A Positano e sulla Divina spopolano “I Piatti del Mito”

Al Myth Festival 2011 di Positano, dal 3 e fino all’11 settembre in Costiera amalfitana, spopolano i “piatti del Mito”.

Ristoranti e ricette ispirati al Mito: Maga Circe, Agamennone, Enea, Zeus, Ulisse, Afrodite, Parthenope; Il miele, il vino, l’uovo, il grano, la carne, il pesce; il legame familiare tra le trame mitologiche e il nostro mondo.

POSITANO – Spopolano in costiera amalfitana i piatti del mito. In tutti i ristoranti che aderiscono all’iniziativa del Positano Myth Festival, infatti, i turisti scelgono di assaggiare le pietanze della tradizione. Un vero e proprio boom che sta inducendo i ristoratori a procrastinare l’iniziativa, visto il successo di questi giorni.

Al Positano Myth Festival, in programma fino all’11 settembre, va di scena, oltre all’arte, alla musica, alla danza e alla cultura, anche la gastronomia con i piatti legati al Mito e al territorio. E si lancia così anche una sfida creativa ai maestri dell’arte della cucina e ai giovani talenti proprio da una delle prime città slow” italiane. Del resto, secondo la mitologia greca, gli Dei erano immortali perché si cibavano di due alimenti: l’ambrosia e il nettare.

Per tutto il periodo della manifestazione i ristoranti della città verticale, da Montepertuso fino alla spiaggia di Laurito, hanno ideato ricette legate alla tradizione del territorio e, attraverso un rigoroso studio, hanno ripreso alimenti cari agli antichi greci, realizzando piatti che rapiscono occhi e palato.

E così si inizia dall’aperitivo e si prosegue con la cena in uno dei tanti suggestivi locali di Positano.

Anche i nomi delle ricette sono stati ideati dando richiamo alla mitologia greca e, così, si omaggia la Maga Circe, Agamennone, Enea, Zeus e Ulisse, fino ad Afrodite e a Parthenope.

Il miele, il vino, l’uovo, il grano, la carne, il pesce costituiscono il legame familiare tra le trame mitologiche e il nostro mondo.

Proprio nell’ambrosia Achille fu immerso dalla madre Teti, ma il padre Peleo la fermò quando ancora il tallone non era stato bagnato. Da qui la fragilità, tutta umana, del grande eroe. In questa sezione protagonista sarà così il nettare degli Dei, studiato, ricercato e rielaborato dai migliori gourmet locali e internazionali.

Il miele, il latte di capra, i doni del mare e della terra sono stati interpretati con fantasia e rigore.

Dal 03 all’11 settembre i ristoranti di Positano saranno i protagonisti della rassegna “IL MITO IN TAVOLA” nell’ambito del Positano Myth Festival 2011. I ristoranti partecipanti proporranno ai loro ospiti deliziosi piatti legati alla mitologia classica. La creatività dei loro chef incontrerà la leggenda per nutrire la mente ed emozionare il gusto.

Positano

Ecco i ristoranti che aderiscono con la proposizione dei seguenti piatti:

  1. Ristorante La Pergola

INSALATA GRECA
GREEK SALAD

Ristorante La Serra presso Hotel Le Agavi

  1. SPAGHETTI DI GRANO KAMUT AL MODO POSIDES CLAUDI CAESARIS
    WHEAT KAMUT SPAGHETTI IN POSIDES CLAUDI CAESARIS

Ingredienti per 4 persone:

Spaghetti di grano Kamut / Wheat Kamut spaghetti  gr. 320
Cicenielli  gr. 250
Anemoni di mare / Sea’s anemnes gr. 100
Cipolla di Tropea / Onion gr 100
Olio extra vergine di oliva  / Extravergin Oil  q.b.
Timo, maggiorana e origano /Thyme,majoram,oregano  q.b.
Salt q.b.

Preparazione:

–          Fare imbiondire la cipolla nell’olio caldo, aggiungere il trito e fare insaporire.
–          Nel soffritto aggiungere gli anemoni tritati e i cicenielli ben lavati e scolati, salare a piacere e spegnere non appena la salsa riprende lo sfrigolio.
–          Condire gli spaghetti e servirli ben caldi.

  1. 3. Ristorante La Taverna del Leone

MARE DI MIELE
Carpaccio di ricciola al miele biologico d’acacia Bolino

  1. Ristorante “Li Galli” presso Hotel Villa Franca
    ROMBO DI POSEIDONE LACCATO CON AMBROSIA E CITRUS
  1. 5. Ristorante Bar Bruno

UN PIATTO DA DIO

Ingredienti: sarago, olio extravergine di oliva, mirtillo, salvia, vino bianco,  sale e pepe.

Sfilettare il sarago, passare i filetti in una padella con un filo d’olio, farli rosolare, aggiungere sale, pepe, sfumare con il vino bianco e farlo evaporare per 5 minuti, aggiungere la salvia, mirtillo, coprire con un coperchio per 2 minuti, spegnere il fuoco, servire ben caldo.

  1. 6. Ristorante La Sponda presso l’Hotel Le Sirenuse

SOGNO DI DEMETRA
Anatra arrostita alle foglie d’arancio e pepe lungo, fegato grasso e pastenaca marinata agli    agrumi.

  1. 7. Ristorante Etoile presso l’Hotel Posa Posa

CALAMARI PARTENOPE

Calamari ripieni di capperi, olive, pan grattato, pomodori, aglio, prezzemolo, sale, peperoncino, tentacoli tritati dello stesso calamaro. Il tutto servito in salsa di pomodorini e calamari.

Stuffed Squid with capers, black olives, breadcrumbs, tomato, garlic, salt, pinch of peperoncino, chopped calamari tentacles. Served in a cherry tomatoes and calamari sauce.

  1. 8. Ristorante Al Palazzo presso l’Hotel Palazzo Murat

NETTARE DELLE NINFE OREIDI E NEREIDI
Zuppa di patate e orzo con pane in cassetta e gamberetti

  1. 9. Ristorante dell’Hotel Il San Pietro

TORTINO DI ALICI CON GAARUM

  1. 10. Ristorante Mediterraneo

LE CAREZZE DI VENERE

400 gr di paccheri, 1 scorfano di 800 gr circa, 400 gr di pomodorini pachino, 1 spicchio di aglio, Peperoncino, Prezzemolo, Olio extravergine di oliva, ½  bicchiere di vino bianco secco, Sale.

Preparazione

Lavare bene lo scorfano. In una padella grande a sufficienza mettere a soffriggere  uno spicchio d’aglio e del peperoncino tagliato a pezzetti con un filo d’olio, aggiungere lo scorfano e far cuocere coperto e a fuoco lento per circa 10 minuti, girarlo di tanto in tanto, aggiungere il vino bianco e farlo sfumare ; nel frattempo lavare e tagliare i pomodorini a metà, aggiungerli quindi in padella con un po’ di prezzemolo tritato, coprire e far continuare la cottura per altri 10 minuti. Togliere la padella dal fuoco e trasferire lo scorfano su un tagliere, eliminare le pinne e la coda, spellare e sfilettare eliminando la lisca centrale e la testa, spezzettare e raccogliere il tutto in una ciotola. Riposizionare la padella sul fuoco, far riscaldare i pomodorini, aggiungere lo scorfano spezzettato, un pizzico di sale e lasciare insaporire per altri 5 minuti. Nel frattempo far cuocere la calamarata in abbondante acqua salata, scolarla aldente, saltarla e amalgamarla nella padella con il sugo di scorfano. Impiattare e servire cospargendo con prezzemolo tritato.

  1. 11. Ristorante L’Incanto

LA PASSIONE DI GEA
Raviolini ripieni di ricotta di bufala con colatura di alici e julienne di alici fresche

  1. 12. Ristorante Le Terrazze

LE PERLE DI IRIDE
Gnocchetto bilocore con sconcigli, lupini e pomodori secchi

Ingredienti: Gnocchi di patate con nero di seppia, Sconcigli, Lupini, Pomodori secchi, Prezzemolo, aglio, Olio, Origano, peperoncino.

  1. 13. Ristorante Chez Black

IL CUORE DI NAUSICAA
Cuore di tonno, gratinato su foglie di limoni, capperi e olive di Gaeta, contornato da fichi caramellati

  1. 14. Ristorante Le Tre Sorelle

LA NINFA GALATEA
Dessert al cucchiaio con miele, uva e fichi

  1. 15. Bagni d’Arienzo

SPAGHETTI EROS
Spaghetti con alici rucola e pomodorini

  1. 16. Ristorante Il Fornillo

Capelli di Venere

  1. 17. Ristorante C’era una volta

TRIDENTE DI NETTUNO
Insalata si seppie, noci e finocchio, polipo all’insalata, alici marinate

  1. 18. Ristorante Caffè Positano

CODE DI SIRENE
Gamberi pastellati alla birra su letto di rughetta

  1. 19. Ristorante Pupetto

INVOLTINI DI PANDORA
Involtini di pesce spada alla piastra farciti con pane, uvetta, pinoli ed erbe aromatiche, su julienne di zucchine fritte
EROS E PSICHE
Tortino di ricotta e mousse di limone in un giardino di Positano

Positano, 3 settembre 2011

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente