Paestum 26-29 maggio Salone della Dieta Mediterranea 

Dal 26 al 29  Maggio a Paestum il DMed il più grande evento sulla Dieta Mediterranea. 

Conto alla rovescia per il DMed, il Salone della Dieta Mediterranea di Paestum, nell’ambito della EU Agrifood Week promosso dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia. In programma prestigiose partecipazioni nutriranno la manifestazione che si svolgerà all’Ex Tabacchificio Cafasso di Capaccio-Paestum.

DMED 2022

POLITICAdeMENTE

CAPACCIO-PAESTUM – Conto alla rovescia per il DMed, il Salone della Dieta Mediterranea di Paestum, evento che rientra nelle tappe della EU Agrifood Week promosso dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia. In programma prestigiose partecipazioni nutriranno la manifestazione che si svolgerà dal 26 al 29 maggio all’Ex Tabacchificio Cafasso di Capaccio-Paestum. A tre giorni dal taglio del nastro fioccano le partecipazioni di noti protagonisti del mondo dello spettacolo, tra questi gli attori Massimo Bonetti e Maurizio Casagrande, che si cimenteranno ai fornelli in divertenti showcooking e la chef stellata romana, Cristina Bowerman, volto noto televisivo, che domenica terrà il suo attesissimo show cooking. Tra gli eventi attesi, il talk col maestro pizzaiolo numero 1 al mondo Franco Pepe, che presenterà il suo “Menù funzionale” ispirato alla dieta mediterranea. Molta rilevanza sarà riservata agli chef del territorio con, tra gli altri, Giovanna Voria Ambasciatrice della Dieta Mediterranea, gli Chef Giovanni Solofra 2 Stelle Michelin – Tre Olivi di Paestum, Cristian Torsiello – 1 Stella Osteria Arbustico di Paestum ed  Enzo Crivella tra i migliori gelatai al mondo. Personalità che hanno saputo portare in cucina il giusto mix tra radici, ricerca e innovazione.

Perchè un Salone sulla Dieta Mediterranea

Un appuntamento pensato per raccontare il legame fortissimo tra cibo, identità e salute, alla base della Dieta Mediterranea in tutte le declinazioni della Mediterraneità. Un equilibrio  di valori quali convivialità, condivisione, sostenibilità, trasmissione dei saperi tradizionali, piacere della tavola, lentezza, memoria e contaminazioni che fanno la felicità dei popoli che ne sono custo e che hanno reso questo stile di vita “patrimonio immateriale dell’umanità” riconosciuto dall’Unesco nel 2010.

Un evento che nasce da un lavoro di rete tra enti pubblici e privati, di cui fanno parte il Cnr – Consiglio Nazionale delle Ricerche, il Museo Vivente della Dieta Mediterranea; il Centro Studi Dieta Mediterranea Angelo Vassallo, Legambiente, Future Food Institute; Rural Hack, EDamus, e con il Comune di Capaccio – Paestum e il Comune di Pollica (comunità emblematica con l’intero Cilento nel riconoscimento Unesco).

I numeri del Salone

100 ricercatori e scienziati nei panel di discussione
500 studenti e docenti
50 Chef
100 aziende espositrici, tra cui 30 case vitivinicole

30 eventi
20 Consorzi e Associazioni di categoria
E ancora esperti gastronomici, assaggiatori, giornalisti, critici e centinaia di buyer e operatori professionali attesi.

Partner e patrocini: una componente scientifico-istituzionale significativa

La manifestazione, che vedrà la partecipazione di oltre 500 tra studenti e docenti del territorio, impegnati in tre giorni di formazione e workshop, vede inoltre il patrocinio del Mipaaf – Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Regione Campania, Ordine dei Tecnologi Alimentari di Campania e Lazio, e vanta una prestigiosa componente di partner scientifici e tecnici, tra i quali si segnalano: l’Università Federico II – Dipartimento di Agraria, il Parco Archeologico di Paestum e Velia, il parco Nazionale del Cilento, Alburni e Vallo di Diano, il Parco Nazionale del Vesuvio, Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali (CUEBC) di Ravello, Slow Food, Fondazione Ebris, Cibus-Fiere di Parma, e le aziende Sole 365, Convergenze, Campus Lab, In Cibum, Terra Cilenti ed altri che si stanno aggiungendo in queste ore. Impegnati nell’evento anche il Consorzio Mozzarella DOP Campania, il Consorzio della Pasta di Gragnano, il Consorzio del Pomodorino del Piennolo e quello dei vini del Vesuvio e il Consorzio Vita Salernum Vites, infine il Consorzio della Rucola Igp Piana del Sele e il Consorzio del Carciofo Tondo di Paestum Igp.

Significativo anche il supporto della rete BCC di ICCREA del territorio, con gli istituti di Credito Cooperativo Banca 2021, BCC Buccino e Comuni Cilentani, Banca Campania Centro e BCC di Capaccio Paestum, che in rete sosterranno e saranno presenti all’iniziativa.

Il complesso fieristico sarà accessibile ai visitatori gratuitamente, ogni giorno dalle 10.00 alle 17.00 per ospitare esaltanti show cooking con chef stellati, interessanti  masterclass e degustazioni per gli appassionati del vino, dei tartufi e  dei formaggi, workshop sulla mozzarella di bufala campana e i tipici fusilli di Felitto tirati al ferretto. Non mancheranno momenti di divulgazione e formazione con esperti e ricercatori per importanti spunti di riflessione sulla nutrizione, ambiente e salute dell’uomo e del pianeta. All’interno

Al tramonto il giardino interno dell’Ex Tabacchificio accenderà le sue mille luci per dare vita al “Convivio Mediterraneo“, un’accogliente area Food in cui potersi avventurare in percorsi di gusto, incontri musicali e letterari.

Per conoscere tutto il programma visita il sito https://www.salonedietamediterranea.it/

https://www.facebook.com/dmedsalonedietamediterranea

Capaccio – Paestum, 23 maggio 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente