Filiera bufalina e Agroalimentare: 11mila posti a rischio

Coronavirus: Interventi mirati per filiera agroalimentare del latte di bufala, a rischio più di 11mila posti 

On. Conte (LeU): “La filiera agro-alimentare. Una eccellenza, uno straordinario volano di occupazione e sviluppo della nostra Campania di cui andare orgogliosi e che va tutelata”.

Federico Conte

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – “L’emergenza coronavirus sta determinando gravi problemi nella filiera della produzione di latte di bufala. Il fermo totale di tutte le attività di ristorazione, mense, alberghi e turistiche in genere, al quale va aggiunta la riduzione dell’80% delle esportazioni, ha avuto come effetto immediato un surplus enorme di prodotto. – dichiara Federico Conte, deputato salernitano di Liberi e Uguali – Occorrono in una fase così difficile, fin dal prossimo decreto liquidità, a cui eventualmente apporre correttivi parlamentari, interventi di sostegno, non lineari ma mirati e specifici, che difendano l’importanza di questa importante filiera, che solo nel 2018 è valsa un fatturato di 700 milioni di euro, con esportazioni che raggiungono il 35% dell’intero valore, generando un giro di affari di 1 miliardo e 200 milioni, con un indotto lavorativo di 11.200 addetti”.

Mozzarella

Con l’emergenza – continua il parlamentare – gli allevatori sono costretti a congelare presso terzi il latte in eccesso, affrontando costi aggiuntivi, destinati ad aumentare col protrarsi della crisi. La minor quantità di latte ritirato verrà pagato, fin quando dura la crisi, al prezzo invernale, inferiore a quello estivo di circa 0,30 € al litro. Una differenza destinata a coprire i maggiori costi che gli allevamenti devono affrontare da marzo ad agosto, e che saranno ora aggravati dai minori ricavi.

Gli allevamenti zootecnici non possono sospendere la propria attività, le bufale devono essere necessariamente munte tutti i giorni, e per preservare le qualità organolettiche del loro latte vanno nutrite bene e tenute costantemente sotto osservazione per evitare mastiti o altre patologie alla mammella. Sospendere gli allevamenti – conclude l’On. Federico Conte – vorrebbe dire cessare definitivamente l’attività stessa, con un danno incalcolabile a tutta la filiera agro-alimentare. Una eccellenza, uno straordinario volano di occupazione e sviluppo della nostra Campania di cui andare orgogliosi e che va tutelata”.

Salern, 7 aprile 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente