ZTL nel Centro Storico di Eboli: Parte la cazzata

Parte sperimentalmente la Zona a Traffico Limitato nel Centro Storico di Eboli, “poi” si incontrerà i residenti. 

La Giunta comunale ha dato il via libera all’istituzione della ZTL nel centro storico. Seguirà un incontro tra Amministrazione e residenti per un’attuazione partecipata e condivisa (Sic). Il provvedimento partirà per la prossima estate. E se i residenti del Molinello e del Paterno chiedono la ZTL, che facciamo chiudiamo la Città? 

Eboli Piazza Porta Dogana

Eboli Piazza Porta Dogana

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il provvedimento, votato su proposta degli assessori alla viabilità ed al centro storico, Emilio Masala ed Ennio Ginetti, è ora al Settore Lavori Pubblici, a cui è stato indicato di predisporre gli atti per la realizzazione dei varchi della ZTL come previsto nel Piano Particolareggiato del Traffico Urbano.

«Obiettivo strategico dell’Amministrazione comunale – ricorda il sindaco, Massimo Cariello è aumentare la qualità urbana e architettonica e di sicurezza del Centro Storico e rafforzare sempre più la sua destinazione di centro commerciale naturale, di luogo della memoria e dell’arte, di riferimento culturale territoriale oltre che luogo di rappresentanza, di servizi e di residenza. Il dispositivo nella prossima estate sarà attuato in via sperimentale, a breve incontreremo i residenti per stabilire insieme le modalità, per una scelta partecipata».

E’ stato demandato invece al Comando della Polizia Municipale la predisposizione delle procedure per l’individuazione delle categorie autorizzate all’accesso e alla sosta all’interno della ZTL.

Centro Storico Eboli

Centro Storico Eboli

«Lo stesso Comando della Polizia Municipale – spiega l’assessore alla viabilità, Emilio Masala predisporrà le procedure relative all’attivazione dei varchi elettronici per il controllo degli accessi e al rilascio delle autorizzazioni di accesso alla ZTL». L’iniziativa va nella direzione della massima salvaguardia del borgo antico.

«E’ intenzione dell’Amministrazione comunale sottolinea aggiungendo l’assessore Ennio Ginetti – preservare il centro storico dall’accesso indiscriminato degli autoveicoli, adottando specifici provvedimenti di limitazione della circolazione nell’area del Centro Storico, per la salvaguardia della salute dei cittadini, limitando l’inquinamento prodotto dalla circolazione dei veicoli».

Il provvedimento che è stato annunciato riguarda: la regolamentazione del traffico; l’installazione di una segnaletica di supporto; l’installazione di un sistema di videosorveglianza con altre telecamere speciali, che servirebbero ad elevare contravvenzioni per coloro i quali attraversano le strade del centro storico vietate ai più, ad eccezione dei residenti.

Indipendente da tutto, per evitare di spendere danaro pubblico, forse sarebbe stato più utile, come lo stesso Sindaco ha dichiarato: “incontreremo i residenti per stabilire insieme le modalità, per una scelta partecipata“; ascoltare i residenti e poi adottare il provvedimento preannunciato. È ovvio che voler realizzare la Zona a Traffico Limitato altri non è che pensare di fare qualche cosa a favore dei cittadini, evidentemente evitando di pensare che un simile provvedimento al contrario potrebbe “confinarli” ed isolarli, e magari con il tempo riscontrare che la ZTL, per il nostro centro storico, non sarà altro che scoprire di averlo escluso dal resto della Città.

Centro Storico Eboli1

Centro Storico Eboli1

Naturalmente va detto che ad un’Amministrazione compete immaginare progetti, programmi e provvedimenti per migliorare l’ambiente, il territorio, i quartieri, le periferie, le Città, ovviamente mettendo in atto una serie di misure che comprendono anche la videosorveglianza, la limitazione del traffico, la regolamentazione della sosta, va da sé che occorre anche pensare ad altro per evitare che la ZTL abbia una funzione fine a sé stessa riducendola solo ad una parte della Città, nella fattispecie, il Centro Storico o Antico che dir si voglia.

E allora? Allora si può immaginare che insieme alla regolamentazione di chi può o non può passare o sostare nel centro Storico si può prevedere che Vigili Urbani siano più presenti, o demandare la loro funzione di “controllo” alle telecamera, sperando se dovesse succedere qualcosa, funzionino, e semmai prendere atto che quel qualcosa è avvenuto e ne prendiamo solo atto? E come si regoleranno gli avventori sporadici, quelli che magari accompagnano qualche persona anziana che abita nel Centro Storico? O chi deve raggiungere un Ristorante trasportando qualche persona anziana o un disabile? Che faranno, di volta in volta chiederanno un’autorizzazione o si beccheranno la contravvenzione o non accompagneranno nessuno, o non andando più al Ristorante, si immagina il danno? Attenderemo le regole demandate al comando dei VVUU per sapere chi potrà andare oltre i varchi o forse era meglio discuterne nei luoghi deputati e anche con i residenti e poi fornire gli indirizzi alla Polizia Locale? Non sarebbe meglio pretendere dal nostro Sindaco e dai nostri Assessori oltre che pensare alla viabilità di organizzare la presenza sistematica di una pattuglia di vigili che permanente giri e stazioni ne centro Antico, magari affiancando al pattugliamento anche il supporto di una telecamera? Non sarebbe meglio regolare la viabilità e soprattutto la sosta in maniera coerente piuttosto che evitare che si vieti il traffico-transito?

Affidare la sicurezza a una telecamera, vuol dire rinunciare a presidiare un territorio.

EBOLI-Centro-Storico-Largo-Vestuti-640x480-1

EBOLI-Centro-Storico-Largo-Vestuti-640×480-1

E quale è il problema allora? Sembra essere solo quello di vietare l’accesso ai non residenti come una sorta di divieto di varcare una “proprietà” privata a favore dei residenti? E se quelli che abitano al Molinello o al Paterno o al Borgo per sentirsi più protetti chiedessero, la stessa cosa che succederebbe, ognuno si “recinterebbe” il “suo” quartiere? Nelle intenzioni del Sindaco ci sarebbe anche quella di voler realizzare come ha dichiarato di “rafforzare sempre più la sua destinazione di centro commerciale naturale, di luogo della memoria e dell’arte.” Bisognerebbe ricordare che i Centri Commerciali Naturali, sono la formula che tende ad arginare l’offerta plurale dei moderni Centri Commerciali, a cui la nostra Città ha abdigato, i quali a loro volta hanno riprodotto artificialmente i centri storici veri, insomma una “fiction”, di conseguenza che facciamo la fiction nella fiction? Non si comprende che tipo di intervento si propone atteso che nel nostro Centro Antico non c’è nessuna attività comnerciale: NESSUNA; tranne qualche Ristorante che se si continua su questa strada non tarderà a chiudere i battenti. Si andrà alla desertificazione del Centro Storico?

Centro Storico di Eboli

Centro Storico di Eboli

Attenderemo insieme alla ZTL che Sindaco e Assessori prendano, anche altri provvedimenti oltre quelli accennati come per esempio prevedere una navetta che per tutto il giorno attraversi il nostro Centro Storico e in maniera semplice trasportare i cittadini, residenti e non, ma ovviamente di trasporto pubblico non se ne parla proprio, non c’è nemmeno nel resto della Città, ma nel resto della Città non c’è nemmeno la ZTL. Immaginiamo che per la sicurezza del Centro Storico una parte di tutti quei carabinieri che vediamo a gruppi numerosissimi in  Città vengano dirottati nella parte antica di Eboli. Ci sentiremo ancora più sicuri e saremo certi che non accadranno le cose brutte che sono toccate ai due Anziani nel pieno centro, augurandoci non si ripeta una nuova Manduria.

Il problema è quello di regolare il traffico di farlo defluire bene ed evitare semmai le soste permanenti selvagge e consentirle laddove è possibile ai residenti, non quello di non far accedere nessuno ghettizzando gli abitanti, specie quelli anziani. Ma ovviamente l’amministrazione ha la maggioranza e può decidere di fare tutto. Lo faccia e basta, non trovi scuse circa la Sicurezza, il Centro Commerciale Naturale, la tutela del territorio, la salvaguardia dei beni ecc ecc. Fatela sta cazzata e basta. Sopravvivere o anche a questo.

Eboli, 1 giugno 2019

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Bravo Massimo!
    In tempi non sospetti, mi spiace ripetermi, scrissi che era oramai chiaro l’esistenza della lobby dei ristoratori.
    Nulla è cambiato ad oggi. Nel centro storico si mangia soltanto; come si mangia è un’altra vicenda. Forse la ztl serve a fare un po’ di spazio per tavolini et cetera durante l’estate?
    A parte la nobile e ricca bottega, nel senso purissimo del termine, di Rosmundo Giarletta, effettivamente nel centro storico regna la morte commerciale e il degrado umano, senza infierire oltre.
    Non sono queste le iniziative per il rilancio del centro storico. Ma questa, come per tutta Eboli, è un’altra amara storia.

  2. Si procede in modo confusionario creando solo danni, dopo 4 anni di totale disinteresse!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente