Amministrative a Scafati: È bagarre. Le riflessioni di Matrone

Prosegue a Scafati la campagna elettorale in un clima “agghiacciante” del tutti contro tutti, e Matrone non ci sta.

L’ex Consigliere Matrone (FdI) lancia un appello alle forze politiche per contrastare le bagarre politiche che stanno caratterizzando la Campagna elettorale: “Se la classe politica di questa città vuole davvero bene a Scafati affianchi il Pool del prefetto Gerardina Basilicata”.

angelomatrone-scafati

angelomatrone-scafati

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SCAFATI – Situazione politica a Scafati, la riflessione dell’ex consigliere comunale Angelo Matrone: “Sono impossibilitato a rappresentare la città per colpe che non sono mie. Vengono attaccati i vigili urbani, i dipendenti comunali, la Commissione ministeriale e, indirettamente, anche la magistratura. E’ agghiacciante quello che sta succedendo. Se la classe politica di questa città vuole davvero bene a Scafati affianchi il Pool del prefetto Gerardina Basilicata”.

Le festività pasquali hanno portato Angelo Matrone, ex consigliere comunale in quota Fratelli d’Italia, a fare una breve considerazione sulla situazione politica a Scafati dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche. “Tutto quello che sta accadendo in questi giorni è agghiacciante e avvilente per chi, come me, fa politica per passione – ha detto. – Vengono attaccati i dipendenti comunali, vengono contestati i commissari inviati dal Ministero dell’Interno e, in modo indiretto, ce la si prende anche con la magistratura. Io penso che si stia davvero superando il limite. Tutto questo ha davvero dell’incredibile. Non parliamo poi delle dichiarazioni sulla nuova segretaria comunale”.

L’ultimo attacco ai vigili urbani, secondo Matrone, è il malessere di una classe politica che non accetterebbe le decisioni dello Stato. “Dopo lo scioglimento comunale ho pensato davvero tanto alla parte di città che ha deciso di sostenermi per ben tre volte in questi anni, – ha spiegato l’esponente politico. – Mi sento impossibilitato, per colpe che non sono mie, a rappresentarli dopo questa brutta pagina che sta vivendo la comunità di Scafati. E’ sconfortante che la DIA di Salerno faccia ancora ingresso nella nostra città, ma probabilmente c’è ancora altro da verificare. Non mi spiego tutto questo, altrimenti avremmo continuato ad amministrare”.

Infine, l’appello agli ex amministratori: “Invece di attaccare pensino al bene della città. Se davvero credono che si possa ripartire lo facciano in modo concreto, affiancando la Commissione guidata dal prefetto Gerardina Basilicata”.
Scafati, 19 aprile 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2017 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente