Melchionda interviene sul Tribunale e il trasferimento di un Magistrato

Melchionda: Occorre integrare con urgenza l’organico per evitare la paralisi.

Il trasferimento del Mgistrato è la prova di un continuo depotenziamento del Tribunale di Eboli.

Tribunale di Eboli

EBOLI – Il Tribunale di Eboli vive una continua precarietà, dal punto di vista dell’organico, è evidente che la cattiva gestione e organizzazione da parte degli organi preposti, non rende alla giustizia e al corso della giustizia un buon servigio. Il trasferimento di un magistrato ne è la prova. Anzichè potenziare l’organico, sia per quanto riguarda i Magistrati che il personale in generale, per favorire il carico di lavoro, si assiste al contrario: al depotenziamento. A tale proposito interviene anche il Sindaco di Eboli Martino Melchionda, nella doppia veste di Sindaco e di Avvocato.

«Il trasferimento di un magistrato dal Tribunale di Eboli determina un grave disagio per l’intero territorio sul quale si deve amministrare la giustizia. Occorre che gli organi preposti intervengano urgentemente per reintegrare l’organico, in modo che l’aumento del carico di lavoro ai magistrati rimasti al loro posto non finisca per paralizzare l’intera macchina del Tribunale».

Melchionda

Il Sindaco di Eboli, Martino Melchionda, chiede interventi urgenti all’indomani della notizia del trasferimento di un magistrato, proprio alla vigilia di importanti iniziative tese al miglioramento delle strutture giudiziarie sul territorio.

«Il carico di lavoro presso il Tribunale di Eboli non può essere sopportato da un gruppo di magistrati ridotto nell’organico – spiega Melchionda -. Insieme con gli avvocati dell’associazione forense Valle del Sele, l’Amministrazione comunale ha già assunto diverse iniziative per dare dignità e carico di lavoro possibile al Tribunale ebolitano. Inoltre, occorre attirare sempre più l’attenzione sul nostro tribunale, anche perché, attraverso i  contatti con un istituto di credito, andremo verso un leasing immobiliare per la realizzazione di un nuovo palazzo di Giustizia da allocare nel Rione Pescara».

EBOLI, 18 MARZO 2020

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. il messaggio sostanziale è: non pagate nessuno; non onorate i contratti; invadete i terreni; nel tribunale di eboli chi ha ragione non troverà mai giustizia……………

  2. IL CARICO DI LAVORO DEL TRIBUNALE DI EBOLE,IL 1à GRADO + LA GIUSTIZIA AMMINISTRATA DA I GIUDICI ONORARI, E’ SUPERIORE A QUELLO DI SALERNO, MA LO STATO CENTRALE FA ORECCHIO DA MERCANTE! OGGETTIVAMENTE TUTTI I POLITICI EBURINI DI OGNI COLORE, NELL’ULTIMO DECENNIO SI SONO ATTIVATI PER IL POTENZIAMENTO E L’INDIPENDENZA DELLO STESSO CHE AD OGGI CON, facta concludentia, VENGONO SMENTITI. TALE STORICA BATTAGLIA “FORENSE”, DOVRÀ’ ESSERE UN CAPOSALDO DELLA FUTURA GIUNTA! i prossimi anni saranno cruciali, buon lavoro…

  3. tribunale di Eboli sezione distaccata di salerno

  4. La nostra è diventata una città su carta!
    Per città si intende un sistema civico organizzato fine a guidare e salvaguardare la vita economica sociale e culturale del cittadino.
    Ad Eboli il sistema civico è fine al miglioramento della situazione economica degli amministratori e di qualche fornitore di servizi.
    Eboli negli ultimi 15 anni ha avuto una involuzione senza precedenti , una involuzione economica, culturale , sociale e demografica. Sono state messe in campo quasi tutte le azioni possibili per arrivare a questa involuzione ( forse Rosania può ancora fare di più) .
    Siamo diventati:
    Il comune della spazzatura.
    Il comune del razzismo.
    Il comune della disorganizzazione
    Il comune della microcriminalità
    Il comune delle strade ultimate e tenute chiuse
    Il comune dei quartieri senza fogne
    Il comune del centro storico fantasma
    Il comune della fermata FS ( non della stazione )
    Il comune dell’unico albergo
    Il comune senza piscina
    Il comune senza piazza
    Il comune con il viale da percorrere a slalom
    Il comune senza canile
    Il comune senza parcheggi
    Il comune dei negozzi romantici ( tutti a luce soffusa)
    Il comune che sfratta i Boy scouts
    Il comune con gli assessori volanti
    Il comune dei sedicenti prigionieri politici
    Il comune con il PIP appizzottato
    Il comune senza spiagge
    Il comune dove per abbattere ( ex Pezzullo) ci voglio + di 15 anni
    Il comune …. quello vicino Battipaglia

    Che vergogna
    Ci avete rovinato
    Ci state rovinando
    E vorreste continuare a rovinarci
    SIAMO L’UNICO COMUNE FUORI DAL COMUNE.

    P.S. Aiutatemi a completare la lista

  5. il paese degli anonimi………….

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente