Categorie protette al Ruggi: Subito le assunzioni

Categorie protette, basta ritardi: Si assumano le Categorie protette all’AOU Ruggi di Salerno. 

Nessuno protegge le categorie protette“, denuncia con fermezza il Segretario Generale della CISL FP di Salerno Pietro Antonacchio.

Antonacchio-Ruggi

Antonacchio-Ruggi

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – “Nessuno protegge le categorie protette – afferma Pietro Antonacchio Segretario Generale della CISL FP di Salerno – Infatti oltre ai gravi ritardi cui siamo stati costretti ad assistere nell’avvio del reclutamento per operatori socio sanitari appartenenti alle categorie protette nel rispetto degli adempimenti che si ricorda sono obbligatori per legge nelle percentualizzazioni stabilite per tali soggetti, allo stato si assiste alla penosa situazione che soggetti interessati, chiamati ed invitati a produrre atti per perfezionare la loro posizione, sono ancora in attesa di ultimazione  della procedura.

Con la nota che abbiamo inoltrato alla direzione strategica – prosegue Antonacchio – abbiamo evidenziato che vi è una responsabilità in solido di chi determina tali gravi ritardi, sempre se a qualcuno possa interessare. Il fatto è grave ed inaudito, anche se oramai all’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno sono avvezzi a non attenzionare le problematiche del personale, frutto di una attitudine burocratica criminale troppo attenta alle procedure attraverso autentiche interpretazioni personali, in contrasto con tutte le applicazioni che in tutte le altre aziende sanitarie campane fanno, e non agli obiettivi.

L’apparato burocratico dell’ente salernitano è incurante delle richieste di avvio di procedure a tutela dei propri dipendenti e, in questo caso, di soggetti che sono in attesa di avviarsi al lavoro, realizzando il sogno di ogni individuo, acquisire la dignità che solo il lavoro può dare. Eppure – conclude il Segretario Generale della CISL FP Salerno, Pietro Antonacchio – l’ultimazione procedurale viene posticipata da settimana a settimana, da mese a mese, da anno ad anno, se si pensa a quando è stata ultimata la selezione e a quando si è provveduto ad assumere gli aventi diritto. Al Ruggi nemmeno la rivoluzione causata da pipistrello cinese è riuscita a far cambiare corso alle cose. Eppure tra chi parla la stessa lingua orientale, la comunicazione avrebbe dovuto mostrare ampi margini di comprensione”.

Salerno, 12 maggio 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente