Pontecagnano e gli impianti sportivi: Il PD chiede un Consiglio monotematico

Il Gruppo consiliare del PD di Pontecagnano chiede la convocazione di un Consiglio comunale urgente sugli impianti sportivi.

Richiesta di Fiore, Fusco, Lanzara, Ligurso, Sica, di convocazione di un Consiglio Comunale ad horas sulle problematiche, sulla gestione e l’uso degli impianti sportivi comunali e delle palestre scolastiche.

Giuseppe Lanzara-Nunzia Fiore- Francesco FuscoGerarda Sica-Giovanni Ligurso--gruppo-consiliare-pd-pontecagnano

Giuseppe Lanzara-Nunzia Fiore- Francesco Fusco-Gerarda Sica-Giovanni Ligurso–gruppo-consiliare-pd-pontecagnano

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

PONTECAGNANO FAIANO – Il Gruppo consiliare del Partito Democratico di Pontecagnano Faiano chiede al Presidente del Consiglio Comunale Alfonso Gallo, e p.c. All’Assessore allo sport Francesco Pastore, ai Capigruppo Consiliari del Comune di Pontecagnano Faiano, la convocazione di un Consiglio comunale urgente.

Richiesta di convocazione di un Consiglio Comunale ad horas del PD per discutere sulle problematiche per la gestione e l’uso degli impianti sportivi comunali e delle palestre scolastiche.

Il gruppo consiliare del Partito Democratico considera vergognosa l’attività di forte pressione che questa Amministrazione sta esercitando nei confronti delle associazioni sportive che operano sul nostro territorio. A queste ultime si chiede il rigido rispetto delle regole, di rientrare da posizioni debitorie decennali, di firmare documenti di impegno e di responsabilità perché, in mancanza, viene negata l‘attività sportiva a ragazzi e atleti.

Tutto questo è assurdo, soprattutto, in un contesto come il nostro, dove da anni governa l’approssimazione, dov’è quella stessa politica e quegli stessi funzionari sono i primi responsabili del mancato pagamento e di una situazione generalizzata di mancati introiti. Infatti, ci viene da chiedere: ma se la quasi totalità delle associazioni sportive hanno posizioni debitorie con l’Amministrazione comunale, non sarà mica colpa di quest’ultima? È possibile che ci siano state delle situazioni di connivenza? È possibile che, ad oggi, l’Amministrazione non sia riuscita mai a definire queste posizioni? In tutto ciò non si intravede una responsabilità politica e amministrativa? Oppure queste associazioni che non fanno altro che praticare sport, devono essere, oggi, messe alla gogna?

Queste domande vengono poste dal gruppo del Pd che non ha mai gestito il potere e che, chiede espressamente, che questa maggioranza si assuma la responsabilità di riconoscere gli errori commessi in passato e, soprattutto, che eviti di evocarli nuovamente.

I consiglieri comunali del Gruppo PD chiedono al Presidente del Consiglio Comunale di convocare, ad horas, un Consiglio comunale monotematico sulla problematica in oggetto al fine di discutere:

  1. Della possibilità di trovare una soluzione definitiva anche valutando l’ipotesi di una transazione con le società e associazioni sportive che le metta nella condizione di pagare DAVVERO;
  2. Della proposta di allungamento dei termini di dilazione e dell’annullamento del comma 11 art. 19 come richiesto dal gruppo dei Moderati;
  3. Verificare il pieno rispetto del regolamento comunale per la gestione ed uso degli impianti sportivi comunali e palestre scolastiche soprattutto riguardo all’ art. 9 (nel quale si chiede, ad esempio, di volturare le utenze), agli art.li 14, 15, e 17. Con riguardo all’art. 15 sará necessario verificare l’attento rispetto dei commi 1 e 3 con richiesta di esibire la documentazione relativa ad autorizzazioni eventualmente concesse da parte del Responsabile del Servizio Sport così come previsto dal Regolamento;
  4. Verificare l’attività sin’ora svolta dagli uffici competenti sia in riferimento alle associazioni che hanno riconosciuto il debito sia in riferimento a quelle che, invece, intendono agire diversamente e che non hanno, ad oggi, trovato ancora un accordo con l’Ente. In riferimento a queste ultime sarà importante sapere se, fino ad oggi, é stata data la possibilità di poter svolgere l’attività sportiva in strutture di proprietà dell’Ente.

Per le motivazioni appena esposte chiediamo, inoltre, che tutte le attività amministrative, le richieste e gli obblighi posti dall’ufficio a carico delle associazioni sportive vengano SOSPESE e RIMANDATE a quanto sarà deliberato nel prossimo Consiglio Comunale.

Pontecagnano Faiano, 3 ottobre 2015

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente