Inaugurazione Delegazione dei Picentini dell’Ordine del Santo Sepolcro

Sabato 13 aprile 2013, ore 17.30, Auditorium, Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano inaugurazione della “Delegazione dei Picentini” dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

LuogotenenteGiovanniNapolitanoOESSGItaliaMeridionaleCrocediGerusalemme

LuogotenenteGiovanniNapolitanoOESSGItaliaMeridionaleCrocediGerusalemme

PONTECAGNANO – Sabato 13 aprile 2013, alle ore 17.30, presso l’auditorium del Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano sarà inaugurata la “DELEGAZIONE DEI PICENTINI” dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, con competenza territoriale su dieci comuni picentini..

Per l’occasione si terrà il convegno dal tema:

L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme:
Storia – Spiritualità – Attualità.

Saluto di apertura dei lavori del

Cav. Dott. Ernesto SICA,
Sindaco del Comune di Pontecagnano Faiano

seguiranno gli interventi di:

 S.E. Cav. di Gran Croce Gen. Prof. Avv. Giovanni NAPOLITANO
Luogotenente per l’Italia Meridionale Tirrenica
dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme;

Reverendo Mons. Comm. Alfonso PUNZO,
Cerimoniere Ecclesiastico della Luogotenenza;

Comm. dott. Prof. Giovanni Battista ROSSI,
Preside della Sezione Napoli-S.Gennaro
dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Al termine si avrà la visita guidata del complesso museale ed una degustazione di prodotti tipici.

Le origini dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme risalgono al 1099, quando, con la prima crociata, venne liberata Gerusalemme. Fu allora che Goffredo di Buglione, capo dell’esercito crociato, nell’ambito dell’ordinamento dato alle istituzioni religiose, militari e civili, costituì l’Ordine.

Nel febbraio 1996, Sua Santità Giovanni Paolo II elevava la dignità dell’Ordine: oggi è un’associazione pubblica di fedeli, eretta dalla Sede Apostolica. Esso gode di personalità giuridica canonica e civile.

L’Ordine ha oggi, come suo scopo, quello di:

  • rafforzare, nei suoi membri, la pratica della vita cristiana, in assoluta fedeltà al Sommo Pontefice e secondo gli insegnamenti della Chiesa;
  • sostenere ed aiutare le opere e le istituzioni culturali, caritative e sociali della Chiesa Cattolica in Terra Santa, particolarmente sopperire le necessità del Patriarcato Latino di Gerusalemme;
  • zelare la conservazione e la propagazione della fede in quelle terre, interessandovi i cattolici di tutto il modo, uniti nella carità dal simbolo dell’Ordine;
  • assumere ogni iniziativa a sostegno della presenza cristiana in Terra Santa;
  • sostenere i diritti della Chiesa Cattolica in Terra Santa.

Entrare a far parte dell’Ordine significa assumere, per tutta la vita, l’impegno di testimonianza di fede, di pratica di vita cristiana esemplare e di impegno caritativo per il sostegno economico delle comunità cristiane in Terra Santa.

Si entra nell’Ordine per svolgere un’attività di servizio a favore della Chiesa Cattolica e di carità verso le iniziative promosse per preservare la presenza cristiana in Terra Santa.

sito web. http://www.oessg-lgimt.it/

Pontecagnano, 11 aprile 2013

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente