MOA Eboli, Convegno “Parto Anonimo, profili giuridici ed aspetti sociali”

Sabato 22 aprile, ore 17.00, MOA, Convegno: “Parto Anonimo, profili giuridici ed aspetti sociali”; sul Diritto di Conoscere le Origini Biologiche

L’incontro organizzato da CittadinanzAttiva di Eboli, il Comitato Nazionale per il diritto alla Conoscenza delle Origini Biologiche, Patrocinato dall’Ordine degli Avvocati di Salerno, dell’Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia vuole affermare il diritto del figlio di conoscere le proprie origini.

Parto anonimo-convegno eboli-MOA

Parto anonimo-convegno eboli-MOA

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

Eboli – Il Diritto alla Conoscenza delle Origini Biologiche degli adottati e la garanzia del Parto anonimo delle madri sono un vulnus del nostro Ordinamento Giuridico, che vergognosamente si protrae ancora oggi: ma la recente sentenza della Cassazione Civile, SS.UU., (25/01/2017 n° 1946) stravolge questo orientamento consolidato, infatti essa palesemente afferma senza tema di smentite che nell’attesa della legge ad hoc, il diritto del figlio di conoscere le proprie origini vada comunque garantito.

Ed è su questa  falsariga di alto valore giuridico e morale che sabato 22 aprile ore 17.00 in Eboli presso il M.O.A. (Museum of Operation Avalanche) la sezione di Eboli dell’Associazione CittadinanzAttiva, sotto l’egida patrocinante del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno e dell’Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia, organizza un Convegno sabato prossimo alle ore 17.00 al MOA di Eboli al complesso monumentale di Sant’Antonio nel cuore antico di Eboli dal tema: “Parto Anonimo, profili giuridici ed aspetti sociali.”

L’incontro analizzerà alcuni quesiti giuridici irrisolti, ma che rivestono questioni etiche lancinanti per una categoria di cittadini ancora oggi discriminati sotto alcuni profili quali: I figli adottivi non riconosciuti alla nascita hanno il diritto di conoscere la propria madre biologica? Ed inoltre hanno il diritto di ricomporre la propria identità familiare  e sanitaria? Questi dunque i temi cardine del Convegno, con riflessioni normative e testimonianze dirette.

La “Punizione dei cento anni”: così viene icasticamente definita la legge che priva i figli adottivi non riconosciuti alla nascita a conoscere le proprie origini biologiche, diritto umano fondate, garantito parossisticamente solo al compimento dei 100 anni. Un diritto quindi che rimane palesemente negato! In Parlamento è ferma una proposta di modifica all’art. 28 della legge n.184/1983 che consentirebbe a 400mila figli adottivi di ricomporre la propria identità, allineando la legislazione italiana a quella europea.

La Corte Europea ha condannato l’Italia per violazione della Convenzione Europea dei diritti dell’uomo e la stessa Corte Costituzionale già nel 2013  aveva dichiarato l’incostituzionalità dell’art. 28 della 184 che garantisce ancora l’anonimato materno. Il vuoto normativo è al momento colmato dalla giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione che è intervenuta a Sezione Unite scardinando l’irreversibilità dell’anonimato nel bilanciamento dei diritti sia della madre naturale che del figlio, nella salvaguardia del parto anonimo.

Per tale motivo, CittadinanzAttiva sezione di Eboli insieme al Comitato Nazionale Diritto Origini Biologiche vogliono mantenere viva l’ attenzione dell’Opinione Pubblica e della Stampa su questo tema che è innanzitutto una questione etica ed un atto di civiltà!

Programma del Convegno MOA di Eboli ore 17 sabato 22 aprile:

 

Saluti:

Luigi Nobile – M.O.A. ( Museum of Operation Avalanche)
Dott. Antonio Gaudioso – Segretario Generale CittadinanzAttiva Onlus

Introduce e Modera
Avv. Paola De Vita – Coordinatrice CittadinanzAttiva Eboli

Interverranno
Dott.ssa Anna Arecchia – Presidente Comitato Diritto Origini Biologiche
Testimonianza di vita e aspetti sociali.

Dott. Bruno de Filippis – Presidente Sez. Civile Corte di Appello Salerno
I recenti sviluppi giurisprudenziali. Le Sentenze della Corte di Cassazione
On. le Luisa Bossa – prima firmataria modifica art 28 legge 183/1984
Il Diritto alle Origini nella prospettiva Legislativa

Dott. Pasquale Andria – Presidente Tribunale dei Minori di Salerno
Modalità di Interpello e prassi. L’esperienza del Tribunale dei Minori di Salerno

Dott.ssa  Emilia Rosati – Comitato Diritto origini Biologiche

Conclusioni
Avv. Laura Liberto – Coordinatrice nazionale Giustizia per i Diritti CittadinanzAttiva
Consenso informato. Conclusioni

Reading a cura di EducARTEatrando 

Eboli,  18 aprile 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente