Presentato a Paestum il Progetto di ricerca “Pizza Sapore Maggiore”

Presentato a “Porta Sirena” di Peastum il progetto di ricerca sperimentale “Pizza Sapore Maggiore”.

Il progetto, fortemente voluto dal Presidente della OP “Solco Maggiore” Francesco Rispoli, ha messo insieme il mondo della ricerca scientifica rappresentata dalla prof.ssa di Matteo, il mondo della produzione ortofrutticola di qualità certificata, e il mondo della trasformazione rappresentato dal Maestro Esposito.

Pizza-Paestum

Pizza-sapore-maggiore-Paestum

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

PAESTUM – Un nuovo progetto e una nuova avventura ha preso il via venerdì sera  grazie all’Organizzazione di Produttori  “Solco Maggiore”.  Presso l’agriturismo “Porta Sirena” a Capaccio-Peastum è stato presentato il progetto di ricerca e sperimentazione “Pizza Sapore Maggiore”.

Il progetto, fortemente voluto dal Presidente della OP “Solco Maggiore” Francesco Rispoli, ha messo insieme il mondo della ricerca scientifica rappresentato dalla prof.ssa Marisa di Matteo, esperta ricercatrice di fama internazionale nel settore agroalimentare, il mondo della produzione ortofrutticola di qualità certificata, rappresentato dalla Organizzazione di Produttori (OP) “Solco Maggiore”, il mondo della trasformazione rappresentato dal Maestro Antonino Esposito grande esperto nonché inesauribile sperimentatore del pianeta “pizza” e non solo. “Grazie alla ricerca scientifica condotta dalla prof.ssa Marisa Di Matteo ed il suo staff tecnico – spiega Antonio Vocca, direttore dell’OP –  è stata portata la durabilità (shelf life), fino a 30 giorni, del panetto fresco per pizza, senza ricorrere a conservanti chimici, basse temperature o congelazioni. Questo garantisce integrità, salubrità e fragranza del prodotto, pronto ad essere lavorato, cotto e gustato dal consumatore finale”.

Inoltre sono state realizzate anche alcune creme/puree/pesti vegetali per il condimento della pizza e per la farcitura del pane. La ricerca per tali preparati ha utilizzato un processo di sterilizzazione capace di preservare al meglio le proprietà chimico-fisiche, nutrizionalinonché i sapori dei diversi vegetali utilizzati.

Gli ortaggi utilizzati provengono dalla filiere agricola controllata della OP “Solco Maggiore”.

Tra gli ortaggi si segnalano il Carciofo rosso di Eboli cultivar G1 – Zucca butternut – ScarolaCavolfiorePomodorini rossi e gialli – Broccoli – Cime di Rapa – Cipolla ramata, tutti provenienti dal bacino produttivo della Piana del Sele.

“I consumatori avranno dunque la possibilità di acquistare i condimenti di ortaggi ed un panetto per pizza o pane realizzato dal maestro pizzaiolo Antonino Esposito, apprezzato e conosciuto a livello nazionale. Potranno conservarlo in frigo per circa un mese, utilizzandolo in qualsiasi momento ne abbiamo desiderio. Cosa impensabile fino a poco tempo fa” – conclude Vocca. Una serata all’insegna della convivialità e del buon gusto che ha visto la presenza dei produttori, di esperti food, di dirigenti aziendali della Gdo e di giornalisti enogastronomici. A condurre la serata il direttore di Cucina A Sud e conduttrice di Alice tv, Rosaria Sica.

Paestum, 28 maggio 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente