Emergenza Covid-19: Un messaggio poetico al Coronavirus di Mario Festa

Per affrontare l’emergenza e la crisi ai tempi del Covid-19 a Battipaglia, un Messaggio poetico: “Coronavirus”; di Mario Festa

Mario Festa

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Viviamo un tempo di crisi, di paura, di prova, di richiamo all’umiltà e alla preghiera. L’uomo ha sbagliato tutto, con il suo sogno di onnipotenza, allontanandosi da Dio, vivendo “sfrenatamente”, pensando di poter fare tutto, di riuscire a gestire qualsiasi situazione. Oggi,  scopre la sua fragilità. Un “minuscolo” nemico, invisibile, minaccia la sua esistenza, ma non ha adeguate “armi” per difendersi, sconfiggerlo. Con questo incipit e con tanta ma tanta speranza, che alimenta il cuore di chi in questi tempi si incammina in riflessioni profonde e si immagina un dopo epidemia diverso si spera che questo tempo di !isolamento” forzato sia utile, ci aiuti a riflettere, a cambiare stili di vita e a riscoprire i veri valori della vita: amore, amicizia, fratellanza e solidarietà.

Dobbiamo mettere Dio al primo posto, amare, vedere nell’altro il fratello, non un nemico da combattere, valorizzare la famiglia, rafforzare la vita sociale. Affidiamoci a Dio, confidiamo nella Sua misericordia, tutto andrà bene, ritornerà la normalità, conquisteremo la serenità.

Nessuno si senta solo, abbandonato. La Madonna è sempre con noi, nel cammino della speranza. – Sottolinea Mario Festa che aggiunge – Restiamo a casa.. Diamo il nostro contributo alla “salute” di tutti. Un contributo che ci affida un “Messaggio Poetico” dedicato al

Coronavirus

Viviamo un tempo difficile,

nel labirinto dell’agitazione,

della paura e della preoccupazione.

Un nemico invisibile,  un mostro

colpisce ovunque, ricchi e poveri,

senza pietà,

ci costringe a restare in casa, “isolati”.

Nella solitudine, lente scorrono le ore,

ci assale la noia.

Che fare?

Riflettiamo !

Siamo fragili.

La vita non è completamente nelle nostre mani.

Riscopriamo i veri valori esistenziali,

amiamo, amiamo sempre di più.

Lasciamoci guidare dalla Divina Sapienza.

Preghiamo, preghiamo

la Mamma Celeste,

perché ci doni  forza, coraggio,  conforto,

ci indichi la via della vittoria

e ci aiuti ritornare alla vita normale,

per potere incontrare

e  riabbracciare i fratelli.

Viviamo un tempo di attesa,

nella luce della speranza

di un tempo nuovo,  di rinascita.

Dopo la tempesta ritorna sempre  il sole!

«Il messaggio poetico che Festa ha voluto affidarco in questo tempo così difficile, – Scrive in un commento Iolanda Della Monicainvita alla riflessione, alla preghiera, ma soprattutto è un invito alla speranza.

Certamente questo periodo così buio – prosegue Della Monica nel suo commento – è anche un’occasione per ritrovare se stessi,  per riscoprire il proprio rapporto con Dio e per sentirlo ancora più vicino.

La preghiera – sottolinea la Della Monica – è l’arma che sconfigge tutte le paure, che ci fa sentire meno soli e che ci tiene uniti nonostante le distanze che siamo obbligati a tenere per il bene nostro e degli altri.

La poesia è un mezzo per lanciare un messaggio importante e voi lo avete fatto in modo originale. – Conclude Iolanda Della MonicaLa speranza è che possa arrivare a tante persone, soprattutto a chi ha più bisogno di essere incoraggiato alla speranza, alla preghiera e alla riflessione».

Battipaglia, 9 aprile 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente