CivicaMente e l’amore sconfinato dell’Amministrazione per l’art. 7-bis

L’amministrazione Francese e l’amore sconfinato per l’articolo 7-bis: Stop da Civica Mente a possibili sottrazioni di aree verdi. 

Maurizio Mirra: “In una città dove le operazioni edilizie spesso sono ad orologeria, e non vi è regola certa per tutti ma estrema discrezione delle decisioni, non ci sorprenderebbe di certo. Ma sarebbe l’ennesima dimostrazione del fatto che nella casa comunale cambiano i suonatori ma la musica resta sempre la stessa”. 

Maurizio Mirra

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Il prossimo 23 febbraio è stata convocata la I Commissione Consiliare Lavori pubblici, rigenereazione urbana, urbanistica ed edilizia, per discutere in merito al rilascio di concessioni relative ad alcune richieste di “recupero complessi produttivi dismessi” per realizzare nuove costruzioni di edilizia privata. 

In una città che ci ha abituato allo scempio, la cui vivibilità risulta compromessa e di difficile recupero, ed alla luce di altre operazioni del genere approvate non molto tempo fa, ci corre l’obbligo di chiedere a gran voce lo stop ad una operazione senza senso che potrebbe togliere ulteriori possibili aree pubbliche o verdi per i battipagliesi, cementificando le aree individuate più di quanto sarebbe necessario – afferma il consigliere comunale di Civica Mente, Maurizio Mirra.

Infatti, questa decisione appare irragionevole a valle delle affermazioni del Sindaco sulla prossima approvazione del Piano Urbanistico Comunale. Anzi, – prosegue il consiglierequalora il piano fosse stato già definito in termini di fabbisogni alloggiativi, complessivi e di comparto, l’approvazione di queste richieste rischierebbe di sparigliare le carte, richiedendo una riformulazione completa dello stesso, avvantaggiando alcuni a discapito di altri. In una città dove le operazioni edilizie spesso sono ad orologeria, dove non vi è una regola certa per tutti ma estrema discrezione delle decisioni, ciò non ci sorprenderebbe di certo. Ma sarebbe l’ennesima dimostrazione del fatto che nella casa comunale cambiano i suonatori ma la musica resta sempre la stessam“.

Battipaglia, 18 febbraio 2022

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente