Eboli: La Giunta approva Bilancio e Piano pluriennale

Parte della Giunta, 5 presenti su 7, ha approvato tutto quello che il Consiglio comunale non ha fatto: Bilancio, Piano triennale e altro.

La Giunta Comunale ha assolto fino in fondo al compito attribuitole dalla legge. Oggi, con atti coraggiosi, ci siamo assunti la responsabilità di governare la Città di Eboli, stando vicino ai cittadini in un momento difficile per l’intero Paese“. E così in un mese quel che resta del PD “carbonaro” si è intestato tutto il patrimonio politico amministrativo  della 1^ Amministrazione Cariello. 

Fornataro-DiBenedetto-Sgroia-DellaMonica-Piegari

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – E così parte della Giunta Comunale di Eboli convocata dal Sindaco ff Luca Sgroia, sul filo del traguardo, a poche ore dall’arrivo del Commissario prefettizio, con 5 PRESENTI:

  • Luca Sgroia, Vice Sindaco e delega Servizi Sociali e Piano di Zona;
  • Maria Vita Della Monica, Pubblica Istruzione;
  • Cosimo Pio Di Benedetto, Bilancio e Lavori Pubblici;
  • Sandra Fornataro, Cultura;
  • Giuseppe Piegari, Attività produttive;

e 2 ASSENTI;

  • Fausto Vecchio Urbanistica;
  • Francesca Vocca, Ambiente;

ha approvato tutto quello che il Consiglio comunale non ha avuto intenzione di fare facendo andare deserta la seduta del 23 novembre u.s., Bilancio, Piano triennale e altro. Una seduta di giunta “ridotta”, si direbbe, anzi ridottissima se si tiene conto che questa maggioranza è uscita dalle urne con 81% dei consensi e 24 Consiglieri comunali. Insomma in un solo mese di guida Sgroia solo in 5 approvano un documento finanziario che riguarda il Rendiconto e la revisione di Bilancio, il Piano triennale delle opere pubbliche con l’aggiunta di altri provvedimenti. Un Giunta quella di ieri, che ha approvato contenuti tecnici e politici dell’operato dell’Amministrazione precedente, e in uno ha messo il “cappello” politico, intestandosi, tutto  o quasi tutto quello che amministrativamente ha prodotto la Prima Amministrazione Cariello.

«Nell’ultima riunione di Giunta – si legge in una nota stampa, unica nota stampa in un mese di Amministrazione Sgroia – abbiamo deliberato provvedimenti fondamentali per mettere in sicurezza il bilancio e garantire l’erogazione dei servizi ai cittadini

  1. ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO:
  • Si è colmata la mancata approvazione del ripiano del disavanzo da parte del Consiglio Comunale e pertanto abbiamo evitato la paralisi dell’Ente, che potrà immediatamente riprendere a fare impegni di spesa per erogare i servizi ai cittadini;
  • Abbiamo abbattuto di 5,2 milioni di euro il debito del Comune di Eboli (estinguendo il fondo di anticipazione di liquidità e ripianando il disavanzo relativo all’esercizio 2019). In questo modo l’Ente, quindi la collettività, risparmierà nei prossimi anni interessi per 1,8 milioni di euro;
  • Abbiamo accertato e destinato € 356.977,88 (Previsti dal Decreto Ristori Ter) per l’erogazione di buoni spesa alimentari.
  1. PIANO SOCIO-ECONOMICO COMUNALE (€ 200.000,00):
  • Si tratta di contributi straordinari a fondo perduto alle famiglie per fronteggiare la riduzione della capacità reddituale dovuta all’emergenza Covid-19;
  • Verrà erogato un contributo una tantum pari a € 500,00 a favore di 400 nuclei familiari con figli minori (ISEE fino ad € 30.000,00)
  • Gli aiuti sono destinati ai lavoratori autonomi e dipendenti che certifichino di aver subito una significativa contrazione del reddito nel 2020.
  1. APERTURA DEL MUSEO NEL FINE SETTIMANA:
  • Abbiamo approvato un accordo con il Museo Archeologico Nazionale di Eboli e della Media Valle del Sele, attraverso il quale sarà possibile effettuare visite anche nei fine settimana. Ovviamente il servizio sarà garantito non appena i musei saranno riaperti dal Governo Nazionale.

Come anticipato, – conclude l’unica e ultima nota stampa dell’Amministrazione Facente Funzione Sgroia ha diramato, facendo calare il sipario su un mese di esperienza politica che ha preannunciato grigi futuri, se dovessero mai proporsi, e seppellita l’era Cariello e soprattutto dilapidato quel patrimonio politico esperienziale fatto di civismo qualunque, al quale in ultimo e carbonaramente, ha aderito il Partito Democratico del Commissariamento Sgroia, fino a rinunciare al simbolo di partito, proiettandoci così in un transfert esperienziale rovinoso che ci ha anticipato un possibile scenario politico, fortunatamente abortito già sul nascere – seppure in un contesto complicato per le istituzioni cittadine, la Giunta Comunale ha assolto fino in fondo al compito attribuitole dalla legge. Oggi, con atti coraggiosi, ci siamo assunti la responsabilità di governare la Città di Eboli, stando vicino ai cittadini in un momento difficile per l’intero Paese».

………………. … ……………..

Eboli, 28 Novembre 2020

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Sgroia, Sgroia, Sgroia ma lo hai capito che ti hanno messo in mezzo!!!
    Ci sei cascato come un principiante, non ti fidare del braccio destro del Cariello.
    Ad Maiora.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente