Battipaglia: Oggi nonno Angelo Di Martino compie 100 anni

Oggi nonno Angelo Di Martino, circondato dal’affetto dei suoi cari festeggia il suo compleanno e spegne 100 candeline.

Nato a Giffoni Valle Piana il 14 ottobre del 1914, Nonno Angelo, anni ’50, si trasferì con l’intera famiglia a Battipaglia, in località Tempa delle Craste, da allora lavoro e vita sana non ha mai abbandonato il suo potede e la sua terra.

Angelo Di Martino

Angelo Di Martino

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Nonno Angelo Di Martino oggi ha compiuto i 100 anni. Nonno Angelo è nato a Giffoni Valle Piana il 14 ottobre del 1914 da Francesco Di MartinoGrazia Faino, pastore e boscaiolo a Giffoni Valle Piana, nello stesso giorno del suo matrimonio ricevette la lettera di reclutamento nell’esercito italiano e partì per Ventimiglia dove svolse mansioni di attendente al maggiore della Caserma.

Finita la guerra, e pochi anni dopo la morte del suo piccolo Benedetto avvenuta alla fine degli anni ’50, si trasferì con l’intera famiglia a Battipaglia, in località Tempa delle Craste, acquistando l’attuale podere che non ha mai voluto più lasciare nonostante le insistenze dei suoi figli per la sua ragguardevole età.

Proprio questo podere, una volta fiorente fattoria, è testimone di una vita vissuta all’insegna del duro lavoro e di un cibo semplice, accompagnato quotidianamente dal buon vino, condivisi con sua moglie ed i suoi 5 figli, offrendo lo spaccato dell’uomo dedito al lavoro, alla famiglia e attaccato visceralmente alla “terra”, stabilendo attraverso il contatto quel rapporto privilegiato che lo ha tenuto in vita lavorando quotidianamente, sotto il sole, la pioggia, e in ogni stagione.

Gli anni ’60 non lo videro solo instancabile e appassionato agricoltore ma anche amante delle feste che talvolta erano veri e propri appuntamenti stagionali, come ad esempio la “Festa della trebbiatura” ma il più delle volte erano improvvisate notturne  in cui  la fisarmonica faceva da padrona. Tuttavia ciò per cui i figli, i nipoti e gli amici oggi lo ricordano maggiormente è l’amore per la famiglia e per le relazioni parentali e sociali che esprimeva attraverso piccole escursioni quotidiane a bordo del suo “tre ruote” (ApeCar).

Sopravvissuto a ben tre incidenti, nel primo dei quali  ebbe l’assistenza medica ospedaliera del Dott. Adolfo Rocco, oggi i suoi cari lo ricordano come un uomo che ha affrontato la vita e le sue molteplici difficoltà innanzitutto con il sorriso ad ogni costo e poi con il coraggio e la determinazione tipica dell’Italia del secolo scorso che lavorava con la certezza del futuro; oggi è festa grande non solo per ricordare il suo 100° anno di vita, ma soprattutto per porre in evidenza agli occhi  dell’intera comunità battipagliese, uno stile di vita semplice e vincente, purtroppo andato dimenticato ma necessariamente da rivalutare, all’insegna dell’impegno costante nel lavoro per la famiglia e nelle relazioni sociali e comunitarie.

Auguri nonno Angelo.

Battipaglia, 14 ottobre 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente