I cellulari ai Consiglieri: Obbligo di Legge

Ancora una precisazione dall’Ufficio stampa del Comune di Battipaglia sui Telefoni Cellulari ai consiglieri.

La digitalizzazione è un obbligo di legge, allo stesso tempo garantisce riduzione di costi per il risparmio di carta e di risorse umane. Il Segretario Generale Maria Tripodi si è impegnata per la corretta applicazione della norma sulla dematerializzazione dei documenti amministrativi.

Santomauro Giovanni

BATTIPAGLIA“Ancora una volta – Si legge in una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Battipaglia – si è costretti a chiarire per delle notizie che creano inutili allarmismi tra i cittadini in merito all’assegnazione di telefoni cellulari, in dotazione ai consiglieri comunali di Battipaglia.

In primo luogo – precisa la nota ufficiale del Comune – si obietta che la determina dirigenziale n.196 è quella di approvazione della struttura organizzativa della segreteria generale che ha tra i suoi allegati anche gli obiettivi strategici del settore. In secondo luogo si ribadisce che i cellulari saranno acquisiti al patrimonio dell’ente esclusivamente per i consiglieri che dovessero esserne sprovvisti.

Maria Tripodi

Inoltre l’ufficio competente ha già provvedendo proprio nell’ottica della economicità ad interpellare i consiglieri provvisti di strumentazione idonea a servirsi dei propri apparati e la quasi totalità dei consiglieri si è resa disponibile.

Infine l’ufficio provvederà ad informare sulla reale acquisizione degli apparati.

Ricordiamo – aggiunge ancora la nota dell’Ufficio Stampa del Comune di Battipaglia – anche che per legge le pubbliche amministrazioni devono trasmettere ogni informazione in maniera digitale, per cui è un obbligo fornire ai consiglieri comunali gli strumenti idonei per la trasmissione di ogni e qualsiasi informazione.

In base al vigente codice dell’amministrazione digitale che testualmente recita: ”Lo stato, le regioni e le autonomie locali assicurano la disponibilità, la gestione , l’accesso, la trasmissione, la  conservazione e la fruibilità dell’informazione in modalità digitale e si organizzano ed agiscono a tale fine utilizzando con le modalità più appropriate le tecnologie dell’informazione e della comunicazione” entro il 2014 tutte le amministrazioni dovranno adeguarsi, infatti “L’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni interne ed esterne è un obbligo sancito dalle nuove normative. L’art.12 detta le norme generali per l’uso nelle tecnologie nell’informazione e nelle comunicazioni nell’azione  amministrativa.

Inoltre – conclude la nota stampa politica del Comune – è opportuno notare che la digitalizzazione è un obbligo di legge, ma allo stesso tempo garantisce una riduzione dei costi sia come notevole risparmio della carta che nell’impiego delle risorse umane.

Il Segretario Generale dott.ssa Maria Tripodi sin dal suo arrivo a Battipaglia si è impegnata per la corretta applicazione della nuova normativa sulla dematerializzazione dei documenti amministrativi tanto che  gli uffici comunali  già da tempo razionalizzano l’uso della carta, privilegiando esclusivamente gli strumenti informatici (protocollo informatico)”.

Battipaglia, 10 dicembre 2012

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. mentre tutto va allo sfacelo, balliamo suoniamo e cantiamo: fin che la barca và lasciala andare, tanto paga tutto pantalone, il bello e che fare l’amministratore pubblico non ci si rimette mai nulla dalla tasca, ma a volte la tasca si riempie (DI COSA) mà non si sa come sempre avviene.

  2. RITENGO CHE SIA OLTRE CHE UN PROBLEMA CONTABILE,UNA QUESTIONE ETICA,DI OPPORTUNITA’ CONGIUNTURALE….

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente