Simone Aita in Missione Umanitaria ad Haiti

Simone Aita medico ebolitano senza frontiera, in missione ad Haiti nella clinica Sant Esprit dei Padri Scalabriniani.

Scopo della Missione organizzata dalla SMOM e affidata a Simone Aita é di: organizzare l’ambulatorio odontoiatrico in modo da essere adeguatamente strutturato per il trattamento delle cure conservative; e contestualmente formare un medico dentista Haitiano.

Simone Aita con bambini Haitiani

PORT-AU-PRINCE (HAITI) – Simone Aita Medico Odontoiatra ebolitano, è partito per una missione umanitaria ad Haiti. Lo scopo della missione è quello di garantire soprattutto ai bambini, cure odontoiatriche conservative.

Il dott. Aita ha raggiunto Croix-de-Bouquet, la periferia nord di Port-au-Prince, la capitale di Haiti, ospite dei padri Scalabriniani, ma presterà servizio nella Clinica Sant Esprit, è all’interno della grande Missione degli Scalabriniani.

Ma quale è stata la molla che ha fatto scattare l’interesse di Simone Aita per una Missione umanitaria? Certamente come ha detto egli stesso, raggiunto telefonicamente: “La voglia innanzitutto di prestare la mia professione, o almeno prestarla in un periodo dell’anno in un Paese che ha bisogno di cose minimali, e offrire parte del mio tempo e della mia professione per una cosa utile e soprattutto a persone che ne hanno veramente bisogno mi rende ancora più interessato di quanto non lo sia già“.

La missione ad Haiti

Quale sarà l’impegno di Aita è presto detto: All’interno della Clinica si eseguono quotidianamente visite mediche di medicina generale e pediatrica, inoltre sono presenti alcuni servizi di medicina specialistica quali odontoiatria, dermatologia, oculistica ed ortopedia nonché una palestra per la fisioterapia dedicata soprattutto per la riabilitazione delle persone con postumi causati dai traumi in seguito al terremoto del 2010 o da altre cause.

All’interno della Missione e della Clinica Sant Esprit tutte le visite mediche e le cure farmacologiche oltre che i semplici farmaci sono completamente gratuitiper la popolazione Haitiana.

Missione ad Haiti-Palestra per riabilitazione

Lo scorso aprile alcuni medici e tecnici della SMOM (Solidarietà Medico Odontoiatrica nel Mondo), un’organizzazione non profit di carattere sociale hanno installato all’interno della clinica alcune attrezzature per le cure odontoiatriche, al fine di promuovere le cure odontoiatriche conservative come la cura delle carie e l’endodonzia. Attualmente il servizio di odontoiatria viene svolto da un odontoiatra cileno ed è principalmente orientato al trattamento del dente malato mediante l’estrazione dell’elemento stesso.

Quindi la presenza ad Haiti del dott. Simone Aita ha come obbiettivo quello di di organizzare l’ambulatorio odontoiatrico in modo da essere adeguatamente strutturato per il trattamento delle cure conservative (quindi evitare di estrarre il dente qualora fosse possibile curarlo) e per formare contestualmente un dentista Haitiano, che dopo la sua partenza provvederà nella continuazione del servizio. Inoltre Aita dovrebbe prestare il servizio odontoiatrico anche presso un’altra struttura medica allestita da suor Marcella a Waf Jeremie, un altro quartiere della capitale, che momentamente ha chiuso a causa di numerosi scontri armati tra diverse bande rivali della zona seminano terrore e morte.

Simone Aita-Suor Marcella

E’ inutile sottolineare la situazione sociale del paese, lasciando immaginare come la portata degli aiuti e come la Missione stessa, sia determinante all’intero di un Paese che per la sua estrema povertà e per l’abbandono civile a cui è stata condannata, specie dopo il teremoto del 2010ha bisogno praticamente di tutto, ma ha bisgno soprattutto che gli aiuti non siano fine a se stessi e rappresentino il “focus” delle finalità di cui all’intervento specifico dello SMOM, o di altre Ornanizzazioni Onlus, capaci di avviare e formare personale tecnico e scientifico, ancorché medico per dare loro l’opportunità di risollevarsi in maniera strutturale ma dignitosa, creando le basi per trasformare un Paese in ginocchio, in una civiltà organizzata e autosufficiente, e augurarsi di non avere più bisogno di una Missione per sentirsi protetti e essere curati.

Haiti è un’isola del Mar dei caraibi, ed un’isola molto sfortunata prima perché a distanza di qualche hanno (2004 e 2010) fu colpita rispettivamente da un Uragano e da un disastrosissimo terremoto che finì di mettere in ginocchio l’Isola e questo sfortunato popolo, trà l’altro considerato il più povero dell’America. Di pari passo è stato tormentato al suo interno da instabilità politica, con disordini e scontri armati.

Missione di Haiti

L’Isola di Haiti al momento vive in uno stato di emergenza umanitaria. E per questo è in corso una missione internazionale di aiuto sotto l’egida dell’ONU, che vede la presenza di un contingente guidato dal Brasile ma in ogni caso non mancano le missioni umanitarie internazionali ed italiane soprattutto come nel caso di quella a cui il Dottor Simone Aita ha voluto offrire il suo impegno e la sua professionalità

L’Isola in ogni sua parte è rimaneggiata e sia nelle zone periferiche che al centro della capitale si presenta in una condizione di degrado e di povertà che difficilmente immaginabile se non è riscontrabile di persona. Le strade di fortuna asfaltate alla meno peggio piene di buche e sterrate; Edifici rovinati e abbandonati, ruderi, baracche e una popolazione allo stremo, è lo spettacolo che si presenta sia nella capitale, che nelle periferie e nel resto del Paese, è veramente desolante.

E’ inutile dire che il giovane ebolitano Simone Aita da questa esperienza ne esce sicuramente arricchito sia dal punto di vista professionale che umano, e per chi lo conosce c’è da giurare non finirà certo con questa esperienza.

sito web e pagina fb della SMOM (responsabili dr. Pino La Corte e dr. Marco Del Grosso):

http://www.smomonlus.org/

http://www.facebook.com/SmomOnlus?fref=ts)

Port-au-Prince (Haiti), 4 dicembre 2012

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. e bravo, nun ci pareva

  2. Ammiro uomini come questi, che uniscono i nostri fratelli in tutto il mondo. Sono davvero felice di sapere che un mio concittadino possa contribuire a dare aiuto a chi nel mondo ne ha bisogno. Un gesto da imitare per tutti !! Grazie a Simone.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente