo Consoli, Udc; Angela Cortese, Pd; Rosa D’Amelio, Pd; Ugo De Flaviis, Udeur; Pasquale De Lucia, Udc; Domenico De Siano, Pdl; Umberto Del Basso De Caro, Pd; Pietro Diodato, Pdl; Enrico Fabozzi, Pd; Pietro Foglia, Udc; Corrado Gabriele, Pd; Pasquale Giacobbe, Pdl; Eduardo Giordano, Ned; Massimo Grimaldi, Nuovo Psi; Biagio lacolare, Udc; Massimo lanniciello, Pdl; Alessandrina Lonardo, Udeur; Pietro Giuseppe Misto, Idv; Antonio Marciano, Pd; Nicola Marrazzo, Idv; Carmine Mocerino, Udc; Sergio Nappi, Noi Sud; Gennaro Nocera, Pdl; Daniela Nugnes, Pdl; Angelo Polverino, Pdl; Paola Raia, Pdl; Paolo Romano, Pdl; Antonia Ruggiero, Pdl; Ermanno Russo, Pdl; Giusepe Russo, Pd; Rosaria Sala, Idv; Gennaro Salvatore, Nuovo Psi; Luciana Scalzi, Pdl; Michele Schiano di Visconti, Pdl; Luciano Schifone, Pdl; Raffaele Sentiero, Noi Sud; Raffaele Topo, Pd.

Antonio Valiante

Antonio Valiante

Rispondono tutti di peculato e alcuni anche di truffa, poichè i magistrati hanno individuato numerose spese non affatto compatibili con l’attività istituzionale come tintura per capelli, dvd, giocattoli, occhiali, farmaci, sigarette, abbigliamento e acquisti in pasticcerie e in enoteche. Non è finita quì anche perché negli avvisi che sono seguiti alla conclusione delle indagini si fa riferimento a nuovi casi di presunte irregolarità, come nel caso di acquisto di cravatte da parte di alcuni consiglieri del Pd, prontamente giustificate dal capogruppo dei democratici Giuseppe Russo come acquisti di rappresentanza, non si parlerà mica di “voto discambio” con: “io dò una cravatta a te e tu dai un voto a me“? Hai voglia di giustificarli come gadget, non solo non ci crede nessuno ma gli inquirenti le hanno ritenute spese “non ammissibili”.

Nell’inchiesta va detto che non sono stati mai coinvolti sia il presidente della Giunta Regionale, Stefano Caldoro, sia il consigliere Gennaro Mucciolo, Partito socialista europeo, mentre risulta indagato un unico consigliere regionale della precedente legislatura, Pietro Diodato.

Le posizioni dei Consiglieri Regionali non sono uguali, sono 13, i consiglieri regionali per i quali il pm Giancarlo Novelli ha chiesto l’archiviazione nell’ambito dell’inchiesta sulle spese del Consiglio Regionale della Campania, per dieci di loro: Fulvio Martusciello, Carlo Aveta, Bianca D’Angelo, Lucia Esposito, Angelo Marino, Francesco Nappi, Annalisa Vessella, Ettore Zecchino, Gennaro Oliviero, Carmine Sommese, la richiesta di archiviazione si riferisce a tutte le accuse. Per gli altri tre: Nicola Caputo, Sergio Nappi, Angelo Polverino, l’archiviazione riguarda solo il reato di peculato, mentre relativamente alle somme stanziate per la comunicazione è stato loro notificato l’avviso per la truffa.

Rispetto alle indagini c’é chi tra i coinvolti ha sostenuto di non essere tenuto a documentare le spese poiché la Legge regionale non lo prevede, peccato per loro, ma i magistrati hanno ritenuto il contrario. In ogni caso legge a parte, quello dei Consiglieri regionali di tutte le altre regioni e della Campania in particolare, è sicuramente un comportamento contrario alla morale e all’etica, e se aggiungiamo che questi reati si sono consumati in un momento particolarmente difficile per il Paese e soprattutto per i cittadini campani, tra le regioni la più martoriata, non c’é condanna che tiene: Andrebbero messi al muro e “lapidati” non con le pietre con le pernacchie.

Salerno, 2 aprile 2014

22 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Vorrei leggere i commenti dei tanti che ancora difendono i partiti politici, svegliatevi se siete onesti e abbandonate queste organizzazioni che sono peggio della criminalità organizzata!

  2. INSISTONO PERSISTONO,E NON…DESISTONO!Si tratta di un malcostume che coinvolge inesorabilmente l’arco costituzionale,e un po tutti gli enti regionali,quello che colpisce è la sfrontatezza,il cinismo di alcuni rappresentanti del popolo che,sfacciatamente ogni volta
    si inventano giustificazioni fantasiose e per tale ancor più odiose,di certo tali atteggiamenti amorali son difficili da estirpare,e c’è chi si uccide per un debito di 2000€,le solite parole ipocrite di cordoglio,e di seguito,TUTTO COME PRIMA!

  3. Un popolo che elegge corrotti impostori traditori non è vittima……e’ complice! Basta puntare il dito, passiamoci un po’ la nostra benedetta manina per la coscienza

    • MARIA STELLA, NESSUNO A PRIORI PUO’ CAPIRE SE L’ELETTO O IL CANDIDATO SIA UN POTENZIALE IMPOSTORE TRADITORE,SOLO CON LA RESA DEL SUO OPERATO SI PUO’ TRARRE CONSUNTIVO.
      MOLTI ATTIVISTI SONO IDEALISTI E PURI SINO A QUANDO NON VENGONO TENTATI DAL POTERE,IL CITTADINO SCALTRO SI RICORDI QUESTO:
      L’ETA’ DELL’INNOCENZA TERMINA NEL “PALAZZO”!

    • è proprio per questo che nel movimento cinque stelle 2 mandati e dopo torni alla tua vita (se ne hai una),la permanenza prolungata nei palazzi genera strapotere e distanza dalle reali esigenze della collettività e non va bene. Ad oggi gli unici a garantire questa modalità sono i cinque stelle e questo è un fatto inconfutabile e ampiamente dimostrato con il rifiuto di numerose candidature anche eccellenti ma che non soddisfacevano questo requisito.

  4. @maria stella,(admin gentile gradirei un tuo pensiero anche)senza ombra di dubbio tu sei una persona animata da buone intenzioni e da un afflato ideale che ti onora,e riconosco con forza che lo stesso seg.del mio partito,anche pres.consigiglio sia pure lui,notoriamente espressione,ritoccatea dei classici poteri forti,sarei ingenuo a negarlo.
    ma tutto questo è l’ultimo giro,l’ultima chance per la POLITICA di rimanere a galla con quel po di credibilità che semmai ad ella rimane,se fallisce Renzi si aprono le autostrade della demagogia,e questo lo sanno un po tutti,in specie le persone di buon senso.
    arriveremo a chi ti promette casa e 1000€ reddito cittadinanza,senza minimamente sapere dove reperire i fondi,non avendo contezza alcuna del bilancio del nostro stato,che ti prega di uscire dalla zona €,facendoti mirabolare la società del begodi,senza spiegare che gli idrocarburi,la benzina per esser chiari,la dovremmo convertire in valuta pregiata e dissanguarci per l’energia,dato che le alternative purtroppo non si creano soddisfacentemente in un giorno,e tutto questo si ripercueterebbe sul paniere dei beni primari,con un inflazione stile weimar.
    altro rischio una impresentabilità internazionale e la fuga a gambe elevate degli investitori,anzi di una battuta sulla keyboard,visto che si spostano capitali a velocità informatica,e il popolo dopo essere stato illuso,avendo votato cn le budella in mano e non con la mente raziocinante,si troverebbe in pieno caos,col rischio plausibile che qualche generale ambizioso ci regali il “dopo libro dei sogni” demagogico,una dittatura stile grecia dei colonnelli anni ’70.
    ed è per questo,oltre che spiegato in tanti altri miei brevi postes,perchè prefersico renzi,il pratico cinico meno peggio,l’unica scelta provvida!
    tante belle cose

  5. GRILLO SI FA PAGARE PER I COMIZI,UNA FORMA DI MARKETING COMUNICATIVO DANAROSO,SI GODA I MILIONI E LA SMETTA DI ILLUDERE LA GENTE CHE SOFFRE!!!!!

  6. cambiare subito per non morire dopo,ma il cambiamento deve realizzarsi tramite una classe dirigente incontaminata e capace sopratutto,i dilettanti allo sbaraglio,sbaraglierebbero quel poco che rimane.
    NON VOGLIO ESSERE GOVERNATO DA CHI NON HA IDEE CONCRETE E CONOSCENZE SPECIFICHE EVITIAMO LA BALCANIZZAZIONE DELLA PENISOLA,ANZI MI SEMBRA IL SUD AMERICA DI QUALCHE LUSTRO FA …DEMAGOGIA SU DEMAGOGIA,E CIAO DEMOCRAZIA!

  7. Un popolo che elegge corrotti, impostori e traditori non è vittima ma complice. Passiamoci la manina sulla coscienza nel segreto dell’urna…..

    • PASSATELA ANCHE TU CHE SIMPATIZZI PER UN MARCHIO MEDIATICO FATTOSI MOVIMENTO POLITICO,DOVE IL PORTAVOCE E’ IL PADRONE,DOVE UNO VALE UNO MA TI CACCIO SE NON UBBIDISCE,DOVE SI FA LA MORALE SUI FANCAZZISTI PARLAMENTARI E UN LORO LEADER DURANTE LE VOTAZIONI VEDE IL CALCIO,IL GIORNO IN CUI AVRETE IL POTERE,MA NON PENSO,TI FACCIO VEDERE IO QUANTE BELLE DELUSIONI….

  8. Lo scemenzario giornaliere del ragioniere ligure:
    Grillo “Con reato di menzogna pubblica, Renzi al 41 bis”:Delirium tremens.
    Per sua buona sorte quel reato non esiste. Altrimenti prenderebbe il reato di pubblica demagogia ter
    fuori dallo scherzo,non c’è mai limite agli insulti da bar? Quando questo signore sarà in grado di dire qualcosa di costruttivo?
    il contraddittorio lo aborre,vuole solo la caciara amorfa,per non dire,rifiutando il confronto ammette la debolezza delle sue tesi,ammesso abbiano questa nobiltà di pensiero!

  9. Io sono solo un megafono di questo movimento, dopo le elezioni mi farò da parte. cit. Beppe Grillo presidente del m5s propietario del marchio 5s.
    Il leader del M5S: “I no dei Cinque Stelle? La forma più alta di
    politica”. Sulle Europee: vinceremo con un seggio più del Pd. E conferma referendum sull’euro (y)

    Beppe vincerete le europee, andrai dalla Merkel e le dirai quel che si merita. Il PD-L e FI scompariranno, M5S avrà il 99,9 % e tutti vivranno felici e contenti…..ok ok !
    ora però smetti di farti sta roba..svegliati!
    ALLUCINANTE!!!!! 🙂

  10. Bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla

  11. la fabbrica dei bla bla è il movimento liquido web comico surreale paritetico con supercazzola turbo aggiunta del M5STELLE!

  12. Grilleide continua,per i candidati via web hanno votato in 33.000,con quale certificazione di autenticità? chi può garantire una trasparenza?
    a nella sostanza cosa vuole il santone padrone. Referendum sull’Euro e ridiscussione dei trattati. Se si facesse il referendum, che non si farà e, finirà come l’impeachment di Napolitano, gli italiani in maggioranza voterebbero no all’uscita dall’Euro. Se poi si ritornasse alla Liretta, che è l’illusione dei piccoli imprenditori perché con le svalutazioni della Lira scaricavano la svalutazione sui prezzi colpendo, guarda caso, i dipendenti che sono quelli che pagavano e pagano le tasse, il più felice sarebbe Casaleggio che vedrebbe avverata la sua teoria del necessario fallimento dell’Italia. In quanto alla ridiscussione dei trattati, come si può pensare che le cose cambino semplicemente mettendo dei soldi nell’economia italiana se non si fanno le riforme. E’ solo propaganda da bere.

    • Certo in trenta tremila per scegliere i candidati europei in assoluta libertà e trasparenza e’ veramente un sistema scarsamente democratico soprattutto se confrontato con la metodologia del pd…… Aspetta aspetta in quanti hanno scelto i candidati al parlamento europeo? Renzi Renzi Renzi Renzi. In totale uno. Con quale trasparente metodo? Non si sa non si sa.

    • davvero COMICO,Sono bastati da 33 a circa 600 voti per essere eletti. Si sono presentati in 5.091, i votanti sono stati 35.188..chi certifica la trasparenza,il sito del guru riccioluto casaleggio,”cicero pro domo sua”e chi ci dice che non vengano pilotati,per esempio:
      ci sono mamma al senato e figlio alla camera nel mov. 5iposcrisie, bell’esempio di rinnovamento,ma tu ci fai o ci sei?E comunque é chiaro che G. se ne infischia della qualità dei candidati, anzi, li vuole obbedienti e fedeli come solo persone fanattciche sanno essere.

    • No, davvero, qui siamo davvero alle comiche:Naif. Simpatici. tragicomici.
      democrazia sarebbe quella di scegliere un candidato con i voti di una assemblea di condominio perchè poi non proponga nulla, tanto poi ci pensano Grillo e Casaleggio.
      5.091 candidati alle europarlamentarie del m5s. Questo è un “win for life” gratuito. Non costa niente e ti può dare una sistemazione per la vita con quello che può guadagnare anche con un solo mandato. Ti fai fare un buon curriculum e se prendi 50 voti sei fra i favoriti. Magari una volta hai fatto un complimento a Grillo che si ricorda di te ed è fatta.

    • Solo un comico italiano poteva fondare un movimento in cui basta una manciata di voti per vincere con le primarie un posto in lista alle europee.Be direi che ormai il confine non è più ben definito.
      Non si sa più quale è il politico e quale è il comico.Questo è il popolo del web e sapere che dei candidati che dovranno rappresentare e difendere gli interessi dei cittadini in istituzioni fondamentali vengano scelti con questi mezzi, e da questo popolo del web, può solo che far preoccupare e non poco.
      . Quello che irrita un po’ e’ sentirsi dire che questo e’ un metodo democratico, perche’ coinvolge “la rete” (anche se poi la rete finisce per significare un numero di persone variabile tra 20,000 e 70,000) mentre tutti gli altri sono corrotti, ladroni, fascisti e cosi’ via.
      CONCLUDENDO
      Il guaio è che non ci fai più ridere come una volta, Grillo. Sei solo prepotente e triste.

    • Ma con quanta facilità bocciate persone libere di fare il bene comune, 50 100 voti proprio non contano, ciò che conta e’ che i piccoli pesci che andranno al parlamento europeo, proprio come i piccoli pesci che sono andati nel parlamento italiano quando legiferano pensano al popolo che vogliono rappresentare e non all’interesse del partito che gli ha offerto la poltrona e che risponde ad interessi che non sono quelli dei cittadini (alternativamente banche assicurazioni etc etc). Signori della vecchia politica andate a casa perché ne abbiamo le scatole piene

    • L’unica speranza vera alternativa concreta è SEL LISTA TSIPRAS,Grillo ha fallito,solo protesta sterile e dittatura interna…VOTIAMO LA SERIETA’!

  13. C’era uno splendido programma che ha creato il 25% di consensi. Non se ne è più parlato, nè si è fatto alcun tentativo di attuarlo in nome della coerenza. La coerenza vale per il risultato ultimo e se per ottenerlo bisogna giungere ad accordi, ci si accordi altrimenti a cosa è servito salire al Parlamento?

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente