Amalfi: La Lotteria del Maiale ….ed è protesta

Oggi a Pogerola di Amalfi si terrà la lotteria con 1°Premio un maiale di 100 kg e…. scatta la protesta di ambientalisti e vegani.

L’insolita lotteria: “Tutti insieme per la solidarietà”; è stata organizzata dell’Unità Pastorale Leone di Pogerola di Amalfi. Appello da “Veg in Campania” al Sindaco di Amalfi Milano e a monsignor Orazio Soricelli, Arcivescovo della Diocesi di Amalfi – Cava de’ Tirreni. E se a capo della catena alimentare ci fosse il maiale o il Leone? Che succederebbe.

Uomo e catena alimentare

Uomo e catena alimentare

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

AMALFI – Si terrà domani, lunedì 13 agosto, una lotteria organizzata dall’Unità Pastorale di Lone – Pastena – Pogerola di Amalfi che, tra biciclette ed oggetti di arredo, vede nei premi anche un “maiale da 100 chilogrammi”, omettendo tra l’altro di precisare se l’animale verrà consegnato vivo o morto, …..e scattano subito le proteste di ambientalisti e vegani.

«Colpisce e purtroppo non delude che a mettere in campo tali iniziative sia la Chiesa cattolica – si legge in una nota di Veg Campania – che invece dovrebbe, attraverso i suoi rappresentanti, professare valori come il rispetto per tutte le creature del Creato e l’amore verso il prossimo. E stupisce ancora di più che si tratti di una pesca dal titolo “Tutti insieme per la solidarietà“.

Pesca di beneficenza Amalfi

Pesca di beneficenza Amalfi

L’empatia dovrebbe essere sempre un imprescindibile valore da trasmettere, – prosegue la nota – mentre in nome della beneficenza assistiamo ad una manifestazione non rispettosa del diritto alla vita ed alla libertà di ogni essere senziente, che di fatto legittima, soprattutto alle giovani generazioni, lo sfruttamento dei soggetti più indifesi della società.

Pertanto – si aggiunge nella nota di Veg Campania – si chiede a monsignor Orazio Soricelli, Arcivescovo della Diocesi di Amalfi – Cava de’ Tirreni, di sostituire il primo premio con un oggetto inanimato. E, contestualmente, auspichiamo che l’amministrazione comunale di Amalfi prenda esempio da numerosi Comuni, tra cui quello della stessa città di Salerno, che vieta di utilizzare e offrire animali di qualsiasi specie, sia cuccioli che adulti, in premi o vincita di giochi.

L’appello al sindaco Daniele Milano, dunque, – si conclude nella nota – è di seguire l’unica direzione in sintonia con una società che si autodefinisce civile, ovvero di non concedere l’autorizzazione a questo genere di eventi, che nulla hanno a che spartire con la solidarietà e rappresentano invece l’ennesima manifestazione di sopraffazione dell’uomo sulle altre specie.

Pesca beneficenza Amalfi-Maiale

Pesca beneficenza Amalfi-Maiale

La Lotteria “Tutti insieme per la solidarietà” o “Lotteria del maiale” come è stata poi “ri”battezzata ha aperto una discussione che mescola insieme valori, “diritti”, principi, civiltà, ma anche ma anche tanta confusione e semmai leggerezza che ci porta tutti indietro a riflettere e riflettendo riflettendo ci viene in mente un forte interrogativo che fa saltare ogni giudizio o pregiudizio:  E se a capo della catena alimentare ci fosse il maiale o il Leone? Che succederebbe?; Staremmo freschi, non ci sarebbero proteste e nemmeno se ne discuterebbe, non avremmo nessuno scampo, perché il maiale è onnivoro e quindi anche carnivoro e il Leone è carnivoro, e non ci sarebbe nessuna associazione “umanista” a protestare, saremmo sbranati e divorati vivi, loro non cucinano gli alimenti.

Per questo è quanto mai opportuno ricordare l’azione dell’uomo nella catena alimentare fin dal momento in cui egli fa la sua comparsa sulla Terra e viene a trovarsi nelle condizioni simili a quelle degli animali e vive nello stesso ambiente. Si nutre di ciò che la natura gli offre: frutti, bacche, vegetali commestibili cattura selvaggina e la mangia cruda fino a quando non scopre il fuoco e per caso scopre che le carni sono più saporite e digeribili se cotte.

Catena_alimentare

Catena_alimentare

Man mano e passano millenni, e alla bisogna è vegetariano e carnivoro, si sposta  per procurarsi il cibo e si inserisce nelle catene alimentari, cambiando poco per volta, sempre in millenni, il rapporto con la natura e gli esseri viventi, diventa stanziante e impara a selezionare le cose, ad allevare quegli animali che si lasciano addomesticare, a coltivare i vegetali di cui si nutre e da allevatore gli animali di cui si ciba, individuando tra questi quelli da compagnia, da lavoro ecc. e così facendo ricostruisce nuovi rapporti nelle catene alimentare e in questo “nuovo” ordine egli ne è sempre a capo.

Insomma l’uomo nei millenni impara a selezionare, ad agire e ad organizzarsi per trarne i migliori vantaggi e finisce per usare tutti i sistemi per soddisfare i suoi bisogni, prevalendo tra tutti gli esseri viventi e in questo nuovo ordine interviene anche sull’ambiente, e cambia completamente il suo modo di vita e se prima viveva isolato poi impara a stare con gli altri e dalla dimora si passa alla casa, al villaggio alle Città.

Pesca beneficenza-Pogerola-Amalfi

Pesca beneficenza-Pogerola-Amalfi

E ora siamo qui e siamo qui ad assistere e partecipare alla “Lotteria del Maiale“, semmai alla insolita ed inopportuna partecipazione ad un evento che vuole essere solidaristico e per raggiungere il suo scopo anziché offrire oggetti inanimati mette in palio un Maiale, poteva essere anche un Agnello, un Cavallo, un Cane e via di seguito, facendo sollevare l’indignazione di talune frange di associazioni che nel mondo civile ritengono liberamente di voler portare avanti battaglie rispettabili e protezionistiche.

Essendo sempre rispettosi di tutti e lontani dai pressappochismi nella più realistica delle realtà si ritorna alla domanda delle domande: E se a capo della catena alimentare ci fosse il maiale o il Leone? Che succederebbe?

Amalfi, 13 agosto 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente