Caserta: Ruolo primario per l’Associazione Gera a “Terra buona e di eccellenze”

L’associazione Gera presente a Caserta nell’ambito dell’appuntamento “Terra buone e di eccellenze”.

Il presidente Giuseppe Palo: “I fondi europei vanno utilizzati e vanno realizzate misure rispondenti alle vere esigenze degli agricoltori”.

.

.

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

PONTECAGNANO FAIANO – L’associazione Gera, è stata ancora una volta presente all’ultimo incontro che si è tenuto presso un noto hotel di Caserta, coinvolta nella profonda discussione sulle nuove opportunità per la filiera produttiva campana e il bisogno di crescita del settore primario. Nell’ambito di “Terra buona e di eccellenze” e della convention regionale per il nuovo sistema agroalimentare campano, alla presenza del ministro dell’agricoltura Maurizio Martina, era presente una piccola delegazione della giovane associazione picentina, con il presidente Giuseppe Palo, la segretaria Teresa Attanasio ed altri membri del nucleo associativo.

Durante l’incontro, il presidente Palo, ha tracciato un bilancio di queste giornate dedicate all’agricoltura e parlato dei prossimi appuntamenti di Gera. “Gera – ha dichiarato il presidente Palo – sarà sempre presente ad ogni evento riguardante il nostro settore primario, perché dal primo momento abbiamo puntato su un settore, che riteniamo essere ancora la vera locomotiva che consentirà al sistema Italia di ripartire”.

Giuseppe Palo

Giuseppe Palo

Nel convegno, gli illustri relatori, tra cui, anche il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, sono stati toccati diversi “nervi scoperti” riguardanti l’interesse e i piani concreti attuati o meno dalla Regione Campania nel settore agricolo, a tal proposito Palo ha aggiunto: “Ritengo che la Campania abbia grandi potenzialità, troppo spesso inespresse, basti pensare infatti ai tanti prodotti tipici che tutto il mondo ci invidia, però concordo sul fatto che ci siano ancora molte zone d’ombra  e gravi gap, soprattutto in tema di esportazione all’estero e sui fondi europei che non vengono utilizzati a dovere e spesso siamo costretti a pagare pesanti multe, in quanto non capaci di utilizzarli. Servono soluzioni che siano in grado di rilanciare l’agricoltura, tenendo conto delle vere esigenze e in funzione delle attività messe in essere dagli addetti ai lavori.

All’incontro erano presenti anche diversi giovani agricoltori di Caserta e della provincia di Napoli, che in questo momento, non stanno vivendo, causa il problema della “Terra dei Fuochi”, un periodo prospero. “Sicuramente non è un momento facile per questa parte della Campania, tuttavia i giovani continuano ad avvicinarsi al settore primario. Basti pensare al boom di iscrizioni presso gli istituti agrari che ha superato il 40%, ad esempio anche in provincia di Salerno, ci sono strutture molto importanti in grado di dare un futuro alle speranze di tanti giovani nell’agricoltura, poi non dimentichiamo il micro-credito che aiuta a realizzare nuovi progetti imprenditoriali.

Sui prossimi eventi organizzati da Gera, il presidente Palo conclude: “Il più importante evento che realizzeremo a Pontecagnano Faiano, sarà il prossimo 14 giugno, in quanto sarà un appuntamento nazionale in presenza del Mipaaf. Per le imminenti novità a giorni stileremo anche un programma definitivo.

Pontecagnano Faiano, 13 aprile 2015

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Però utile alla vere esigenze degli agricoltori.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente