Una Conferenza Programmatica per l’Area Metropolitana del Sele

Ambiente, Servizi, Infrastrutture. Un Progetto comune su tre grandi aree tematiche. 

Lettera aperta ai Sindaci di Battipaglia, Eboli, Bellizzi, Capaccio, Campagna, Altavilla Silentina, Contursi Olevano sul Tusciano, Albanella, Serre, Sicignano, Postiglione. 

Comprensorio del Sele

POLITICAdeMENTE

PIANA E VALLE DEL SELE – È ormai improcrastinabile un tavolo permanete di discussione, attraverso una Conferenza Programmatica che riguarda l’Area Metropolitana del Sele. che veda coinvolti i Comuni di Battipaglia, Eboli, Bellizzi, Capaccio, Campagna, Altavilla Silentina, Contursi Terme, Olevano sul Tusciano, Albanella, Serre, Postiglione, Sicignano. La necessità di un organismo tecnico-Politico-Istituzionale e programmatico non è più rimandabile, perché troppo spesso è avvenuto che grandi temi e grandi progetti siano stati oggetto di discussione e di scontri, e tra le varie Città, e tra le forze politiche, perché ritenuti “calati dall’alto“, evidentemente anche per carenze progettuali delle comunità amministrate. Decisioni che in ogni caso si riferivano a progetti ritenuti strategici per l’intera Nazione come nel caso dell‘Elettrodotto Sottomarino di TERNA o del Progetto dell’Alta VelocitàAlta Capacità di Rete Ferrovie Italia. È successo per quelli di importanza Nazionale e Regionale come nel caso delle ZES (Zone Economiche Speciali retroportuali che coinvolge tutte le aree industriali provinciali collegandole tra loro per aumentarne le capacità-potenzialità. Alla pari è successo per le programmazioni regionali, come si ricorderà in merito alla vicenda della Gestione dei Rifiuti e conseguentemente per le strategie afferenti il loro riciclo virtuoso, ivi comprendendo la scelta distributiva sui territori dei vari impianti che ne determinavano il ciclo di lavorazione. È accaduto anche per programmazioni di rilievo provinciale come nel caso specifico del Grande Progetto della Fascia Costiera che da Salerno va ad Agropoli, e non ultimo la realizzazione della Bretella Veloce che collega Agropoli all’Autostrada del Mediterraneo A2, e le preoccupazioni per i Servizi Sanitari e le Strutture Ospedaliere esistenti, più volte oggetto di discussione per via della chiusura dei Pronti Soccorso da Sarno a Polla, per il trasferimento, l’accorpamento e la chiusura di Reparti, come avviene ormai da anni per gli Ospedali di Battipaglia e Eboli, spesso messi in competizione tra loro e spesso oggetto di allarmi preoccupanti, circa la loro imminente chiusura, specie dopo il roboante annuncio della realizzazione del mega Ospedale di Salerno da 730 posti letto per un impegno finanziario di oltre 400 mioni di euro, in gran parte in capo al Ministero della Salute.

Ed è proprio partendo da questa ultima notizia che si rende quanto mai indispensabile convocare, e immediatamente, una conferenza programmatica che veda insieme tutti i Sindaci del Comprensorio della Piana del Sele, per evitare che i due Ospedali di Eboli e Battipaglia muoiono di inedia ed insistere affinche si realizzi finalmente l’Ospedale Unico. I Sindaci sapranno coinvolgere tutti i soggetti interessati e che riterranno opportuno contribuire ad elaborare una proposta politico-istituzionale-programmatica credibile? È possibile, piuttosto che attendere che altri progetti piovano dall’alto saper programmare il proprio destino e non affidarlo a ricorsi al TAR? Aspettiamo fiduciosi che qualcosa accada.

Piana e Valle del Sele, 9 gennaio 2023

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2023 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente