A Eboli – “Freselle sotto le Stelle: chest pass ‘u cunvent”

Riceviamo dalla gioventù Francescana di Eboli e volentieri pubblichiamo il seguente Comunicato.

COMUNICATO STAMPA

La Gioventù Francescana di Eboli presenta la I^ Edizione di “FRESELLE SOTTO LE STELLE” : CHEST PASS ‘U CUNVENT, 24-25-26 Luglio 2009

Basilica di S. Pietro alli Marmi di Eboli

Cripta S. Berniero e Basilica di S. Pietro alli Marmi di Eboli

Partirà il 24 luglio prossimo la I edizione di “Freselle sotto le Stelle – chest pass ‘u cunvent”, sagra della fresella organizzata dalla Gioventù Francescana di Eboli. L’evento, che si svolgerà presso il locale convento dei Frati Minori Cappuccini, in via San Pietro alli Marmi, ha l’obiettivo di valorizzare e rendere luogo di partecipazione ed incontro non solo religioso, una struttura millenaria abbandonata alla pigrizia e all’ignavia delle istituzioni locali e non solo.

Gioia di stare insieme con semplicità, tanto divertimento, ilarità e spensieratezza caratterizzano la missione della manifestazione. In questa estate 2009, tre serate all’insegna di musica, cabaret, gastronomia. Tre serate avvolte da uno scenario mozzafiato e atmosfere magiche. In linea con la filosofia francescana, la fresella è storicamente un cibo povero, il cibo del popolo, umile ma sostanziosa compagna di viaggio per pescatori e contadini. La deliziosa pietanza sarà servita accompagnata da prodotti della tradizione locale e innaffiata con dell’ottimo vino delle cantine di Solopaca.

La fresella

La fresella

Il ricavato della manifestazione enogastronomica sarà utilizzato per la ristrutturazione di alcune aree del convento: «Uno dei nostri progetti» – spiegano gli organizzatori – «è il restauro e il recupero della millenaria biblioteca che custodisce testi antichissimi lasciati all’usura del tempo e in condizioni pessime di conservazione. Proponiamo di avviare progetti con le università, con la Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici, ma le istituzioni locali di ogni grado e livello devono sostenerci in questo lavoro, se è vero che hanno a cuore Eboli e le sue risorse».

Gli organizzatori precisano: «Dalla Basilica alla cripta, che conserva le spoglie di San Berniero, dal campanile ai giardini, tutto parla di storia in convento. E’ la storia di Eboli, della nostra città. Ci piange il cuore a vedere una tale struttura così abbandonata. Il convento è degli ebolitani, loro per primi devono amarlo. Non c’è appartenenza religiosa che tenga, il convento è aperto a tutti. Il nostro obiettivo è proprio questo: far capire alle persone che al di là dell’aspetto spirituale, il convento può essere un luogo di incontro per gli ebolitani oltre che un sito di inestimabile valore storico-artistico».

Il PROGRAMMA

Venerdì 24/07/2009

SETTE BOCCHE – musica popolare in concerto

Sabato 25/07/09

Spazio ai giovani gruppi emergenti:

TI VOGLIO BAND – cover band composta da ragazzi della Gioventù Francescana Campana

CENTRAL BAR – rock band ebolitana

Domenica 26/07/09

YEMAYA’ – etnomusic project

INFO GRUPPI

SETTE BOCCHE

Il gruppo è composto da: Francesco Farina: flauti e voce; Alessio Piccolo: tamburi a cornice; Nicola Tommasini: fisarmonica e voce; Angelo Plaitano: chitarre e voce; Daniela Dentato: danza e voce; Fausta Fiorillo: danza e voce.

Al confine tra Giffoni Valle Piana e Faiano, è presente una sorgente d’acqua che sgorga da sette punti diversi ma ravvicinati. La leggenda vuole che da ogni bocca, l’acqua che ne fuoriesce abbia un sapore diverso e quindi dalle proprietà chimiche diverse. Dalla leggenda della sorgente magica prende nome il gruppo composto originariamente da 7 elementi che, pur partendo dalla stessa fonte, interpretano in maniera assolutamente unica la tradizione della musica popolare di tutto il sud Italia. La musica è l’espressione dell’anima di un popolo, del mondo contadino, del suo modo di sentire l’amore, la morte, la gioia, la ribellione e la magia. Le Sette Bocche propongono attraverso il canto, i suoni, l’uso di strumenti tradizionali, la recitazione e la danza, un viaggio nella storia, nella cultura e nella musica popolare. Le Sette Bocche vantano esperienze in teatro, spettacoli di rievocazione storica, eventi sul brigantaggio messi in scena nella provincia di Salerno, inoltre sono impegnati nella ricerca etnomusicale ed antropologica sul culto Micaelico, sui canti la danza e sulla musica dei Picentini. Tammurriata, Pizzica, Tarantella: lo spettacolo sarà preceduto da brevi seminari di danza in cui il pubblico sarà chiamato a partecipare in prima persona.

TI VOGLIO BAND

Cover band composta da nove elementi per niente professionisti: «Ci piace definirci tali perchè, quella per la musica, è una passione che condividiamo, pur dedicandoci ai lavori e agli studi più disparati». La “Ti voglio Band” unisce il carisma e l’allegria di un gruppo di ragazzi della Gioventù Francescana Campana: «In occasione di un raduno per giovani francescani di Italia, alcuni di noi si sono improvvisati in una serata di animazione con canzoni tratte dalla tradizione musicale napoletana. Alcuni di quel gruppo improvvisato sono rimasti e altri se ne sono aggiunti. E’ passato molto tempo da allora, molte prove e molte notti poco insonorizzate». Il genere musicale è quello della Tradizione Napoletana, anche se i “Ti Voglio Band” amano avvalersi dello strumento del “medley” per cambiare ritmi e legare canzoni apparentemente diverse per genere. Nel loro repertorio di cover trovano spazio brani di Pino Daniele, Battisti e altro. Fanno parte della “Ti Voglio Band”: Carmine da Soccavo (voce), Francesca da Pozzuoli (voce), Paolo da Pozzuoli (voce), Antonio da Soccavo (percussioni), Francesco da Soccavo (percussioni), Giovanni da Portici (clarinetto e coro), Michele da Napoli (chitarra e coro), Ettore da Sant’Agnello (chitarra e ukulele), Pasquale da Napoli (Basso elettrico).

CENTRAL BAR

Rock band ebolitana nata circa 5 anni fa in seguito ad una chiacchierata tra amici al bar. Fanno parte del gruppo: Luigi Carleo (voce e chitarra), Marcoantonio Raso (chitarra), Domenico Volzone detto “Nichi” (basso), Emmanuel Esposito meglio conosciuto come “Frappappone” (batteria). Autori di musica e testi delle loro canzoni, i “Central Bar” si ispirano a grandi nomi dell’hard and heavy: dai Guns ‘n’ Roses ai Motorhead, dagli Ugly Kid Joe ai Sex Pistol.

YEMAYA’

Sette musicisti, diversi per esperienze artistiche vissute ma uniti dallo stesso forte legame per le radici della propria terra, dopo una serie di coincidenze, si ritrovano a dar vita ad un progetto di musica etnico-sperimentale in cui sono riusciti a racchiudere cinque stili musicali diversi. Il progetto prende il nome dalla divinità afro-brasiliana protettrice dei mari e madre di ogni cosa: “Yemayà”. Lo spettacolo, valorizzato da danze caratteristiche, si fa viaggio attraverso la spettacolarizzazione di luoghi, personaggi, rituali, storie e feste che animano il Sud del Mondo insieme a suoni, ricercate contaminazioni e canti tradizionali sia del Sud Italia che di alte culture. Fanno parte del gruppo: Anna Forte (voce e berimbau), China Aresu (mandolini, tamburi a cornice e danze), Daniela Dentato (cori e danze), Angelo Gramaglia (batteria), Peppe Maiellano (chitarre e pianoforte), Angelo Plaitano (voce e chitarre), Mario Lambiase (basso elettrico).

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente