Sparatoria al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cava

Sparatoria al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cava: Due feriti. Continua l’insicurezza nelle strutture sanitarie. 

Pietro Antonacchio Cisl-Fpl: “Purtroppo si sta sottovalutando il fenomeno e di questo non possiamo che essere sconcertati, sia per l’episodio in sé ma fondamentalmente per la mancanza di sicurezza all’interno di questi presidi che sono gli avamposti di tutta la filiera dei servizi socio-sanitari.

Piazzale Ospedale di Cava dei Tirreni

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

CAVA DEI TIRRENI – «Il grave episodio che ha coinvolto il padre dell’amico delegato RSU Pietro mostra come oramai i pronto soccorso sono un servizio che dev’essere tutelato e salvaguardato con le forze dell’ordine. – Si legge in una nota del Segretario Generale della CISL FP Salerno Pietro Antonacchio a commento della sparatoria all’ospedale di Cava dei Tirreni – Purtroppo si sta sottovalutando il fenomeno e di questo non possiamo che essere sconcertati, sia per l’episodio in sé ma fondamentalmente per la mancanza di sicurezza all’interno di questi presidi che sono gli avamposti di tutta la filiera dei servizi socio-sanitari.

Ci uniamo agli amici che sono stati coinvolti in questo spiacevole episodio – Conclude il Segretario Generale della CISL FP Salerno Pietro Antonacchiocon la speranza che a breve si possano effettivamente mettere sotto tutela tutti gli operatori che prestano il loro servizio in questi avamposti a rischio».

Cava dei Tirreni, 22 ottobre 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente