Montecorvino Rovella: Bollette Acqua Prescritte. L’Ausino “vessa” i cittadini

L’azienda Ausino S.P.A. che gestisce i servizi idrici, ha inviato a 300 famiglie bollette dell’acqua prescritte.

La denuncia è di Gianfranco Giannattasio e Rodolfo Gnocchi di Fratelli d’Italia, che attraverso un Manifesto lanciano l’allarme, avvisano i cittadini e invitano la Società Ausino a non accanirsi inutilmente sui montecorvinesi.

Gianfranco Giannattasio-Rodolfo Gnocchi

Gianfranco Giannattasio-Rodolfo Gnocchi

da (POLITICAdeMENTE) il Blog di Massimo Del Mese

MONTECORVINO ROVELLA (SA) – «Bollette Acqua Prescritte: Perchè inveire contro i cittadini?» – Questo è il titolo del manifesto che Rodolfo Gnocchi e Gianfranco Giannattasio del Circolo cittadino di Fratelli d’Italia, hanno fatto affiggere sulle mura cittadine di Montecorvino Rovella.

«Invitiamo pubblicamente la Società Ausino che si occupa di forniture idriche a lasciare in pace i cittadini di Montecorvino Rovella – si legge nel manifesto – Abbiamo ricevuto diverse lamentele – dicono Gnocchi e Giannattasio – riguardo ad alcune richieste di pagamento, anche esorbitanti, per delle bollettazioni relative ai periodi tra il 2004 e il 2009. Ricordiamo – scrivono Gnocchi e Giannattasio – che il debito è a termine di legge prescritto (art. 2948 n. 4 del Codice Civile), quindi i cittadini non devono pagare nulla. Di conseguenza il maldestro tentativo di carpire la buona fede dei montecorvinesi, posto in essere dalla Società Ausino con le loro “strane” lettere si vanifica.

MANIFESTO-BOLLETTE-ACQUA

MANIFESTO-BOLLETTE-ACQUA

Considerando il periodo di notevole crisi economica in cui versa la nostra Nazione, – aggiungono – con particolare riferimento al Sud Italia, non possiamo permettere l’ennesimo aggravio delle famiglie locali.

Ricordiamo all’Azienda che le nostre attività commerciali sono al collasso, invase da tasse continue, le famiglie non arrivano a fine mese ed anche i grandi imprenditori sono in difficoltà. L’ennesima richiesta di soldi non dovuti, non è di certo stata gradita dalla popolazione.

Sarebbe opportuno – per Gnocchi e Giannattasio – inviare una lettera di scuse ai cittadini e chiudere quì questa spiacevole vicenda. Registriamo anche, purtroppo,  che come al solito, i nostri amministratori dormono e al posto di tutelare i propri cittadini li demandano a sterili risposte, inquanto impegnati in beghe di palazzo dedite a salvare la poltrona.

Fratelli d’Italia – concludono i rappresentanti cittadini di Fratelli d’Italia è pronta a sostenere ogni singolo cittadino nel far valere le proprie ragioni, eventualmente anche in sede legale, per eccepire la prescrizione. Invitiamo, quindi, chiunque avesse delle difficoltà nel gestire la propria posizione a contattarci sollecitando di nuovo la Società Ausino a non perseguitare inutilmente i montecorvinesi.

Montecorvino Rovella, 29 febbraio 2016

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente