Campagna (PD) interviene sul Fotovoltaico

La mia interrogazione avrà un seguito decisivo in un prossimo consiglio comunale.

Si mettano da parte le polemiche e si difenda, ognuno dalla propria posizione, l’integrità ambientale e lo sviluppo di Eboli.

EBOLI – Riceviamo e volentieri pubblichiamo il Comunicato Stampa che segue del Capo Gruppo del Partito Democratico Carmine Campagna, il quale interviene, riconfermando le sue posizioni sul fotovoltaico, non dissimili da quelle del suo leader Carmelo Conte e preannuncia una discussione su questo argomento in uno dei prossimi Consigli Comunali.

Campagna nello stesso tempo trova l’occasione di accusare anche la Provincia e per questo Massimo Cariello per i pareri espressi sull’Impianto Fotovoltaico di Eboli e polemizza coin l’ex Consigliere Di Benedetto invitandolo ad aderire alla battaglia sull’ambiente anziché polemizzare.

……..  …  ………

Comunicato stampa

di Carmine Campagna, Capogruppo del Pd.

Campagna Carmine

La battaglia per impedire la devastazione delle colline di Eboli, con l’installazione di un mega impianto fotovoltaico, che l’on. Carmelo Conte sta conducendo, con generosa determinazione, nell’interesse di Eboli e della Valle del Sele, è una battaglia di civiltà che prescinde dagli schieramenti politici e come tale va interpretata.

Io l’ho condivisa fin dal primo momento ed ho presentato un’interrogazione urgente, su mandato un’anime del gruppo consiliare, sulla quale ho ottenuto il parere sostanzialmente favorevole dell’intero consiglio comunale.

Specioso e di basso profilo appare perciò il tentativo di chi, come l’ex consigliere comunale Di Benedetto, cerca gloria nella polemica da marciapiede, e come tale fondata sul falso, anziché aderire, sia pure in ritardo, a questa battaglia indicando i motivi di merito.

Come è stato chiarito e deciso, a più riprese, la discussione sulla mia interrogazione avrà un seguito decisivo in un prossimo consiglio comunale.

Circostanza che è stata ribadita, anche nella discussione sul bilancio, a proposito di un emendamento presentato da Cariello, apparso in quella circostanza del tutto strumentale e inappropriato.

Farebbe cosa utile, invece, se impegnasse sull’argomento la Provincia della quale è amministratore.

Certamente sa o dovrebbe sapere che l’impianto viola anche il Piano Territoriale Provinciale, certamente sa o dovrebbe sapere che anche un ufficio della provincia ha espresso sull’argomento un parere a condizione che non si giustifica.

In ogni caso confido che si mettano da parte le polemiche e si difenda, ognuno dalla propria posizione, l’integrità ambientale e lo sviluppo di Eboli.

Per quanto mi riguarda mi associo alla stragrande maggioranza degli ebolitani che condividono questa battaglia e apprezzano l’azione condotta dell’on. Conte, del quale faccio mia la risposta: è una battaglia di tutti e che sarà intestata a tutti, senza distinguo personali.

Eboli, 25 agosto 2010

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. ben venga un cons.comunale su tale tema (chissà se ci sarà, il sindaco non l’ha voluto prima, figuriamoci adesso con tutte le polemiche). Ritengo giusta la critica a cariello (perchè cirielli si disinteressa?) come penso sia giusta la strda intrapresa dal pdl che coinvolge i cittadini e chiede alla Comm.Europea della mancanza di partecipazione democratica. saluti

  2. Forse il Cons.Campagna, memore di essere stato già cacciato da assessore comunale dal Sindaco Melchionda nella passata consiliatura non riesce ad essere lucido in questa circostanza , dal momento che da un lato vuole rimanere capogruppo PD e per questo gli necessita il nulla osta del Sindaco e dall’altro deve accondiscendere agli orientamenti politici della propria componente , per evitare di rimanere orfano di iniziative ed arogomenti .
    Fatto stà che confonde le chiacchiere da strada con le proposte politiche ed il programma di previsione.
    Giova , pertanto, ricordargli che l’atto programmatico dell’Ente è proprio quel bilancio di previsione dove nulla era stato indicato circa l’individuazione, per un organico sviluppo del territorio , di zone in cui realizzare impianti fotovoltaici e di conseguenza , per rappresentare questa esigenza , associata alla reale problematica di salvaguardare i monti di Eboli da eventuali scempi ambientali.
    Il Nuovo PSI ha presentato un formale emendamento , non una chiacchiera da Bar del Corso , che il Cons.Campagna non solo non ha commentato ma ha bocciato , come il Cons.Marisei ed il Cons.Petrone .
    Ergo i tre consiglieri predetti hanno votato “no” in Consiglio Comunale alla salvaguardia dei Monti di Eboli.
    Ho l’impressione che nonostante i decenni ad ascoltare l’ex ministro , il Cons.Campagna nulla abbia appreso in ordine alle sedi ed atti idonei a programmare , anzi ritiene giusto che il Capogruppo del PD (partito del Sindaco e di maggioranza relativa ) debba presentare interrogazioni, in nome del gruppo, al suo stesso Sindaco .
    Tengo a precisare che quando parla il sottoscritto lo fa in veste di Commissario Cittadino del Nuovo PSI , assolutamente legittimato e senza che nessuno dello stesso partito lo contraddica quotidianamente.

  3. Di Benedetto, i partiti in cui non c’è contraddittorio sono sterili, personalistici, ah scusi……..voi siete abituati. Ad ogni modo, se può sembrare strano che il capogruppo contesti il Sindaco, sarebbe ancora più strano pensare che la maggioranza voti le proposte dell’opposizione in pieno contrasto con il sindaco………dunque…….
    Infine, si impegni con il presidente Caldoro invece che polemizzare con i consiglieri comunali, se davvero le sta a cuore la questione. D’altronde la Regione rientra a pieno giro in questa questione!

  4. Egr.sig. Utopia mi rendo conto di avere a che fare con chi disserta di politica non partecipando alla vita amministrativa dell’Ente e proprio per rendere più chiara la mia osservazione e la mia passione per il contraddittorio ed il dibattito interno al partito entrerò nel dettaglio di quelli che dovrebero però essere i percorsi .
    Il partito di maggioranza e che è lo stesso del SIndaco non dovrebbe porre questioni programmatiche in Consiglio Comunale se non dopo averle dibattute in riunione di partito o comunque di maggioranza ; se non vengono poste in tali attività preliminari il partito di governo non funziona se in tali sedute prevale il Sindaco e non il partito (che è rappresentato in primis dal segretario Cons.Marisei e dal Capogruppo Campagna) significa che chi rappresenta il partito è debole e delegittimato e quindi è inutile anche che ponga questioni in Consiglio Comunale.
    Il NUovo PSi prima di proporre iniziative, interrogazioni ed ememdamenti ha le sue riunioni dove si dibatte e si giunge a sintesi a riprova che a noi dell’opposizione piace avere un partito vivo e democratico.
    2)Non riesco a comprendere perchè il Presidente della Regione rientrerebbe a pieno giro nela questione visto che il disegno del territorio è proposto dal Comune .
    3)Il Nuovo PSI non polemizza con i consiglieri comunali ma li invita a riflettere prima di votare in Consiglio Comunale perchè forti sono le contraddizioni che emergono tra la loro attività ufficiale e la loro attività mediatica .
    Aspetto il Cons.Campagna o chi ha scritto per lui che spieghi quali sono le polemiche da marciapiedi e quali sono i falsi , visto che il Nuovo PSi parla sempre sulla scorta di atti ufficiali.
    Cosimo Pio Di Benedetto

  5. Egregio signor Di Benedetto,
    forse è vero che disserto la vita amministrativa, ma non certo la politica nel senso più ampio e nobile. Che l’attuale partito di maggioranza abbia notevoli problemi interni è vero, verissimo. Di qui a dire che il partito o chi lo rappresenta è delegittimato ce ne passa. A suo dire sarebbe legittimato solo un segretario e/o capogruppo consenziente pedissequamente alla linea dell’amministrazione o che al contrario faccia cadere l’intera giunta ad ogni dissidio . Scenario triste. E’ inevitabile che un grande partito viva percorsi interni anche di contrasto, la storia repubblicana ce lo insegna. Il banco di prova sta poi nella sintesi che si riesce a trovare (in questo passaggio il PD ebolitano misurerà la sua maturità, e chi non vorrà trovare sintesi spero se ne assumerà le responsabilità).
    Nello specifico, ritengo che la Regione rientri a pieno titolo nella questione fotovoltaico almeno per 2 validi motivi:
    – riguardo all’atto di donazione dei terreni al comune di Salerno, vincolato da specifici usi sociali
    -la conferenza dei servizi sicuramente ha interpellato anche la regione o quantomeno la provincia, visto che, come riportato da questo blog, sono stati dati 31 pareri favorevoli (sebbene condizionati da prescrizioni) e certamente per un impianto di tal portata è necessaria una VAS o almeno una VIA. Non si tratta della villetta per cui è sufficiente l’ufficio tecnico comunale!
    Comunque, se le dà problemi scomodare Caldoro, scomodi Cirielli, faccia qualcosa, visto che in provincia siete presenti con un consigliere. Anche se sta lì, in nome del Nuovo PSI, con modalità estranee ad un corretto ed etico processo elettivo.
    Ringraziandola per l’opportunità di confronto, le porgo
    distinti saluti.

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente