Riscatto diritto superficie edilizia convenzionata: si profila una class action

L’Adiconsum di Battipaglia lancia un’azione popolare contro il Comune. L’art. 35, Legge 865 del 1971, stabilisce: non possono essere vendute a nessuno.

Riscatto diritto di superficie alloggi di edilizia convenzionata. Una strumentale operazione amminitrativa. Nessun pericolo per i proprietari degli alloggi. Potranno dormire tranquillamente per ben 200 anni.

Battipaglia_Viale_Liberta

BATTIPAGLIA – Diritto di superficie, Adiconsum per tramite del suo Responsabile di Zona l’Avv. Carmine Galdi assicura: “99 anni di tempo per il riscatto”. L’Adiconsum assicura ancora: non c’è d’allarmarsi in nessun modo sia sul bando comunale che sulle comunicazioni fatte ai proprietari degli alloggi di edilizia convenzionata sul territorio di Battipaglia”. La legge infatti non ha modificato la facoltà per i superficiari di riscattare il diritto di proprietà del terreno, anzi le nuove norme hanno fatto cadere il vincolo sul divieto di vendita libera della propria casa, cioè a chiunque, prima dei 20 o 30 anni (a seconda della convenzione).

L’attività amministrativa, porta a porta di questi ultimi giorni, finalizzata a creare terrorismo psicologico nei confronti dei cittadini tartassati già dall’IMU, dalla Tarsu e da tante altre gabelle è francamente disdicevole. C’è di più per i proprietari degli alloggi convenzionati: fra 99 anni potranno rinnovare il diritto di superficie per altri 99 anni pagando al Comune soltanto la propria quota sul costo totale dell’esproprio.

Carmine-Galdi

Praticamente i proprietari degli alloggi del Programma di Edilizia Economica e Popolare potranno dormire tranquillamente per ben 200 anni.

Altra notizia, infondata, è lo spauracchio della vendita delle aree concesse in diritto di superficie ai privati “imposta” dal Decreto Monti. L’art. 35, Legge 865 del 1971, stabilisce che le aree date in concessione per i piani di edilizia economica e popolare sono patrimonio indisponibile del Comune, in parole semplici: non possono essere vendute a nessuno.

Ultima nota da registrare, sempre in modo negativo, è il parametro utilizzato per calcolare il costo per il riscatto del diritto di superficie: 448,00 euro a mq, determinando cifre che variano dagli 11mila ai 18 mila euro. Questa è una svista stratosferica poiché l’ente ha fatto applicare alla Agenzia del Territorio parametri impropri, infatti, basta rivolgersi agli operatori del mercato per capire che il reale valore delle aree è ben al disotto del 50% di quanto richiesto.

Pertanto, l’Associazione dei Consumatori, Adiconsum, lancia un’azione collettiva contro il Comune di Battipaglia per riscattare il diritto di superficie, trasformandolo in diritto di proprietà, con costi equi, sostenibili e soprattutto di mercato. L’Adiconsum di Battipaglia raccoglierà le adesioni a partire dal prossimo 7 di gennaio 2013 poiché non vi è nessuna urgenza di definire la questione entro il 31 dicembre 2012.

Battipaglia, 19 dicembre 2012

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente