Camera dei Deputati: Presentata la II Giornata Mondiale del Cinema italiano

Conclusa la Conferenza Stampa di presentazione della II^ Giornata Mondiale del Cinema italiano che si terrà oggi 19 giugno 2021. 

Questi i titoli dei vincitori della sezione, “Anne” diretto da Stefano Malchiodi e Domenico Croce, “Shero” diretto da Claudio Casale, “Gas Station” diretto da Olga Torrico, “L’oro di famiglia” diretto da Emanuele Pisano e “Il gioco” diretto da Alessandro Haber.

Nicola Acunzo-II Giornata internazionale del Cinema Italiano

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

ROMA – Nella mattinata di ieri presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della II Giornata mondiale del Cinema italiana che si terrà oggi sabato 19 giugno 2021. https://fb.watch/6dpibCAnSP/

In apertura l’On. Nicola Acunzo, Presidente dell’Intergruppo parlamentare Cinema e Arti dello Spettacolo, ideatore e  promotore della Giornata mondiale del Cinema, ha salutato gli ospiti intervenuti e sottolineato l’importanza di un evento simile, durante il quale i cortometraggi finalisti al Premio David di Donatello e il vincitore della sezione, saranno proiettati a livello internazionale grazie agli istituti italiani di cultura disseminati in tutto il mondo. “Una sorta di distribuzione di Stato” sottolinea l’On Acunzo “capace di aiutare i nostri giovani e nuovi talenti”.

Questi i titoli della cinquina: il vincitore della sezione, “Anne diretto da Stefano Malchiodi e Domenico Croce, “Sherodiretto da Claudio Casale, “Gas Station diretto da Olga Torrico, “L’oro di famiglia diretto da Emanuele Pisano e “Il gioco diretto da Alessandro Haber. Proprio Haber, in un breve teaser, ringrazia gli intervenuti per l’attenzione ricevuta con il suo corto Il gioco di cui vengono trasmessi alcuni fotogrammi.

II Giornata internazionale del Cinema Italiano

Stefano Malchiodi, coregista del corto vincitoreAnne, dopo aver letto un breve saluto di Piera Detassis, Presidente dell’Accademia dei David di Donatello, che plaude alla seconda edizione della Giornata mondiale del Cinema italiano, ha sottolineato come, per chi fa cortometraggi, potersi affacciare ad un panorama internazionale, in un settore a investimenti limitati, sia un’occasione preziosa di visibilità e distribuzione.

A seguire l’On. Nicola Provenzano, membro dell’Intergruppo, ha ricordato come il Cinema, la Musica, il Teatro dovrebbero essere strumento di rinascita per il Paese e la Politica dovrebbe fare di più, attraverso la promozione culturale, conservando anche in ambito costituzionale, la giusta sensibilità verso la Bellezza ed ha concluso il suo intervento con l’augurio vibrante “Viva il Cinema!”.

Il regista Emanuele Pisano, autore di L’oro di famiglia, ha dichiarato quale sia l’importanza delle proprie origini che rappresentano nella vita di un uomo il suo ‘oro di famiglia’.

L’On. Borgonzoni, Sottosegretario alla Cultura con delega al Cinema, intervenendo in collegamento, ha palesato la sua passione per il Cinema italiano che rappresenta a tutti gli effetti il racconto del nostro Paese. A questo proposito anche Cinecittà, grazie anche ai fondi stanziati, sarà polo di attrazione della nostra Cultura per il resto del mondo ed anche motore economico. Fondamentale è la collaborazione con il Ministero degli Esteri che promuove la settimana di Fare cinema all’interno della quale è inserita anche la II Giornata mondiale del Cinema italiano.

Per gli Esteri è intervenuta la Dott.ssa Cecilia Piccioni, Ministra plenipotenziaria e Direttrice centrale per la promozione della cultura e della lingua italiana del MAECI. Ricordando anche la sua attività come Ambasciatrice ad Hanoi e i numerosi progetti promossi a livello culturale, la Dott.ssa Piccioni ha riferito come attraverso la cultura si possa fare sistema, e in particolare, parlando di Cinema, si è detta convinta che l’immagine spesso valga molto più di tante parole. Arte e Cultura devono essere considerati un sistema integrato che veicoli tradizione, presente e futuro, presentare il Paese in tutta la sua complessità e nelle sue sfaccettature.

L’On. Matteo Dall’Osso, membro dell’Intergruppo ritiene che parlare oggi, in questo momento di Cinema e di Arte, sia una vera celebrazione della vita e della rinascita.

Nel suo intervento Claudio Casale, regista di Shero, girato in India sulla storia di una giovane sopravvissuta ad una aggressione con l’acido, ha ricordato come gli italiani siano grandi narratori e viaggiatori, grazie ad un’innegabile empatia.

Roberto Stabile, Responsabile Relazioni Internazionali ANICA, nel suo messaggio letto dall’On. Acunzo, plaude alla II Giornata mondiale del Cinema Italiano, un evento in cui ha creduto sin dalla prima edizione.

Olga Torrico, regista di Gas station, in collegamento, afferma che dell’Arte si può fruire ma l’Arte è anche straordinario strumento di espressione per raccontare noi stessi e per uscire dalle nostre paure.

Il critico Carlo Gentile, intervenuto in collegamento da Milano dove si è appena conclusa la 73 edizione in presenza del Prix Italia, ha sottolineato la fondamentale importanza del cortometraggio, un prodotto oggi presente nei principali premi internazionali e ha ricordato l’operazione di cross-posting che avverrà domani promuovendo i cinque corti e tutti coloro che hanno lavorato e contribuito alla loro realizzazione.

Per il Ministero degli Esteri è intervenuto inoltre il Dott. Palmieri il quale, parlando del suo impegno in Fare Cinema, ha ricordato come sia apprezzato all’estero il cinema dei nostri grandi e di come la vera sfida oggi sia promuovere gli autori contemporanei, facendoli ‘camminare sulle spalle dei giganti”.

A seguire il Prof. Apicella, dall’Università di Salerno dove ha sede l’Osservatorio del Cine-turismo, ha spiegato come il binomio Cinema-Turismo possa essere favoloso volano economico per il nostro Paese. L

’On. Alessandro Melicchio, promotore della proposta di legge sul reclutamento dei ricercatori universitari e degli enti di ricerca, su dottorati e assegni di ricerca ha ricordato l’importante passo avanti fatto nella direzione degli studenti iscritti presso le istituzioni Afam, quali Accademie, Conservatori, ai quali finalmente è consentito di proseguire il proprio percorso di formazione nel campo delle Arti e della Musica.

Il contributo in video del Presidente dell’Anica, Francesco Rutelli, ha concluso la conferenza stampa con un messaggio improntato ad un’apertura verso il futuro, con ottimismo: “Il Cinema, nato per caso in un caffè parigino, è sembrato dovesse morire più volte, con la televisione, con le videocassette, con le piattaforme. Ma il Cinema si trasforma, rappresenta un ecosistema in cui si integrano le nuove modalità, ma un punto resta fermo: che il Cinema sia creativo, industriale e fonte di posti di lavoro”.

Roma, 19 giugno 2021

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente