L’Assemblea CISL a Squillante: La Rete Ospedaliera va organizzata non repressa

La rete ospedaliera va riorganizzata come va riorganizzato il servizio assistenziale sul territorio e l’emergenza ma tenendo conto dei reali bisogni dei cittadini.

L’Assemblea sui problemi della Sanità che si è tenuta a Battipaglia ha elaborato un documento di pieno dissenso rispetto a procedure e modalità di riordino, che non tengono conto del fabbisogno e non garantiscono i livelli minimi di assistenza.

Battipaglia Assemblea CISL-Raffaele Gaeta.

Battipaglia Assemblea CISL-Raffaele Gaeta.

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – “Dispiace dover constatare che il manager Antonio Squillante risponde col non dire nulla ovvero col “NIENTE” rispetto ai rilievi mossi da parte della CISL FP, ma a ben vedere da tutti i portatori di interesse del territorio del comprensorio della valle del Sele – afferma Pietro Antonacchio Segretario Generale della CISL FP di Salerno – In primis appare evidente che nelle more di una approvazione dell’Atto Aziendale, logica vorrebbe che si attenda un avallo favorevole prima di approntare ogni qualsiasi riorganizzazione, che appare peregrina in quanto notevole è il rischio di una bocciatura del progetto poiché non è conforme ad una razionalizzazione che tenga in debito conto dei reali bisogni dei cittadini del territorio.

L’Assemblea dei lavoratori, delle forze politiche e dei rappresentanti dell’associazionismo tenutasi a Battipaglia in data odierna ha elaborato un documento che manifesta il pieno dissenso sulle procedure e le modalità di riordino, che non tengono conto del fabbisogno assistenziale e dell’elaborazione di una ipotesi di organico funzionale a garantire i livelli di assistenza. Chiediamo con forza l’apertura di un serrato confronto su tali aspetti, in quanto corre l’obbligo di riparametrare e non rapportando i posti letto e il personale attualmente in servizio presso ogni analogo servizio. Vi è sempre un povero più povero del povero.

Battipaglia Assemblea CISL-Cecilia Francese.

Battipaglia Assemblea CISL-Cecilia Francese.

Questo metodo è scellerato, come è altrettanto scellerato banalizzare un aspetto essenziale della programmazione dei servizi sanitari riducendo gli organici, demansionando il personale e dequalificando l’assistenza. Di tutto quanto Squillante sarà responsabile, poiché come spesso accade qualsiasi allenatore, anche il più bravo, se ha una squadra di brocchi difficilmente raggiungerà il risultato sperato.

Non si possono paragonare strutture diverse, che si diversificano a partire dall’allocazione degli ascensori alla distribuzione del vitto, dal conteggio delle lenzuola alle modalità operative senza un approfondito confronto su modalità organizzative e qualità assistenziale. Il documento elaborato dall’Assemblea pone in evidenza tre aspetti essenziali. Revoca del Commissariamento delle strutture di Battipaglia, Eboli, Roccadaspide e Oliveto Citra poiché la programmazione si attua con un dirigente responsabile e non con un commissario, anche alla luce che è una figura non prevista ne prevedibile in autonomia.

Apertura di un tavolo istituzionale allargato a tutti i portatori di interesse per favorire condivisione, informazione e capillare descrizione degli obiettivi da perseguire e da raggiungere. Aprire un confronto con le organizzazioni per definire fabbisogno assistenziale e dotazioni organiche per garantire qualità e quantità e definire percorsi di adeguamento che favoriscano assunzioni e possano aiutare a definire il fabbisogno di personale nel triennio, per rendere possibile la elaborazione di strategie a tutto campo per raggiungere i risultati condivisi.

Il documento è stato firmato dai rappresentanti politici e sindacali che hanno partecipato all’Assemblea: Ciotti Pierino, Mastrovito Giannantonio Coordinatore di Zona della CISL, Melchionda Martino, Francese Cecilia, Rosania, Gerardo, Cicia Cosimo, Ugo Tozzi, Annunziata Sergio Presidente della Conferenza dei Sindaci e ovviamente dalla CISL FP provinciale in uno a tutti i suoi delegati della rappresentanza sindacale aziendale e unitaria.

Battipaglia-Assemblea-CISL-Pietro-Ciotti.

Battipaglia-Assemblea-CISL-Pietro-Ciotti.

Valutata positivamente la proposta di costituire un comitato del comprensorio della Valle del Sele a difesa del diritto alla salute del territorio che a partire dalla centralità della comunità di riferimento verifichi i bisogni ed elabori ipotesi di razionalizzazione e riorganizzazione della sanità che dia dignità ai cittadini, agli operatori ed utenti tutti. Appare evidente che come veniva richiamato deve esserci un atto di modifica dei dettami del decreto 82 e del decreto 49. Sono atti assurdi atteso che tra i rilievi mossi dal governo, l’atto propedeutico, il cosiddetto piano sanitario ospedaliero è stato emendato su alcuni aspetti essenziali: relativamente alla rete ospedaliera è necessario procedere alla ridefinizione della rete ospedaliera pubblica e privata per acuti e post-acuti, con individuazione analitica del numero dei posti letto suddivisi per struttura, disciplina, Day Hospital e ordinari, unità operative.

Battipaglia Assemblea CISL-Fernando Zara.j

Battipaglia Assemblea CISL-Fernando Zara.j

•    In merito alla rete dell’emergenza-urgenza occorre definire il numero delle postazioni totali regionali di soccorso avanzato territoriale e la loro distribuzione nei relativi bacini di utenza. Inoltre la struttura commissariale deve fornire un quadro di sintesi di Hub e Spoke, pronto soccorso, Postazione Primo Intervento e postazioni 118 attualmente in attività e un quadro della rete così come programmata nel Piano Ospedaliero. In merito all’erogazione dei LEA si evidenzia un decremento dell’ospedalizzazione totale e del ricorso a ricoveri ad alto rischio di inappropriatezza, se erogati in modalità ordinaria, che tuttavia presentano ancora un ampio margine di riduzione. Sia il tasso di ospedalizzazione della popolazione ultrasettantacinquenne sia il valore della degenza media pre-operatoria, pur mostrando segnali di lieve decremento nel tempo, si mantengono al di sopra del valore medio nazionale. La dotazione di posti letto per la riabilitazione e la lungodegenza post-acuzie risulta pari a circa 0,3 posti letto per 1.000 abitanti residenti al 1 gennaio 2013, valore che è inferiore sia a quello nazionale (0,7) che a quello ritenuto adeguato dal Comitato LEA (0,35). Per quanto riguarda l’erogazione di assistenza territoriale, si evidenzia una quota di anziani assistiti a domicilio ancora inferiore all’atteso.

Battipaglia-Assemblea-CISL

Battipaglia-Assemblea-CISL

Gli indicatori segnalano inoltre una dotazione insufficiente di posti letto sia presso strutture tipo hospice che presso strutture residenziali che erogano assistenza psichiatrica o destinate alla popolazione anziana non autosufficiente. Si rilevano criticità nell’erogazione di servizi afferenti l’area della prevenzione soprattutto oncologica.

“Se si parte da questi rilievi – conclude Antonacchio appare evidente che da una rielaborazione del piano ospedaliero regionale si deve partire per una sua implementazione sul territorio. In assenza e nel continuare nel persistere in una pedissequa rimodulazione su atti emendati e pertanto allo stato bocciati, allora vuol dire che altre sono le finalità e bisogna prendere atto che il comprensorio della Valle del Sele è stato svenduto”.

………………………  …  ……………………….

Documento Assemblea Ospedale di Battipaglia del 19/03/2014

All’Assemblea del giorno 19 marzo 2014, tenutasi all’ospedale di Battipaglia, tutti i sottofirmatari ritengono di sottoporre all’attenzione il disagio degli operatori, cittadini ed utenti del Comprensorio della Piana del Sele a seguito dei processi di riorganizzazione della rete ospedaliera relativa al territorio.

Ribadiscono che il riordino della rete ospedaliera e del territorio non può essere distaccata dai processi di riorganizzazione della rete dell’emergenza-urgenza, della rete del territorio.

Chiedono pertanto:

1) La revoca del commissariamento attuale degli ospedali di Battipaglia, Eboli, Roccadaspide e Oliveto Citra;
2) L’ apertura di un tavolo istituzionale con tutti i portatori di interessi diffusi ( politici del territorio, sindacati, tribunale del diritto dei malati e associazionismo degli utenti) per la definizione del fabbisogno assistenziale;
3) L’apertura di un serio confronto per la definizione delle procedure e delle modalità per razionalizzare e per programmare una filiera dei servizi socio sanitari del territorio a partire dalla rete dell’emergenza-urgenza con al centro un ospedale qualificato e arricchito di competenze e di specificità.

L.C.F.

Segretario Provinciale CISL FP Pietro Antonacchio
Coordinatore di Zona CISL Mastrovito Giannantonio
Delegati RSU/RSA CISL FP
Presidente Conferenza dei Sindaci Sergio Annunziata
Presidente Consiglio Provinciale – Consigliere Regionale Componente Va Commissione  Fernando Zara
Sindaco di Eboli Martino Melchionda
Rosania Gerardo, Ciotti Pierino, Ugo Tozzi, Cicia Cosimo, Francese Cecilia
Lavoratori PP.OO. Eboli, Oliveto Citra, Roccadaspide e Battipaglia
Cittadinanza Comprensorio Valle del Sele

Battipaglia, 21 marzo 2014

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Ma chi sono questo soggetti che firmano…questi rappresentano se stessi e i loro affari. ZARA presidente della provincia, consigliere Regionale, con gli stessi voti clientelari li usa a sua piacimento. Gente inquisita che vuole dettare le regole.

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente