Salerno, Campus universitario: 3^ Edizione di UNIBEAT

Giovedì 9 e Venerdì 10 Maggio, Università degli Studi di Salerno, terza edizione di UNIBEAT.

UNIBEAT è la prima rassegna di musica elettronica all’interno di un campus universitario. Due giorni di esibizioni live, dj-set, workshop e seminari.

.

SALERNO – Il 9 e 10 Maggio all’Università degli Studi di Salerno si svolgerà la terza edizione di UNIBEAT, la prima rassegna di musica elettronica all’interno di un campus universitario. Una due giorni di esibizioni live, dj-set, workshop e seminari.

La manifestazione è organizzata dall’associazione SalernoInKult in collaborazione con la “Rete Universitaria Nazionale” di Salerno. Le precedenti edizioni di Maggio e Ottobre 2012 hanno fatto registrare all’incirca 12000 presenze. Numeri che testimoniano il crescente interesse del pubblico giovanile verso questa specifica offerta culturale.

L’edizione di quest’anno si svolgerà a piazza del rettorato, l’area antistante la biblioteca dell’ateneo salernitano. Ogni giornata sarà divisa in due sessioni

  • Sessione pomeridiana dedicata ai workshop con i dj, con i quali sarà possibile interagire sia dal punto di vista teorico che pratico
  • Sessione serale dedicata alle esibizioni musicali
.

.

Venerdì 10 maggio, ore 16.00 in aula da destinarsi, si terrà un seminario condotto dal docente Alfonso Amendola, cattedra in “Sociologia degli audiovisivi sperimentali“, con il patrocinio del Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università degli Studi di Salerno.

Il talk fa parte del progetto del docente OPEN CLASS e, nel caso di UNIBEAT, si parlerà dell’esperienza nell’ambito della musica elettronica. Ospite sarà l’artista libanese Rabih Beaini alias Morphosis, figura di spicco nella scena underground internazionale.

Il seminario rende valida agli studenti l’attribuzione di 1CFU (credito formativo).

PROGRAMMA

Giovedì 9 Maggio a partire delle 21.00

Floating Points
Eglo Records – UK

John Heckle live
Mathematics rec, Crème organization – UK

Rio Padice live
Early Sounds, Clone Royal Oak – IT

Fabio Grillo
Dislike – IT
Visual by Flussi.eu

Venerdì 10 Maggio a partire dale 21.00

Morphosis
Morphine, Delsin – RL

Ital feat. Aurora Halal live
Planet Mu, 100% Silk – USA

Roberto Bosco
Wave Music, Balance Alliance – IT

Emiliano Bozzetto
Groove – IT
Visual by Flussi.eu

Sponsor
Jagermaister, Red Bull Music Academy, Nastro Azzurro, Perrella, Autosele

Partner istituzionali
Università degli Studi di Salerno, Comune di Salerno

Media partner
Lettera 7, Where is the club¿, Mediateca Marte, Flussi.eu

Partner tecnici
D’2, Addor i pizza, Flair Studio

…………………………..  …  ……………………………..

BIO ARTISTI

✖ FLOATING POINTS ✖
Non diresti mai che dietro una vena artistica così favolosamente espressa e incanalata si nasconda una mente altrettanto appassionata e devota alla ricerca scientifica. Il neuroscienziato in questione si chiama Sam Shepherd ma forse vi rievocherà qualche emozione in più se lo chiamassimo Floating Points. Appassionato di jazz sin da bambino, la sua creatività si è sempre espressa senza limiti solcando i mari della Uk Garage e della Deep House, fondando etichette di successo (Eglo Records) e rilasciando dischi premiati dalla critica e amati dalla gente. Ogni volta che Floating Points si esibisce è come se ci regalasse un biglietto. La destinazione? Sconosciuta.

✖ JOHN HECKLE ✖
La carriera di John Heckle incomincia presto, forse anche prima. A quindici anni già si muove tra i club di Liverpool ma non passa molto per trovare il suo nome in calce alle locandine di Glasgow, Dublino e, infine, Londra. Ma le sue precoci capacità si palesano anche in studio fino a condurlo alla consacrazione sulla Mathematics Recordings di Jamal Moss, spianandosi così la via per il palcoscenico mondiale. Armato di sampler, drum machine e sintetizzatori, la sua tecnica alle macchine è inconfondibile così come la scelta di suoni acid e che strizzano l’occhio all’intera House di Chicago trascinando l’intera folla in un vortice non-stop che nessuno sarebbe capace di fermare. Preparatevi a sudare.

✖ RIO PADICE live ✖
Fresco di uscita sulla stessa Clone Royal Oak che ha ospitato negli anni artisti del calibro di Legowelt e Blawan, Rio Padice continua a ideare la sua personale strada tra Detroit e Chicago, tra house e techno. Il suo talento dietro le macchine analogiche è cristallino e testimoniato dai tanti lidi discografici che ha visitato nel corso degli anni. Ma l’abilità in studio si riflette in maniera altrettanto limpida nei suoi live in cui si scatena un vortice di battiti, frustate di clap, vocal e 4/4. Rio è pronto a creare surreali ambienti capaci di attanagliare paure e preoccupazioni degli anni zero.

✖ MORPHOSIS ✖
Chiamatelo Rabih Beani, Morphosis o Ra.h, il risultato non cambia. Barbuto libanese, veneto d’adozione, l’uomo che proviene dall’altra parte del Mediterraneo è un artista di culto nel mondo della musica elettronica. Un sound unico, impossibile da riferire a un solo genere, capace di spaziare e concretizzarsi in capolavori come “What Have We Learned” (2011), inserito nella top 5 dei migliori album del 2011 da Resident Advisor. Tradizione, innovazione, sperimentazione tra techno felpata, ambient sognante e ritmi ossessivi che si traducono in un live/dj set capace di innalzare sul tetto dell’universo i puri di cuore facendo sprofondare nell’estremo opposto chi cerca di ignorare la techno d’eccellenza.

✖ ITAL feat. Aurora Halal a/v live ✖
Se ci fosse una parola che possa definire Ital è: Energia. Dietro l’uomo noto come Daniel Martin-McCornick, si nascondono mille personalità e sfaccettature. Un’interminabile lista di influenze che confluiscono e si intrecciano in un live show a metà tra New-Wave e Pop per poi esplodere in qualcosa di non facilmente definibile ma che sicuramente non vi lascerà impassibili. A mandarvi ancora di più il cervello in pappa se ne occuperà Aurora Halal, già reduce da un progetto con Steve Summers, e i suoi epilettici visuals. Non temete se vi sembrerà un tipo strano e comincerà a saltare e a muoversi come un matto perché ne verrete travolti.

✖ ROBERTO BOSCO ✖
Uno dei giovani talenti più promettenti della penisola italiana è Roberto Bosco. Capace di districarsi tra tutti gli stili della musica elettronica, la sua carriera lo vede protagonista di release su etichette guidate da mostri sacri della scena internazionale come Francois Kevorkian, Chez Damier, Len Faki, Orlando Voorn e Kirk Degiorgio. Da qualche tempo ha deciso di cambiare aria trasferendosi a Berlino: quale migliore città per guardarci da lontano e riuscire a ritagliarsi sempre più spazio nelle line-up di tutto il mondo?

………………………  …  ………………………

L’Associazione SalernoInKult

È un’associazione culturale fondata nel Febbraio 2011. Da sempre lo scopo primario è quello di stimolare il confronto e l’aggregazione dei giovani del territorio.

EVENTI REALIZZATI

  • Aprile 2011: progetto MMS (movida modello Salerno) all’insegna di mostre fotografiche e live show musicali, conclusasi con una forte partecipazione giovanile di circa 2.100 presenze a fine evento.
  • Maggio 2011: presentazione Piazza delle Libertà Salerno, evento di divulgazione del progetto architettonico strutturato in Rendering 3D e realizzazione di performance musicali live.
  • Giugno 2011: “Party in boat 2011”, party esclusivo a bordo di un’imbarcazione, appositamente allestita con la presenza di due dj di caratura internazionale. Evento che si è svolto toccando vari approdi della Costiera Amalfitana. Sponsorizzato da Heineken.
  • Novembre 2011 – Gennaio 2012: Organizzazione per conto di Lumen project dell’intera rassegna musicale dI SalernoIceCamp. Dj di caratura internazionale come Dorfmeister, Homework, Ali love, Morphosis, Area Negrot, introdotti da dj resident del territorio. Partecipazione regionale di circa 18.000 presenze totali.
  • Aprile 2012: rassegna musicale Discovery, completamente incentrata sull’utilizzo del supporto vinilico per la riproduzione dei dj show.
  • Maggio 2012 e Ottobre2012: Unibeat prima rassegna di musica elettronica all’interno di un campus universitario, con artisti di richiamo internazionale.

Salerno, 3 maggio 2013

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente