Incontro di Calcio Salernitana-Nocerina: Cardiello (PDL-FI) interroga Alfano

Il Senatore Cardiello del Gruppo PDL-FI ha presentato al Ministro dell’Interno Alfano una Interrogazione parlamentare sui fatti di cui all’incontro di Calcio Salernitana-Nocerina.

L’Osservatorio per le manifestazioni sportive aveva lanciato l’allarme alla Lega Pro per l’inserimento in due distinti gironi delle due squadre, i responsabili dell’ordine pubblico, hanno allertato le Istituzioni per evitare scontri tra opposte tifoserie.

salernitana-nocerina- Foto Cafaro-dal Fatto quotidiano

salernitana-nocerina- Foto Cafaro-dal Fatto quotidiano

SALERNO – Interrogazione a risposta scritta del Senatore del PDL-FI Franco Cardiello Al Ministro dell’Interno Angelino Alfano a seguito degli ormai più che noti fatti di cui all’incontro di Calcio Salernitana-Nocerina, e incondizionata solidarietà al Questore di Salerno Antonio De Iesu vittima di attacchi incresciosi e violenti da parte del Presindete della Lega Pro Macalli. Cardiello esprime anche stupore registrando cone nelle ultime ore, Istituzioni locali come il Sindaco e i consiglieri comunali di Nocera si siano schierati contro un servitore dello Stato che in Provincia di Salerno si è distinto in importanti operazioni a danno della criminalità organizzata.

In data 10 novembre 2013, – scrive il Senatore Cardiello – doveva svolgersi la partita di calcio Salernitana-Nocerina del girone B Prima Divisione Lega Pro presso lo stadio Arechi in Salerno.

Franco Cardiello-1

Franco Cardiello-1

Da sempre – fa rilevare il Senatore Cardiello – le tifoserie delle squadre in oggetto non hanno fatto mai registrare contatti amichevoli, e a tale proposito, l’Osservatorio per le manifestazioni sportive aveva lanciato l’allarme alla Lega Pro per l’inserimento in due distinti gironi delle suddette squadre, mentre i responsabili dell’ordine pubblico di Salerno, in particolar modo il Questore, hanno allertato le Istituzioni per evitare scontri tra opposte tifoserie. – per questo incontro di calcio – Sono stati mobilitati 150 poliziotti in tenuta antisommossa per tutelare l’ordine pubblico e per questo motivo, fortunatamente, non si sono verificati incidenti di alcun genere.

Il derby campano – fa rilevare il Senatore Cardiello – è stato oggetto di una inverosimile vicenda: la Nocerina Calcio ha effettuato le tre sostituzioni consentite dal regolamento nei primi 50’ di gioco e entro ventuno minuti ha chiuso il match con sei giocatori in campo a causa di dubbi infortuni avvenuti nel corso della gara, e a tale proposito l’arbitro ha decretato la fine della partita ed ha redatto un oggettivo verbale.

Poiché il Senatore Cardiello e non solo Ritiene che il fatto esposto è di una estrema gravità, tant’è che la notizia ha fatto il giro del mondo a causa del comportamento delinquenziale tenuto dalla tifoseria nocerina, con colpe da accertare anche da parte della squadra di calcio, il Sen Franco Cardiello rivolgendosi al Ministro dell’Interno Angelino Alfano chiede quali iniziative nello specifico intende intraprendere nei confronti della tifoseria nocerina e se nella fattispecie, vi siano state infiltrazioni camorristiche tali da determinare minacce nei confronti dei calciatori della squadra Nocerina Calcio.

Salerno, 13 novembre 2013

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Vi è la locuzione latina,di un antico brocardo romano giurisprudenziale,:”accessorium sequitur principale” che esprime un principio di diritto civile in virtù del quale la cosa accessoria,e meno importante, viene dopo la sorte del bene principale.
    Ordunque,non sarebbe acconcio ad un esponente politico di alto livello,assiso al seggio Senatorio a Palazzo Madama,di occuparsi in primis dei problemi cogenti,inerenti lavoro,ordine pubblico,and the last but not the least,l’ambiente,che affliggono le comunità da cui percepisce i consensi?
    Non penso di essere irriverente,pongo con buona creanza quel che considero,e penso anche tanti altri cittadini come me,un problema di opportunità!
    Tante belle cose.

  2. Il calcio è lo specchio severo della nostra società,e mi riferisco in modo particolare a quella meridionale,dove le frustrazioni e il background malavitoso,lo si scarica negli incontri pallonari!
    Una proposta basta togliere loro,ai responsabili la cittadinanza Italiana ed espellerli dalla nazione,all’opposto, dare la cittadinanza Italiana ad un eguale numero di immigrati extracomunitari,civili e preparati. Ci liberiamo dei buoni a nulla e acquistiamo persone buone a qualcosa.
    N.B.
    IL Sen. di cui sopra pone un problema di credibilità con la sua interrogazione al Min.Interni,spero non per una ripicca politica viste le divisioni,anche se sarebbe opportuno interrogarlo anche per altre questioni inerenti il territorio!

  3. SIAMO SU UN PROSCENIO “WORLDWIDE”,DOVE IL MONDO E’ IN CASA DI TUTTI
    Bella immagine, facciamo ridere il globo e indignarlo al tempo stesso,oltre al bunga bunga,la corruzione gli scioperi selvaggi,la litigiosità politica fuori controllo,,non bastavano la criminalità organizzata,pure in ostaggio degli ultrà dell’agro..siamo al primo medio evo

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente