AngriPark: Esauriti gli abbonamenti mensili

Funziona e piace ad Angri il servizio parcheggi gestito dalla AngriPark.

Abbonamenti mensili esauriti in poco tempo. Ora la società lancia un sondaggio sul servizio per venire incontro alle esigenze dei cittadini.

Agripark

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

ANGRI – Il servizio della sosta a pagamento sul territorio comunale di Angri entra a pieno regime. Funziona e inizia a piacere il servizio gestito dalla AngriPark, la società che si occupa della regolamentazione dei parcheggi comunali, in particolar modo lo spin-off relativo agli abbonamenti mensili. Esauriti in breve tempo, infatti, gli abbonamenti relativi alla zona A e alla zona B.

Un segnale positivo, che permette ai residenti di trovare posti auto più facilmente nelle vicinanze delle proprie abitazioni. Un riscontro arrivato direttamente da chi ha acquistato gli abbonamenti e ha ringraziato gli addetti alla sosta e i vertici della società per il miglioramento del servizio parcheggi nelle ultime settimane. Questo, perché, trovare un posto auto non è più un’impresa ad Angri.

Ma certamente c’è ancora da migliorare. Ecco perché, in questa ottica, la società AngriPark ha deciso di lanciare un sondaggio sul servizio abbonamenti e venire incontro alle esigenze dei cittadini angresi. Si potrà compilare il questionario cliccando sull’apposita sezione direttamente sul sito www.angripark.it, oppure chiamando gli uffici della AngriPark e compilarlo via telefono attraverso gli addetti della società dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19. Un modo, questo, per migliorare il servizio e renderlo ancora più vicino alle esigenze della cittadinanza di Angri.

Angri, 12 giugno 2021

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente