Presentato il Corso per Casaro all’Azienda Improsta di Eboli

Presentato il “Corso di formazione per casaro e lavorazione lattiero-casearia” presso l’Azienda Improsta di Eboli. 

Alla conferenza stampa, dopo la presentazione affidata ad Antonello Di Cerbo, Presidente Rete Solidale – Network Campania, sono intervenuti: Elvira Rizzo, Presidente UILDM Salerno; Luca Sgroia, Presidente CRAA – Azienda Improsta; Piero De Luca, Deputato al Parlamento per le Conclusioni. 

Piero De Luca

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Nella mattinata di oggi, 9 aprile 2021, presso il Centro per la Ricerca Applicata in Agricoltura Azienda Agricola Sperimentale Regionale Improsta sulla S.S.18 Km 79+800 – 84025 Eboli (SA) si è tenuta la presentazione del “Corso di formazione professionale per casaro. Addetto alla lavorazione lattiero-casearia”.

All’incontro che si è svolto nel totale rispetto della normativa di prevenzione del contagio, sono intervenuti dopo la presentazione di:

  • Antonello Di Cerbo, Presidente Rete Solidale – Network Campania;
  • Elvira Rizzo, Presidente UILDM Salerno;
  • Luca Sgroia, Presidente CRAA – Azienda Improsta;
  • Piero De Luca, Deputato al Parlamento per le Conclusioni.

«Questa mattina, presso l’Azienda Agricola Sperimentale Regionale Improsta, abbiamo presentato in conferenza stampa il progetto socio-lavorativo “Corso di formazione professionale per Addetto alla lavorazione lattiero-casearia”. – Dichiara il Presidente del CRAA Luga Sgroia – Voglio ringraziare l’on. Piero De Luca, il Presidente UILDM Salerno dott.ssa Elvira Rizzo, il Presidente di Rete Solidale dott. Antonello Di Cerbo e quanti hanno contribuito ad ideare ed avviare questo percorso ambizioso

L’Azienda Agricola Sperimentale Regionale Improsta prosegue nel suo impegno di essere punto di riferimento per la formazione e l’inclusione sociale in Regione Campania. – aggiunge Sgroia – Questo corso costituirà una grande occasione per formare e avviare al mondo del lavoro le persone fragili e svantaggiate, fornendogli le competenze e le conoscenze necessarie in un settore strategico per il nostro territorio come quello legato al comparto bufalino e alla mozzarella di bufala campana. – conclude Luca SgroiaAlla conferenza stampa, sempre per motivi di sicurezza e seguendo le normative in materia di contagio vigenti, hanno partecipato solo i giornalisti accreditati».

Di Cerbo-Piero De Luca- Sgroia-Rizzo

Eboli, 7 aprile 2021

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. L’importanza della famiglia Farina nella Piana del Sele è testimoniata dal fatto che nel 1862 il Re d’Italia Vittorio Emanuele II, nel suo viaggio attraverso il Meridione, si fermò ad Eboli, trovando ristoro nella tenuta Improsta. A ricordo di tale passaggio i fratelli Farina deposero una lapide commemorativa sul prospetto principale dell’edificio residenziale. I suddetti fabbricati hanno subito nel corso degli anni vari interventi di ristrutturazione senza però sostanziali modifiche nella linea architettonica esterna. Notevole lo spessore delle mura perimetrali che misurano circa 2 metri di larghezza. DNel 1956 l’Improsta fu rilevata dall’Ente Nazionale per la Cellulosa e la Carta che ne fece una delle aziende leader per il Meridione nella ricerca e produzione di materiale vivaistico per il rimboschimento, ai fini di abbassare il deficit che l’Italia aveva nei confronti dell’import di materia prima per la cellulosa. La gestione fu affidata alla Società Agricola e Forestale, una S.p.A. appositamente creata per avere una più efficiente operatività nella conduzione delle sue aziende sparse su tutto il territorio nazionale. Nel 1994 l’ENCC viene posto in liquidazione e, per un periodo di quasi 10 anni, la gestione mira soprattutto al mantenimento del patrimonio e dell’allevamento bufalino, finché nel 2003 il complesso di beni patrimoniali denominato “Improsta” viene devoluto a titolo gratuito alla Regione Campania.

    ultimo aggiornamento 21 marzo 2021a notare la chiusura delle finestre con grate di ferro massiccio per difendersi dagli attacchi dei briganti che allora spadroneggiavano indisturbati, favoriti dalla natura inospitale della zona.
    Per concludere dopo un po di storia … l’azienda sito storico sperimentale passo allo stato …in gestione alla regione , quindi finanziato da fondi pubblici… ma la musica non è cambiata …in passato ha usufruito di finanziamenti della corona … poi dalla repubblica ma amministrato prima da privati adesso da politici… a scopo privato. L’azienda adesso il suo bilancio da anni è fallimentare… non ci sono controlli , solo assunzioni di gente incompetenti portatori di voti un vero schifo e adesso si vantano di fare un corso per saeari che costa circa 1500 a candidato… che schifo… smettiamola di sciupare fondi pubblici per un magna magna e questa realta non è l’unica …. come il consorzio bonifica destra sele anche se di una linea diversa il sistema feudale è lostesso ed improduttivo…un veroi schifo.

    • Hai dimenticato l’operato dell”assessore de:”e battaglie cuntadine, a Lott pe e pummarol”. L”assessore più vergognoso che abbia avuto la regione Campania

  2. se Piero de Luca tiene le palle deve imporre al PD la candidatura a sindaco di Eboli il caro Luca Sgroia . deve perseverare questa idea fino alla morte. Sgroia candidato a sindaco di Eboli per il PD!!!!

  3. Imporre al PD la candidatura di Sgroia a Sindaco di Eboli…perchè ti risulta che ad Eboli esiste il PD? A me risultano esserci solo macerie di PD o no?

    • No dai, nn essere così nefasto! Il PD C”e e ha degli ottimi rappresentanti basti pensare al dott Pasquale da santa Cecilia,oppure all”infermiere di cui nn ricordo il nome

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente