Battipaglia e il Bilancio: Le “magie” hanno le gambe corte

Provenza, il capogruppo PDL a Santomauro: La realtà è ben diversa!  Solo Magie e acrobazie contabili attraverso il sistema dei residui attivi aumentati a dismisura.

E’ arrivato il momento di dire la verità, gli effetti e le conseguenze di questa mala gestio: a pagare saranno nuovamente, solo ed esclusivamente i cittadini di Battipaglia…

Giuseppe Provenza

BATTIPAGLIA – “Caro Sindaco – scrive in una nota politica il Capogruppo del Popolo della Libertà Giuseppe Provenza commentando i conti del Comune di Battipaglia, ritenuti un capolavoro di “magia” del Sindaco di Battipaglia Giovanni Santomauroper far quadrare i conti e vantarti dei tuoi miracoli in tema di bilancio, in questi anni la tua Amministrazione di centro-sinistra, ha più volte riferito di aver ridotto il disavanzo. La realtà è ben diversa! Solo Magie, ovvero acrobazie contabili attraverso il sistema dei residui attivi aumentati a dismisura.

I residui attivi – spiega Provenza – sono soldi che si dovrebbero incassare ma che molto probabilmente l’amministrazione non incasserà MAI, in quanto fanno riferimento a crediti “anziani”, risalenti a circa 20-30 anni fa, ormai prescritti!!! Negli ultimi tempi e soprattutto nell’ultimo anno, il giochetto è diventato sempre più evidente e i residui attivi sono notevolmente aumentati.

Caro Sindaco, – continua Provenza – queste magie hanno le gambe corte, ti avevo avvertito, il PDL ti aveva avvertito, dovevi stare più attento, il ricorso al trucco dei residui attivi non è servito, perché il disavanzo in realtà non è ridotto, il buco c’è e si vede…

Con la disposizione introdotta col D.L. 95/2012 viene di fatto introdotto un blocco, agli enti locali viene imposto l’obbligo di iscrivere in Bilancio un “Fondo” di svalutazione crediti non inferiore al 25% dei residui attivi con anzianità superiore ai 5 anni. Allora per tutti i residui non riscuotibili con anzianità superiore a 5 anni, le amministrazioni devono prevedere di avere in cassa il 25% di tale somma (fondo di svalutazione crediti).

Nel rendiconto della gestione 2011 – fa rilevare ancora il capogruppo del PDL – I residui attivi iscritti ammontano ad € 13.574.552,22 Pertanto, si devono iscrivere nel bilancio di previsione un Fondo di svalutazion crediti per almeno € 3.393.638. Soldi che non ci sono. Il buco c’è e si vede …

Allora ecco che l’Amministrazione propone di aderire alla procedura di riequilibrio finanziario, che in realtà  sospende le procedure esecutive nei confronti del comune, ma che contestualmente congela anche i pagamenti verso i fornitori, con effetti devastanti creando non pochi problemi alle imprese, già in crisi,- in un momento economico già delicato.

E allora – si chiede e chiede Provenza – come si fa a pareggiare il bilancio, dove si possono recuperare i 3.393.638?

Con la dismissione degli immobili comunali con valutazioni fuori mercato? Altra favola, questa è ormai pura fantasia, la società veicolo potrà solo SVENDERE gli immobili

E allora caro Sindaco – conclude Maurizio Provenza – ecco che le MAGIE hanno le gambe corte, altro che sindaco dei miracoli… le uniche cose vere e reali sono le spese ingiustificabili “pazze” che continuano (vedi i circa 19.000,00 euro per le fioriere…).

E’ arrivato il momento di dire la verità, gli effetti e le conseguenze di questa mala gestio: a pagare saranno nuovamente, solo ed esclusivamente i cittadini di Battipaglia…

Battipaglia, 5 dicembre 2012

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente