Dall’Associazione “Mariarosa Battipaglia” una riflessione sulla Città

L’Associazione “Mariarosa” denuncia lo scontento dei cittadini per alcuni provvedimenti presi dall’Amministrazione. Sotto accusa la Zona a Traffico Limitato.

“Mariarosa” di Battipaglia lancia un “sondaggio d’opinione”, e una raccolta di firme sulla Z.T.L., nei giorni di sabato 16 e domenica 17 marzo dalle 10.00 alle 13.00: rispettivamente in piazza A. Moro, e nei  pressi delle chiese dei Serroni, S.Anna, Belvedere e Taverna.

Indignados di Battipaglia con l'Asina Mariarosa

Indignados di Battipaglia con l’Asina Mariarosa

BATTIPAGLIA – Riceviamo e volentieri pubblichiamo dall‘Associazione di Promozione Sociale “Mariarosa” di Battipaglia una una riflessione ad “alta voce” e a “penna libera” sulle vicende battipagliesi e sulla Città di Battipaglia, specie rispetto ai provvedimenti dell’Amministrazione Comunale, a partire dalla ZTL (Zona a Traffico Limitato), per sottolineare come la classe politica sia lontana dalla Città e dai suoi cittadini e come molti provvedimenti siano percepiti come forzature e quindi ritenuti contrari a quello che veramente si vorrebbe.

L’Associazione “Mariarosa” seguendo quelle che sono le finalità che si è data promuove e sostiene l’iniziativa dell’Amministrazione, per la realizzazione di una sorta di sondaggio popolare con una raccolta di firme, raccogliendo quello che si presume siano le volontà vere dei battipagliesi i quali nei giorni di sabato e domenica prossima 16 e 17, dalle ore 10.00 alle 13.oo, rispettivamente in piazza A. Moro, e nei  pressi delle Chiese dei Serroni, S.Anna, Belvedere e Taverna, chiederanno la partecipazione ai cittadini i quali con un “Si” o con un “No” diranno la loro.

…………………….  …  ……………………..

Una riflessione sulla Città

Associazione “Mariarosa” Battipaglia

Ancora una volta la cosiddetta “forma mentis”, che caratterizza i politici, e cioè il non essere tanto abituati al confronto di idee con la popolazione su questioni cruciali, ha provocato non poche lamentele.

Una fonte di quest’insoddisfazione riguarda la delibera della giunta comunale n.2 del 07/01/2013, la quale prolunga il periodo della Z.T.L. fino al 24 marzo. I commercianti del centro città già avevano lamentano l’inutilità della Z.T.L. nel periodo natalizio e molti sono convinti che prolungandola, così come è stata concepita, non attenuerebbe il problema della latitanza dei clienti. Sfortunatamente ci troviamo a vivere in un periodo dove l’indotta crisi economica ed il sempre più crescente monopolio della grande distribuzione, da parte dei centri commerciali, non hanno  aiutato di certo il piccolo e medio negoziante, alle prese con una concorrenza a dir poco sleale. Nella premessa della delibera su citata, si leggono i benefici che la Z.T.L. ha prodotto durante il periodo natalizio e cioè la sicurezza sulla circolazione stradale, sull’ordine pubblico e sulla salute dei cittadini. Ma non prende in considerazione le opinioni di chi la Z.T.L., la vive quotidianamente. L’ Associazione  di Promozione Sociale Mariarosa pensa che una “zona a traffico limitato”, potrebbe produrre tantissimi benefici per i commercianti e per l’immagine della città, ma solo se organizzata e pianificata. Insomma si deve cercare di far vivere la zona interessata e creare quindi delle attrazioni, dei diversivi per le vie del centro, in modo da favorire la curiosità dei cittadini battipagliesi ed alimentare quel flusso di visitatori che vengono da paesi limitrofi.

Non sottovalutiamo il fatto di vivere in una città che è tutto “centro” e non c’è luogo che non è possibile raggiungere con una sana passeggiata. Oltre alla vivibilità, c’è anche un problema più profondo, più radicato: la disabitudine al passeggio, sopratutto dalla parte dei giovani. Dedichiamo veramente troppo poco tempo al cammino, usando le auto anche per andare al negozio a 200 metri. Questo comportamento non aiuta ne la città, ne l’ambiente, ne tanto meno i commercianti.

Il Comune, per rispondere alle critiche sostenute dai commercianti, ha deciso di lanciare un “sondaggio d’opinione”, cioè una raccolta di firme sull’istituzione della Z.T.L., evento che si svolgerà nei giorni di sabato 16 marzo dalle 10.00 alle 13.00 in piazza A. Moro, e domenica 17 marzo dalle 10.00 alle 13.00 all’esterno delle chiese dei quartieri Serroni, S.Anna, Belvedere e Taverna. Non si può che appoggiare lo strumento democratico messo in atto dall’ente: chiedere l’opinione dei cittadini è sempre un passo avanti. Ma nello stesso tempo non si può evitare di ammettere la complessità della vertenza e che forse risolvere il problema con un “SI” o “NO”, è un po’ riduttivo anche perchè, comunque andrà, non si avrà una risposta precisa alla domanda.

Un’altra osservazione sulla Z.T.L., va fatta nei confronti della qualità dell’aria riscontrata nel centro cittadino. Anche qui la “forma mentis” dei politici non permette di risolvere il problema. Come si fa a non rendersi conto che la soluzione della Z.T.L. serve solo a tamponare, e non mira a risolvere. La creazione di una zona a traffico limitato è una soluzione doverosa, ma inutile. Doverosa, perché in questo modo si abbasserebbero i livelli di polveri sottili presenti nell’aria e quindi permetterebbe di rientrare nei limiti previsti dalla legge. Inutile, perché nel lungo periodo non argina il problema dell’inquinamento sulla salute dei cittadini, né aiuta a trovare soluzioni durature.

Una soluzione vera al problema dell’inquinamento è stata messa su di un piatto d’argento al sindaco Santomauro, da parte dei ragazzi dell’A.P.S. Mariarosa di Battipaglia, i quali con tanta buona volontà e convinzione hanno creato 14 rastrelliere per biciclette da donare ai battipagliesi (delibera n. 201 del 30/07/20012) al fine di sensibilizzare l’utilizzo della bici in città con l’obiettivo di promuovere una nuova concezione del modo di spostarsi, più sano ed utile a tutti. Un ringraziamento doveroso va certamente agli sponsor (vedi sito www.apsmariarosa.org) che hanno sostenuto i costi per le materie prime delle rastrelliere,  ma vorremmo ringraziare in maniera più forte quei cittadini che seguiranno l’idea ed incentiveranno l’uso della bici, con l’obbiettivo di mandare un chiaro messaggio al sindaco: vogliamo un vero adeguamento delle strade cittadine alle biciclette!

Infine diciamo che l’incremento dei trasporti pubblici, piste ciclabili, aree verdi e disincentivi all’uso dell’auto, sono solo alcune ricette che si possono affrontare per provare “veramente” a risolvere il problema dello smog.

Battipaglia, 14 marzo 2013

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente