Eboli: Prima opera d’arte urbana promossa da Art House

Terminati a Eboli i lavoro di realizzazione della prima opera d’arte urbana promossa da Art House.

Il writer Luigi Bevilacqua alias Strano Scherzo ha realizzato il murale dello Spes Unica Park. Cariello: “Un gesto artistico dal grande valore simbolico e vogliamo continuare, individuando altri interventi creativi capaci di diffondere in Città i valori della legalità e della bellezza”.

murale_foto_di_valentina_di_pasquale

murale_foto_di_valentina_di_pasquale

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI –  Eboli ha la sua prima opera d’arte urbana. Sono terminati i lavori di realizzazione del murale che ha ridonato bellezza a grigie pareti di un bene confiscato alla criminalità organizzata in località Corno d’Oro, struttura dove nascerà un parco giochi per minori tribunalizzati.

L’iniziativa è stata promossa da Art House in collaborazione con il Comune di Eboli e la Cooperativa Spes Unica che gestisce il bene confiscato. Lo Spes Unica Park sorgerà a pochi metri dalla sede di Art House, laboratorio creativo di idee che nascono lontano dall’illegalità. A realizzare l’opera è proprio uno degli artisti del progetto, il writer Luigi Bevilacqua, in arte “Strano Scherzo“, originario di Nocera Inferiore, che ha iniziato a lavorarci dallo scorso 16 novembre.

Luigi Bevilacqua-Massimo Cariello-foto Valentina Di Pasquale

Luigi Bevilacqua-Massimo Cariello-foto Valentina Di Pasquale

Nel disegno si vedono contrapposti il bene e il male, la verità e la bugia: “Il significato dell’opera è racchiuso nello sfondo – dichiara l’autore -. Da una parte abbiamo la maschera di Pinocchio che rappresenta la bugia, dall’altra la maschera della verità che ho voluto associare ad Anonymous. La prima è associata al castello di sabbia, la seconda a un castello in pietra: “La sabbia si sgretola e come la bugia tutto ciò che è costruito su di essa – sottolinea Strano Scherzo -.  Il castello in pietra, la verità, ha fondamenta più solide”.

Si vede poi il pedone di una scacchiera che rappresenta: “Il conflitto, l’eterna partita in atto tra le forze del bene e quelle del male, tra la bugia e la verità, tra la fragilità e la solidità della vita. È più semplice resistere ai momenti bui se si basa la propria vita sulla verità, sulla solidità. I bambini, infine, rappresentano la speranza, le generazioni future che devono costruire il proprio avvenire avendo presente questo principio.

Ringrazio Luigidichiara Carmine Busillo, consigliere delegato ai beni confiscati – per la disponibilità e per tutto il tempo che ha dedicato alla città di Eboli. Per giorni si è recato a Corno d’Oro e con passione ed entusiasmo, ha regalato allo Spes Unica Park e ai piccoli che ospiterà la sua opera di bellezza. Sono sicuro che questo è solo il primo di una lunga serie di interventi artistici simili che realizzeremo in sinergia con Art House”.

Questa mattina l’artista è stato accolto dal Sindaco Massimo Cariello dal quale ha ricevuto i complimenti per l’opera realizzata: “Luigi ha portato colore sulla parete di un bene confiscato alla criminalità organizzata dando alla sua arte un importante valore etico, il suo è un gesto artistico dal grande valore simbolico e su questa strada vogliamo continuare, individuando altri interventi creativi capaci di diffondere in Città i valori della legalità e della bellezza”. 

Eboli, 14 dicembre 2016

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. passiamo nel centro antico a realizzare opere che attrarrebbero visitatori

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente