Il Presidente del Comitato di Quartiere Iorio: Il Centro Storico non è ne sporco ne degradato

Un dossier fotografico di Garofalo, ritrae cumuli di immondizia nel centro antico.I residenti protestano.

Il Presidente del Comitato di Quartiere “Centro storico” Iorio protesta: «Mi sento accusato. Sono stanco che il Centro Storico sia descritto come una zona non pulita e degradata».

Eboli Centro storico

EBOLI Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa che segue del Presidente del Comitato di Quartiere del Centro storico Vito Iorio, che controbatte all’immagine mostrata in un reportage fotografico di Paolo Garofalo, che mettevano in evidenza il degrado e la sporcizia nel centro antico. Iorio non ci sta e descrive l’impegno e la dedizione che il Comitato di Quartiere che presiede ha rivolto al Centro Sorico, oltre alle molteplici attività svolte per favorire la partecipazione eper sensibilizzare, come nel caso degli incontri sulla raccolta differenziata, gli abitanti della parte antica di Eboli alla collaborazione ambientale riguardo ai rifiuti.

Il Presidente Iorio si fa portavoce come residente e responsabile del Comitato delle proteste degli abitanti: «Sono stanco del fatto che il Centro Storico sia descritto come una zona non pulita e degradata», così il presidente del Comitato di Quartiere, Vito Iorio, ha commentato le notizie apparse sulla stampa locale in merito a un dossier fotografico di Paolo Garofalo, su cumuli di immondizia in un’area del centro antico.

«È stata ritratta – ha continuato – solo una determinata porzione di territorio. Mi sento accusato in prima persona, sia come residente, sia come presidente del Comitato. In realtà le persone sono ormai più attente allo smaltimento dei rifiuti. In questi mesi abbiamo lavorato molto per diffondere la differenziata e scoraggiare comportamenti scorretti.

Già nel gennaio del 2011 – ricorda Iorio – abbiamo chiesto il censimento degli iscritti in ruolo della Tarsu e abbiamo invitato l’Amministrazione a collaborare con noi. Per informare gli abitanti sulle modalità della raccolta, sono stati organizzati diversi incontri pubblici. Uno di questi si è tenuto in piazza C. Vestuti, e altri anche in zone, che potremo definire difficili, come piazza Borgo, dove grazie al nostro intervento, hanno cominciato a fare la raccolta porta a porta.

A questi eventi hanno partecipato, tra l’altro, – continua il Presidente del Comitato di Quartiere del Centro Storico – l’Assessore all’ambiente Carmine Magliano, dei responsabili della Sarim, e rappresentanti delle forze dell’ordine. Invito, pertanto, sia Paolo Garofalo, sia chiunque altro continui a diffondere queste voci a presentarsi nella nostra sede, per instaurare con noi un dialogo e a comunicarci di persona, come fa ogni altro residente, le problematiche e le difficoltà che eventualmente incontra. Sono pronto, inoltre, ad accompagnarli a fare un giro a piedi nel nostro Centro antico, per mostrare quanto il comitato ha operato e verificare di persona lo stato del luogo».

«Da quando il Comitato è stato fondato – ha ricordato ancora Vito Ioriosono state molteplici le iniziative che abbiamo portato avanti. Prima di tutto gli interventi sulla pubblica illuminazione. Su nostra richiesta, le zone buie sono scomparse e sono stati installati nuovi punti luce. Siamo venuti incontro anche alle esigenze delle persone anziane, che ci hanno esposto le loro difficoltà. Abbiamo così ottenuto che alcune scale, particolarmente insidiose, fossero dotate di passamano, in modo da realizzare dei punti di appoggio nella salita e nella discesa.

Abbiamo fatto sentire la nostra voce – conclude nel suo comunicato Iorio –  affinché il Centro Storico fosse pedonale, abbiamo avanzato proposte per progetti che riguardavano il territorio, come per il LIFE+2011. Non abbiamo dimenticato neppure gli eventi, per dare visibilità alla zona e rendere la vita più confortevole ai residenti. Durante le vacanze di Natale, ad esempio, abbiamo organizzato, in collaborazione con il parroco della Chiesa di San Francesco, Don Alfonso Raimo,  una serata, il 27 dicembre, con tombolata e karaoke in piazza Matteo Cuomo. Per i bambini ci siamo impegnati per preparare dei tornei di calcetto, come quello tenutosi lo scorso giugno, il IV Memorial Massimo D’Amato».

Eboli, 29 marzo 2012

16 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente