Nasce anche a Salerno “MoIS” il Partito dei Separati. Oggi presentazione a Roma

Oggi 4 Aprile 2014, Hotel Nazionale in  Piazza Montecitorio 131 ( Sala Cristallo) Roma, presentazione del partito MoIS il (Movimento Italiano Separati).

A Roma ci sarà anche Salerno con Fabio De Santis che rappresenterà come coordinatore della regione Campania, il neonato Partito: “E’ il momento della partecipazione responsabile ed attiva di coloro che credono nella famiglia, luogo esistenziale primario e cellula fondante della società”.

Fabio De Santis

Fabio De Santis

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Oggi 4 Aprile 2014, presso la sala Cristallo dell‘Hotel Nazionale in Piazza Montecitorio 131, di Roma, si terrà a battesimo il MoIS, il (Movimento Italiano Separati). Con tanto di Simbolo e con una organizzazione che incomincia ad estendersi su tutto il territorio nazionale il il MOIS, il Partito dei separati vuole partecipare direttamente alla vita politica, e portare avanti le politiche familiari, oggettivamente per nulla affrontate dai vari governi che si sono succeduti da 30 anni a questa parte.

La prova è che movimenti e gruppi che a vario titolo si sentono esclusi o discriminati partecipano direttamente alla vita politica, il primo fra tutti sicuramente è che i Partiti, nella loro attuale formazione e strutturazione, pur essendo “fluidi“, nel senso che non sono più vincolati alle rigide politiche programmatiche, sostituite dalle esigenze del momento, non riescono più ad intercettare le istanze dei cittadini e non riescono nemmeno a dare risposta a quei cittadini che si riuniscono in movimenti locali o nazionali, come nel caso dei Separati, generando negli stessi un senso di abbandono, tanto forte fino ad immaginare di voler risolvere quelle che sono le loro istanze da soli.

Nel caso dei Genitori separati, è quanto mai evidente sottolineare come essi stessi ritengono, che la famiglia, come istituzione, vada preservata e naturalmente affiancata da una serie di azioni che vanno dagli aiuti psicologici e sociali agli aiuti economici e di supporto, ritenendo che la stessa sia esposta e quindi fragile agli “attacchi” di ogni genere. Di quì basterebbe pensare solo al disagio e all’impossibilità di alcune coppie che decidono di vivere da separati in casa, perché non possono permettersi i costi di una separazione, perché si comprenda come sia necessaria una legge urgente che sia di supporto alle coppie di separati. E da quì altre problematiche che lasciamo illustrare agli stessi organizzatori del MoIS.

Il MoIS non poteva non essere rappresentato anche al Sud ed inispecialmodo nella provincia di Salerno. Infatti ad esserne il Coordinatore della Regione Campania è il salernitano Fabio De Santis nato a Salerno il 23 novembre del 1978, impiegato in una impresa privata, residente a Bellizzi  e papà separato da 12 anni che vive una realtà comune ormai ad una grandissima fetta di italiani a seguito di una separazione, il quale da referente per la Campania e dopo essersi incontrato con il leader pugliese Francesco Cellie ha deciso di aiutare il movimento con il suo impegno diretto in tutta la regione.

.

“E’ con innegabile emozione – dichiara Fabio De Santis – che ho il piacere di annunciarvi che il 4 Aprile, a Roma, presso l’Hotel Nazionale in  Piazza Montecitorio 131 ( Sala Cristallo) rappresentero’, in qualita’ di coordinatore delle regioni Sud italia, il neonato partito MoIS (MOVIMENTO ITALIANO SEPARATI).

La mia/nostra decisione e consapevolezza e’ stata dettata dalle forzosecircostanze che hanno visto me e centinaia di migliaia di donne e uomini separati straziati e calpestati da cio’ che ho piu’ volte ribadito essere – concettualmente – il “SISTEMA ERODE”.

E’ arrivata quindi l’occasione per un adunata generale di tutti coloro che confidano in una Giustizia attenta a non tenere in ostaggio intere generazioni di innocenti. E’ giunto il momento della partecipazione responsabile ed attiva di tutti coloro che credono ancora che la famiglia – in quanto luogo esistenziale primario e cellula fondante della societa’ – debba essere ancora il fine ultimo di ogni Ragione Politica e di Stato.

Da decenni, infatti, – prosegue De Santis – le associazioni sparse sul territorio denunciano una gestione sommaria delle tematiche che ruotano intorno alle separazioni/ai divorzi in quanto i soggetti deputati a gestire determinate problematiche familiari troppo spesso si rivelano drammaticamente incompetenti, eccesivamente superficiali o peggio ancora, Pericolasamente Intrisi di anacronistici pregiudizi.

Di conseguenza, la manifesta inettitudine nel disinnescare, in tempo utile, insidiose dinamiche conflittuali finisce, contrariamente ad ogni logica, per esporre la famiglie in crisi al rischio di un tragico epilogo. E di queste tragedie la cronaca, ormai, fornisce un bollettino impietoso. Eppure basterebbe adottare alcuni semplici accorgimenti tra i quali, primariamente, quello di applicare – e non interpretare (in modo, talvolta, sessista) – le leggi vigenti.

Stavolta pero’ – aggiunge De Santis – il popolo dei genitori separati (madri e padri, assieme ai loro figli) e di coloro che intorno ai separati, vivono (nonni, sorelle, fratelli, nuovi compagni, amici, conoscenti e tutti coloro che vorranno sostenere il movimento) non ci sta: non siamo piu’ disponibili a delegare la nostra sorte a terzi. Ci siamo uniti e, da oggi con un’unica voce: da Bolzano a Pantelleria, nel nome dei figli e delle nostre tante e diverse famiglie. Tutte meritevoli di rispetto.

Nel conseguire i nostri obbiettivi – Conclude Fabio De Santis – ci avverremo di esperti consulenti giuristi( tra i quali, in primis,l’Avv. Lorenzo Iacobbi, familiarista noto a livello nazionale) che si faranno carico delle nostre istanze provvedendo alla stesura di apposite proposte di legge da presentare in parlamento affinche’ simpossa concretizzare l’auspico di una Giustizia finalmente non discriminante. Una Giustizia che difenda la Dignita’ nostra e, sopratutto, dei nostri figli.

Io e gli altri attivisti cogliamo l’occasione per abbracciare virtualmente tutti coloro che ci hanno sostenuto da sempre, ai quali va la Nostra imperitura riconoscenza ed amicizia.

De Santis ci comunica che i referenti per il Sud del MoIS sono: Francesco Cellie da Tuturano (coordinatore AREA SUD ITALIA MoIS, Movimento Contro Erode, delegato regione Puglia FeNBI CSA); e Referente per la Campania Fabio De Santis 3923284850.

Salerno, 4 aprile 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente