Pagani e contrasto al covid: È scontro sui 207 milioni

In arrivo a Pagani 207.834,26 euro di fondi per la “Maggiore spesa sociale”, a contrasto del Covid-19.

Lello De Prisco: “Nessuno a Pagani soffrirà la fame. Siamo pronti per sostenere tutte le famiglie in difficoltà”. Vincenzo Calce: «Auspico che il Sindaco possa legittimare e considerare, nella giusta misura, il lavoro di tante risorse umane che hanno lavorato e continuano a farlo nell’interesse di tutti i cittadini». 

Calce-De Prisco

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

PAGANI – In un momento così critico dovuto all’emergenza Covid-19 e alle paventate chiusure, una notizia confortante per la nostra città: dal Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali è giunta la notizia che al Comune di Pagani sono stati destinati euro 207.834,26 per “Maggiore spesa sociale”, da destinare ai fini del ristoro delle perdite di gettito connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. «Una cifra importante – ha dichiarato il sindaco Lello De Priscoche ci aiuterà almeno in parte ad affrontare la crisi generale a cui potremo andare sempre più incontro in questi mesi». 

Con l’art. 39, comma 1, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, è stato incrementata, infatti, la dotazione del fondo previsto dall’articolo 106 del decreto-legge n. 34 del 2020, di 1.670 milioni di euro per l’anno 2020, di cui 1.220 milioni di euro in favore dei comuni e 450 milioni di euro in favore di province e città metropolitane.

Lelo De Prisco

Il Comune di Pagani investirà questo finanziamento in favore di tutte le fasce deboli, particolarmente colpite dalla pandemia. «Utilizzeremo questi fondi per servizi alle persone con disabilità, supporto agli studenti per la didattica a distanza, aiuti ai commercianti soggetti alla chiusura della loro attività e altre azioni a contrasto della povertà – ha aggiunto concludendo il primo cittadino di Pagani Lello De PriscoL’ho già detto e lo ribadisco: nessuno a Pagani soffrirà la fame. Siamo pronti per sostenere tutte le famiglie in difficoltà».

Ma alla notizia dell’arrivo di questi fondi ecco che giungono i suggerimenti: «I fondi assegnati dal governo centrale al Comune di Pagani, 207mila euro, sono destinati ad aiutare le fasce deboli messe a dura prova dalla lunga fase di emergenza. – scrive in una nota Vincenzo Calce che si rivolge direttamente al Sindaco – Invito il primo cittadino di Pagani a non tralasciare quelle attività che per ovvi motivi non hanno conosciuto la chiusura totale e garantito, in ogni caso, servizi essenziali ed indispensabili.

Vincenzo Calce

Il mio pensiero – prosegue Calce – è rivolto a uomini e donne che nel corso di questi duri mesi hanno assicurato supporto in maniera esemplare per le specifiche competenze e in svariati settori quali:

  • attività di polizia municipale e controllo del territorio ;
  • l’igiene ambientale ambientale;
  • mercato ortofrutticolo;
  • associazioni di volontariato impegnate sul territorio.

Lo stato di pandemia ha costretto tante figure che operano in questi comparti a sostenere ulteriori costi al fine di garantire la sicurezza e la salubrità sia dei lavoratori che degli stessi utenti investendo risorse economiche che hanno appesantito ulteriormente le difficoltà già note.

Ci tengo a sottolineare gli enormi sacrifici affrontati dagli operatori del mercato ortofrutticolo, attività di notevole importanza per il nostro territorio, che nonostante il lockdown e le relative limitazioni legate alla mobilità, ha mantenuto il livello occupazionale e garantito sulle nostre tavole gli alimenti di prima necessità. – prosegue Calce – Nel corso di questi mesi l’operatività del mercato Nocera-Pagani non ha fatto registrare rallentamenti o blocchi continuando a sostenere regolarmente i servizi e continuando ad accogliere addetti ai lavori provenienti da tutte le regioni d’Italia e dall’estero

Operatori, dipendenti e cooperative di servizio hanno assicurato regolarmente ogni attività con gli standard auspicati esponendosi quotidianamente a rischi elevati di contagio continuando a lavorare di buon grado e in maniera impeccabile anche in relazione all’imprevedibilità dell’evento seppur con scarse risorse destinate per la fornitura dei dispositivi di protezione individuali. – aggiunge Calce – Un meritato tributo va rivolto alle forze di polizia che in questi mesi, con spirito di abnegazione e grande professionalità, sono state sempre al fianco di Noi cittadini mostrando grande sensibilità e disponibilità nei confronti delle istituzioni e dell’intera comunità paganese esponendosi ogni giorno ad un elevato rischio di contagio. – conclude Vincenzo Calce Auspico che il Sindaco possa legittimare e considerare, nella giusta misura, il lavoro di tante risorse umane che hanno lavorato e continuano a farlo nell’interesse di tutti i cittadini».

Pagani, 25 ottobre 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente