Solidarietà di Rosania ai 1400 lavoratori dell'ALVI

Si deroghi alle leggi vigenti e si riconosca la Cassa Integrazione ai 1400 lavoratori dell’ALVI

SALERNO – Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente Comunicato Stampa dell’On. Gerardo Rosania de “La Sinistra”, con il quale si pone in evidenza la drammaticità in cui si sono venuti a trovare i circa 1400 dipendenti della Società ALVI, i quali non solo non prendono lo stipendio, hanno perso il lavoro e rischiano il non riconoscimento dei benefici della CIG (Cassa Integrazione Guadagni) a causa di una serie di società satelliti che impediscono ai lavoratori stessi il più semplice dei riconoscimenti.

POLITICAdeMENTE SI ASSOCIA NELLA SOLIDARIETA’ AI DIPENDENTI DELL’ALVI E DICHIARA TUTTA LA PROPRIA DISPONIBILITA’, PER QUELLO CHE GLI E’ POSSIBILE, NEL PUBBLICIZZARE OGNI ATTO CHE POSSA SERVIRE ALLA CAUSA DEL MANTENIMENTO DEL POSTO DI LAVORO.

………………  …  ………………

n

COMUNICATO STAMPA

Solidarietà ai lavoratori coinvolti nella vicenda ALVI

La vicenda del fallimento ALVI corre il rischio di ricadere, paradossalmente, su centinaia di lavoratori, che, formalmente, non dipendevano dalla società fallita, ma da società diverse che avevano come “mission” esclusiva la fornitura alla “casa madre” oggi fallita.

Si parla di circa 1.400 operai che da  3 mesi circa non percepiscono lo stipendio, e che correrebbero il rischio, a causa di un meccanismo a “scatole cinesi”, di non vedere riconosciuto neanche il diritto alla CIG. Ancora una volta, come spesso avviene nelle vertenze di chiusura di imprese, i soggetti più deboli, i lavoratori corrono il rischio di pagare le conseguenze, non solo in termini di perdita del posto di lavoro ( cosa che da sempre rappresenta un trauma ma , che di questi tempi , diventa un vero dramma!), ma anche in termini di mancato riconoscimento di retribuzione e di ammortizzatori sociali.

C’è bisogno di una deroga alle leggi vigenti sulla C.I.G. per consentire ai lavoratori della “società servente” di ottenere questa forma di copertura?

Si faccia.

E’ importante che la Regione Campania, chiamata a pagare, nuovamente, un prezzo terribile alla crisi economica, faccia sentire tutto il proprio peso presso il Governo Nazionale.

Bisogna affrontare con urgenza l’emergenza del momento, per assicurare un momento di tranquillità ai lavoratori e poi aprire la discussione sulla “prospettiva” di una rete di supermercati e di piattaforme logistiche alla cui chiusura non  si può rassegnare.

Esprimiamo, quindi, piena solidarietà ai lavoratori impegnati nella battaglia, saremo fra i firmatari dell’ordine del giorno che verrà presentato in Consiglio Regionale, e presenteremo apposita interrogazione all’assessore regionale competente perché il Consiglio venga informato sulle vicenda.

La vicenda ALVI, per gravità delle ricadute, per il numero dei lavoratori interessati non è seconda ad alla vicenda Alitalia di qualche anno fa. Per cui pensiamo che forte debba essere il richiamo anche al governo nazionale per un serio intervento diretto nella vicenda.

Gruppo Consiliare Regionale

La Sinistra

13 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Certo che Villani, mentre sembrava essere l’uomo più forte del PD ora si è proprio liquefatto peccato che sta portando a fondo anche la sua azienda e 1400 operai.

  2. Siamo ritornati alle posizioni esistenti prima della sua elezione a presidente della provincia: le banche l’hanno sostenuto fino a quando contava qualcosa.Ora non è nessuno ? Adda murì!

  3. E’ UN FALLIMENTO POLITICO,CON UN IMPRENDITORE POLITICO, CHE DI ECONOMIA ED IMPRESA, (INFATTI FACEVA IL DENTISTA), NON SAPEVA NULLA, MA GRAZIE AGLI APPOGGI PARTITICI E “PARTICOLARI” DI ALCUNI BIG AVEVA CREATO UN GIGANTE D’ARGILLA! PENSATE VOLEVA AQUISIRE LA STANDA, SOLO QUALCHE ANNO FA! BASTA CON LE IMPRESE IMPRESENTABILI CHE AFFOSSANO TUTTO/TUTTI, W ROSANIA ED I LAVORATORI IN LOTTA CHE SONO GLI UNICI E SEMPRE A RIMETTERCI, NEI GIOCHETTI DI POTERE

  4. mi chiedo perche su questa vicenda tutta la politica e’ in un silenzio assordante?
    tranne pochi, tutti in silenzio, si ha paura di disturbare il manovratore?
    a destra come ancora piu grave a sinistra
    ma in consiglio provinciale qualcuno ha detto qualcosa?

  5. L’ atteggiamento che mi lascia basito, è una sorta di pudicizia da parte dei media e della classe politica salernitana di parlare della vicenda Alvi-Villani, quasi a non voler sapere o diffondere delle notizie eterodosse sulla fine di un gruppo di Salerno, dove per appartenenza geografica mi riferisco ai capitali, al know how, alla directory, tra i pochi a livello nazionale! Preoccupante è la tempistica tra il Fallimento e la Disgrazia politica dell’ex pres. della Prov. come se i 2 episodi fossero collegati da un “fil rouge”, o meglio nero, di cui ora non si vede alcun spiraglio positivo. Il tutto getta un’ombra tetra, sul sistema di potere nel sud Italia, tra politica ed imprenditoria, con comportamenti poco chiari, che non fanno di certo bene al “sistema” meridione!

  6. Villani si candidò per salvare le sue aziende…………..altro che Berlusconi.
    lo dissi in un comizio alle provinciali del 2005. Purtroppo è caduto alla fine del primo mandato…e con lui è caduto il suo impero……………..ma i debiti esistevano già allora.
    Ci chiediamo: come mai è riuscito a sollevarsi da Presidente della Provincia e poi appena terminato il suo mandato è andato in miseria?
    e ci chiediamo: cosa faceva e da dove prendeva e come li prendeva i soldi per mantenere sceglie le sua aziende durante il mandato?
    ATTENDIAMO RISPOSTE………………non statuette

    MEDITATE GENTE MEDITATE

  7. MEDITATE GENTE MEDITATE,IL GRUPPO FININVEST NEL 1992 AVEVA UNA ESPOSIZIONE CON LE BANCHE DI DIECIMILA MLD DI LIRE, IL PRESIDENTE BERLUSCONI ENTRO’ IN POLITICA PER SALVARE IL SUO TRABALLANTE IMPERO DALLA DISTUZIONE,UN VILLANI IN GRANDE CUI E’ ANDATA MEGLIO, VISTO LA SITUAZIONE PREDOMINANTE CHE HA AD OGGI IN ITALIA GRAZIE ALLA POLITICA, CHE HA FATTO SCUDO ANCHE DEI GUAI GIUDIZIARI!!! CERTO CHE LA DESTRA POSSIEDE DUE PESI E DUE MISURE…”IL BUE CHE CHIAMA CORNUTO L’ASINO” ATTENDIAMO RISPOSTE……….NON TAPIRI D’ORO!

  8. e intanto noi (sono un ex ormai) lavoratori ci rimettiamo….

  9. SPERIAMO SOLO CHE LA POLITICA SI MUOVI A DARE RISPOSTE ALLE MAESTRANZE EX ALVI, e non facciano gli gnorri su una vicenda grandemente scandalosa!!! SE VILLANI CONTINUAVA A STARE IN POLITICA SAREBBE SUCCESSO L’IRREPARABILE? BERLUSCONI DOCET!

  10. Arieccolo il Grande Politico ROSANIA anche su questa vicenda è prontissimo a sfruttare il disagio e le tragedie dei lavoratori.
    Ma LUI non Consigliere Regionale? Non sta al POTERE?
    Dove stava quando l’Alvi già denunciava (qualche anno) problemi ? Come sempre LUI esce allo scoperto solo dopo i crac !!

  11. …E GLI ALTRI POLITICI DEL PANORAMA ISTITUZIONALE COSA HANNO FATTO PER IL LAVORO IN CAMPANIA!!! 1OO.MILA NUOVI DISOCCUPATI NELLA NOSTRA REGIONE, A DISPETTO DELLE BELLE PAROLE DEL GOVENO ED UN TASSO DEL 10 X CENTO IN ITALIA. LE VERE VAMPIRE SONO LE BANCHE, OVVERO GLI “USARAI LEGALIZZATI”, CHE INVECE DI ESSERE IL POLMONE FINANZIARIO DELL’ECONOMIA FINISCONO PER DIVENTARE LE FAUTRICI DEL FALLIMENTO ECONOMICO MERIDIONALE, MOLTI OPERATORI ECONOMICI VENGONO SPINTI DAGLI ISTITUTI DI CREDITO, CON I TRALATICI LORO “SCREDITATI” COMPORTAMENTI, NELLE FAUCI DELL’USURA, O IN QUELLE DELLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA CHE SI OFFRE SEMPRE PER……..CI SIAMO CAPITI VERO? ALMENO GERARDO ROSANIA HA PARLATO, GLI ALTRI ZERO, QUASI PER PAURA, E I MEZZI INFORMATIVI A MALAPENA …CHISSA XKE’?

  12. RIPROPOSIZIONE
    Caro Compagno Marco Pannella,
    sono il solito rompiscatole che continua a darti qualche fraterna lezione di vita.
    Non t’accorgi che alcuni nobili argomenti della vasta gamma del tuo Programma, non interessano la maggioranza dei cittadini Italiani e, particolarmente, quelli Meridionali?
    Il Papa e la Chiesa Cattolica, la Pillola del giorno dopo, il Testamento Biologico, i Digiuni senza acqua e senza pane, Senza Cannoni e senza Pistole, la Partitocrazie, la pena della Morte, le Discussioni settimanali con il Comunista Bordin e con la Prodiana Emma, le Trans e le Cis, la letterina del Forcaiolo Di Pietro al Bambinello Gesù, gli Zingari, gli Extra Comunitari, i Buddisti, i Montagnardi, i Canguri e +, sono tutti argomenti che non interessano alla stragrande maggioranza del Popolo della futura “Repubblica Federale delle II Sicilie”, promotrice della costituzione degli USM (STATI UNITI DEL MEDITERRANEO) con Turchia, Libano, Siria, Palestina, Giordania, Israele, Egitto, Somalia, Etiopia, Libia, Tunisia, Marocco, Algeria, Mauritania, Gibilterra +++), impegnato notte e giorno all’affannosa ricerca di Lavoro, di Fratellanza, di Libertà, di Umanità e di qualche € per continuare a campare.
    Al CENTRO-NORD: Le Industrie, le Banche, gli Istituti Finanziari, la Ricchezza, il Lavoro, le famiglie Multireddito, la Sanità di Elite, i Capo Partiti, con la tua eccezione (Tonino il Forcaiolo, dopo il Lavoro (?), dopo la Laurea (?), dopo il Concorso (?) in Magistratura, l’accumulo delle prime Ricchezze, tutto in Milano, e dopo il secondo matrimonio con una ricca Bresciana, è un Nordista di adozione) Presidenti del Governo, i Ministri, le Centrali Sindacali, le Logge, le Caste. Le Lobbie.
    AL SUD E SICILIA: L’Amore per Gesù Cristo, La Mafia, la Ndrangheta, la Camorra, la Disoccupazione Operaia e Intellettuale (Ricercatori, Professori, Insegnanti e +++) le famiglie Monoreddito e Monopasto, i Senzareddito, i senza Tetto, i Supermercati dei Centro-Nordisti, pieni dei loro prodotti (i Formaggi, i Formaggini, i Salumi crudi e cotti, gli Insaccati, la Mortadella Bolognese, la Polenta, i Quotidiani ed i Settimanali (Unica eccezione “Il Mattino”), i Medicinali, i Vini, le Scarpe, l’Abbigliamento, le Borse di Pelle, le Valigie, i Libri, i Detersivi, i Dentifrici, i Giocattoli, gli Spazzolini per i denti, la Carta, i Rotoloni, le Scope Pippo, gli Oli di Semi, le Stufe elettriche, a Gas, a Pellette, gli Oli Minerali, i Concimi Agricoli, i Pennelli ed i Pennelloni, la Birra, il Freddo ed il Caldo, le Mele del Trentino, le Pere Padane e Romagnole, i Biscotti, le Penne, le Matite, le Gomme masticanti, le Caramelle, il Cioccolato, la Nutella, i Profumi, le Creme di Bellezza, i Rasoi, le Lamette, gli Occhiali, Versace, Benetton, Fendi, le Lenti a Contatto, i Mangimi per Gatti e Cani, il Panettone, il Pandoro, +,+,+, gli Spazzoloni per i Cessi), D’Alema con il Veliero, De Mita con le Banche, con la vendita di Calciatori ed Allenatori (Socio di Moggi), la Mozzarella di Bufala, la Pizza Margherita, i Dolci Siciliani, gli Agrumi della Conca D’Oro Palermitana, il Pomodoro San Marzano e la Pasta di Gragnano, l’Olio di Oliva (non acquistato dai Nordisti, perché usano, da avari, l’Olio di Semi), O Sole mio, il Mare, arricchito dei Rifiuti Pericolosi e Nocivi, le Discariche RSU trasformate in deposito definitivo dei residui Cancerogeni, Mutagenici e Velenosi, mandati dai Negrieri del Centro-Nord.
    In un giorno di Festa dei Cristiani, da ateo e senza Dio (non è un’accusa), visiti un Carcere, in compagnia di un Valoroso Forcaiolo dell’IDV, senza vergogna e senza rispetto per i Morti, sotterrati e viventi, procurati dalla Strage degli INNOCENTI, della FARSA di Tangentopoli.
    Scendi in piazza e guida la rivolta, senza Cannoni e Pistole, dei tuoi fratelli delle Due Sicilie, contro gli sfruttatori e gli affamatori. Cavalca il tuo destriero Bianco Alato, contro le Toghe Rosse e Violettine, contro i Lager Italiano (Istituti di Pena) e contro gli xenofobi del Nord.
    VIVA LA “REPUBBLICA DEDERALE DELLE DUE SICILIE”

  13. sono la moglie di un dipendente alvi siamo sul orlo di un baratro di noi in televisione nemmeno una parola non mi spiego il perche siamo di serie b stiamo srnza stipendio da 2 mesi ed e solo mio marito a lavorare con 2 figli una all universita

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente