Dopo disservizi e proteste attivato l’Ascensore alla Stazione di Salerno

Finalmente, dopo i disservizi e le proteste, e grazie alla giornalista Vitina Maioriello, è stato attivato l’Ascensore per le persone diversamente abili alla Stazione Centrale di Salerno.

L’ascensore permetterà a tante persone di potersi muovere senza difficoltà ed in piena autonomia. Si attende ora l’attivazione con punti Ticket, di biglietterie automatiche nelle varie stazioni della metropolitana.

Ascensore-stazione-Salerno

Ascensore-stazione-Salerno

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Risale a più di un mese fa la vicenda di una ragazza disabile in carrozzina, quando Vitina Maioriello giornalista corrispondente di Campagna, denunciava disagi avuti durante un viaggio in metropolitana con partenza dalla Stazione Arechi con arrivo alla Stazione Centrale di Salerno. La protagonista della vicenda segnalava che giunta alla Stazione Centrale di Salerno non potette scendere dai binari perché l’ascensore risultava essere a quell’ora, (17.00 circa), fuori servizio o meglio disattivato.

Dopo aver aspettato per un bel po’ di tempo l’ascensore riprese improvvisamente a funzionare ma una volta saliti si bloccò, le porte si chiusero senza che si potesse scendere al piano sottostante. Solo in seguito all’intervento dei tecnici della manutenzione e delle forze dell’ordine si è ripristinato il tutto.

Vitina Maioriello

Vitina Maioriello

Si è venuti a sapere in seguito che l’ascensore poteva essere utilizzato solo ed esclusivamente dai portatori di handicap, previa prenotazione e solo fino alle ore 17.00, motivo per cui l’apparecchio risultava disattivato il giorno che si è verificato l’increscioso episodio. Dopo questo episodio la Maioriello si è attivata a mezzo stampa per divulgare la notizia di quanto accaduto ed ha contattato tutte le autorità competenti affinchè ciascuno, in base alle proprie responsabilità, desse delle risposte esaurienti al verificarsi di qull’increscioso episodio del quale insieme a tanti altri ne è stata vittima.

Basti pensare anche alle persone anziane o mamme con carrozzine o semplicemente persone con bagaglio a mano che non riescono a scendere le scale. Gli stessi responsabili delle Ferrovie dello Stato hanno risposto che “l’impianto elevatore è catalogato come ascensore in servizio privato aperto al pubblico e destinato all’uso esclusivo da parte delle persone a ridotta mobilità”. Gli stessi hanno comunicato, inoltre, che tenuto conto dell’attivazione della nuova metropolitana la Rete Ferroviaria Italiana avrebbe operato una trasformazione dell’impianto elevatore in “ascensore di servizio pubblico” per l’uso del quale non sarebbe stato più necessario rivolgersi alla Sala Blu.

Pare che al momento si sia provveduto ad eliminare tutti gli inconvenienti lamentati. Davanti alla porta dell’ascensore della Stazione Centrale di Salerno è possibile vedere da qualche giorno un cartello con su scritto l’orario di servizio dell’ascensore ossia tutti i giorni dalla ore 5.30 alle ore 23.15, sabato e domenica dalle ore 5.30 alle ore 1.15. Committente della Costruzione è il Comune di Salerno, Esercente del Servizio Pubblico la RFI S.p.A di Roma.

Un risultato davvero eccezionale quello raggiunto perché permetterà a tante persone di potersi muovere senza difficoltà ed in piena autonomia. Si attende ora l’attivazione della biglietteria automatica nelle varie stazioni della metropolitana poiché al momento non esiste una punto ticket sul posto ma tale servizio viene erogato da operatori della Salerno Mobilità.

Salerno, 12 dicembre 2013

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente