La Cisl denuncia: Grave Carenza personale Infermieristico al PO di Battipaglia

La Cisl-Fp scrive ai vertici Aziendali dell`ASL Salerno e denuncia la “Grave carenza del Personale infermieristico” all’Ospedale di Battipaglia.

Pepe, Conte, Andrea Pastore, Antonacchio, Della Porta della Cisl-Fp: “E’ un obbligo dell’ente garantire i livelli essenziali di assistenza e qualità delle prestazioni e questa organizzazione sindacale da subito fare lievitare ogni vertenzialità a tutela e difesa del diritto alla salute di tutta la comunità di riferimento“.

Pastore-Della Porta-Conte-Pepe-Antonacchio

POLITICAdeMENTE

BATTIPAGLIA – Il Segretario Aziendale Gaspare Pepe, il Coordinatore Area Centro Sud Lorenzo Conte, il Coordinatore Area Centro Nord Andrea Pastore, il Capo Dipartimento Sanità Pubblica e Privata Pietro Antonacchio, il Segretario Provinciale Sanità Alfonso Della Porta della Cisl-Fp, con la nota prot. N° 1250 Salerno del 20 luglio 2022, indirizzata: Al Direttore Generale Asl Salerno; Al Direttore Sanitario Asl Salerno; Al Direttore Sanitario Dea Eboli/Battipaglia/Roccadaspide; Al Sindaco di Battipaglia; E.p.c. ai Delegati RSU/RSA/RLS; Ai lavoratori interessati, avente ad oggetto la “Grave Carenza personale Infermieristico“.

Nella nota i dirigenti sindacali locali aziendali e provinciali riferendosi all’oggetto della nota e facendo seguito alle innumerevoli sollecitazioni inoltrate alla direzione strategica, «si segnala la gravissima carenza di personale infermieristico, situazione allo stato allarmante che, se da un lato ha causato il provvedimento prot. 156195 del 19/07/2022 dall’altro mostra che la disattenzione manifestata sullo stato del presidio ospedaliero di Battipaglia palesa l’assenza di una visione programmatica che riduce ovvero azzera del tutto i servizi all’utenza invece di potenziarli e migliorare l’offerta di salute.

Preme segnalare difatti – proseguono i dirigenti sindacali della Cisl – che gli operatori sanitari attualmente in servizio presso il nosocomio di Battipaglia, sono in numero esiguo non riuscendo così a coprire la normale turnistica, situazione incancrenitasi in diversi anni, sottoponendo il personale a stress lavorativo con conseguenti rischi da lavoro correlato.

Considerando che il Dea è indispensabile per il bacino di utenza della Piana del Sele per cui la chiusura momentanea della Cardiologia disposta con il provvedimento richiamato, toglie un servizio importante al territorio non migliorando l’offerta di salute, invece di potenziare ed integrare la dotazione organica al fabbisogno assistenziale. – aggiungono Pepe, Conte, Pastore, Antonacchio, Della PortaUna programmazione della Direzione Strategica non si può affidare al caso, ma necessita di un’attenzione costante e di un’organizzazione precisa.

La scrivente organizzazione sindacale, stante quanto sopra esposto, più volte ha rimarcato questa grave carenza di personale e si rammarica per questo provvedimento della direzione strategica. – aggiungono i sindaccalisti Cisl – D’altra parte riorganizzare, potenziare e migliorare i servizi richiede ampie capacità manageriali. Chiuderli lo può fare chiunque, anche in assenza di capacità specifiche. – concludono Pastore, Della Porta, Conte, Pepe, Antonacchio – E’ un obbligo dell’ente garantire i livelli essenziali di assistenza e qualità delle prestazioni e questa organizzazione sindacale da subito fare lievitare ogni vertenzialità a tutela e difesa del diritto alla salute di tutta la comunità di riferimento».

Allegato: Provvedimento ASL: Riorganizzazione dei servizi Assistenziali Presidio Ospedaliero Battipaglia

Battipaglia, 21 luglio 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente