CivicaMente: Si estenda il trasporto anche agli alunni delle scuole primarie

L’Associazione CivicaMente ai Commissari: Il Comune di Battipaglia estenda il trasporto scolastico anche agli alunni delle scuole primarie.

Da quest’anno scolastico possono usufruire dell’accompagnamento con scuolabus soltanto gli alunni di scuole elementari e medie. L’estensione del servizio agli alunni degli asili permetterebbe un beneficio indiscutibile per le famiglie nonché un vantaggio indiretto per il traffico veicolare e per l’ambiente.

Giuseppe Ferlisi

Giuseppe Ferlisi

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – L’Associazione CivicaMente si rivolge ai Commissari: Il Comune di Battipaglia estenda il trasporto scolastico anche agli alunni delle scuole primarie; ritienendo che l’’estensione del servizio agli alunni degli asili permetterebbe un beneficio indiscutibile per le famiglie nonché un vantaggio indiretto per il traffico veicolare e per l’ambiente.

Attualmente, il comune di Battipaglia eroga il servizio navetta da e per il centro città verso le scuole elementari e medie inferiori, per consentire ai residenti, soprattutto coloro che non risiedono vicino ai plessi scolastici situati per lo più al di fuori del centro cittadino, di poter accompagnare i figli superando i disagi legati agli orari lavorativi. A tale scopo, l’Ente ha sottoscritto una convenzione con l’impresa di trasporto EAC, valida fino al 23 dicembre 2014.

Tuttavia, con deliberazione della Commissione Straordinaria n. 48/G del 11/09/2014, si è stabilito che da tale servizio fossero escluse le scuole per l’infanzia. Ciò appare quantomeno discutibile, in quanto le scuole per l’infanzia sono sovente situate negli stessi edifici, o comunque nelle immediate adiacenze, delle scuole elementari. Questa esclusione costringe le famiglie con bambini in età di asilo ad accompagnare personalmente i propri figli. Oltretutto sussiste non di rado il paradosso di una famiglia in cui vi siano due bambini che frequentino rispettivamente l’asilo e la scuola elementare nello stesso edificio, di cui solo uno possa usufruire dell’accompagnamento.

In tal modo si viola di fatto il diritto allo studio, che il Comune di Battipaglia dovrebbe assolutamente garantire attraverso un servizio universale di trasporto scolastico con tariffazione basata sulle fasce di reddito. Inoltre, viene disattesa anche la L. R. 1 febbraio 2005 n. 4, finalizzata all’attivazione di tutte le azioni e degli interventi necessari a rimuovere gli ostacoli che di fatto impediscono l’esercizio del diritto all’istruzione ed alla crescita culturale a tutti i bambini, compresi gli alunni delle scuole dell’infanzia e con particolare riguardo agli abitanti delle zone disagiate, a chi versa in condizioni di disabilità, agli immigrati ed ai nuclei familiari con reddito più basso, che frequentino sia scuole pubbliche sia paritarie.

«Pertanto, chiediamo di allargare, con una soluzione sicuramente più ragionevole e sensata, il servizio anche agli alunni delle scuole per l’infanzia – afferma Giuseppe Ferlisi, componente dell’Associazione Civica Mente – Si potrebbe a tale scopo effettuare un secondo giro con gli stessi mezzi, con un surplus di spesa irrisoria, similmente a quanto fatto durante lo scorso anno scolastico.

Inoltre, – conclude Ferlisi – si otterrebbe un evidente vantaggio anche in termini di riduzione del traffico veicolare nelle ore di ingresso ed uscita delle scuole con un ritorno anche in termini di impatto ambientale, grazie alla minore circolazione di automobili».

Battipaglia, 15 ottobre 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente