Insieme X Eboli sul Covid-19: “nuove” regole e centralità dello Stato

Lo Stato: Questo sconosciuto. Crollate le “impalcature”. Ristabilita la centralità dello Stato. 

Pansa (Insieme X Eboli) sul Coronavirus: Era epidemia, è diventata pandemia, la minaccia c’è e può essere dappertuttoOra dobbiamo imparare in fretta che cos’è lo Stato

Roberto Pansa

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – “Era epidemia, è diventata pandemia, la minaccia c’è e può essere dappertutto. – scrive in una nota il Presidente dell’associazione Insieme X Eboli Roberto Pansa che allunga il tiro e se la prende con le politiche adottate che hanno sistematicamente decentrato ogni cosa fino a farci allontanare dallo “Stato questo sconosciuto”La paura più grande non è quella di ammalarsi, ma di ammalarsi e non trovare il posto occorrente in terapia intensiva, cioè di non trovare lo Stato con i servizi essenziali che dovrebbero essere garantiti ai suoi cittadini.

Abbiamo capito che non possiamo fare a meno dello Stato, – prosegue Pansa che sottolinea i progressivi allontanamento della Centralità dello Stato – il percorso individuale che abbiamo seguito in questi ultimi decenni, dove tutto è possibile, dove ognuno fa da sé nel proprio orticello, dove il politico locale crede di essere monarca nel proprio regno, è andato a sbattere contro una delle regole fondamentali della vita sociale.

E’ arrivato il momento di comprendere che la politica deve essere conosciuta – aggiunge Pansa sottolineando la svolta – anche come senso di appartenenza ad un destino comune come quello di questi giorni, dove chi si improvvisa non ha spazio, chi parla di quello che non sa è risibile, chi si inventa competenza e capacità che non ha non è utile.

Ora dobbiamo imparare in fretta che cos’è lo Stato: un’istituzione di carattere sociale, politico e culturale che svolge una funzione sovrana, costituito non solo da un territorio e da una popolazione, ma soprattutto da un preciso ordinamento giuridico formato da Istituzioni e norme.

Appunto, Istituzioni e norme, le prime non possono prestarsi alle interpretazioni da commedia popolare di alcuni soggetti che le popolano dalle nostre parti, le seconde si applicano e basta, perché siamo Tutti parte dello Stato.

Appartenere ad una comunità politica significa avere l’obbligo di interpretarne tutti i momenti, il senso delle Istituzioni non è rimesso al libero arbitrio, l’osservanza delle norme non può essere facoltativa.

La politica ora ha bisogno del suo momento più alto, lo Stato ci dice che è presente nel momento in cui ha deciso che tutta l’Italia è zona rossa, contro l’arbitrio, l’incoerenza e l’incapacità di tanti individui che conosciamo con la loro irresponsabilità. – conclude i Presidente della Associazione Insieme X Eboli Roberto Pansa con un incitaento e un invito alla responsabilità – Eboli e i suoi Cittadini sanno di essere parte dello Stato, così supereranno questa incredibile prova di maturità.

Eboli, 12 marzo 2020

 

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Sono basito. Questo lo dicevano già i filosofi greci, e Pansa ci è arrivato oggi.

  2. Dove l’ hanno tenuto nascosto….chi non muore si risente…che bel pistolotto….ci mancava proprio la lezioncina di educazione civica…alla faccia dell’utilità tanto propagandata nella sua lezioncina …questo signore è utile perchè esperto di quale scienza?

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente