Castanicoltura: Preoccupazione dalla CIA Salerno

Castagne: Per la CIA Salerno è un valore economico oltre che paesaggistico da sostenere.

La CIA esprime preoccupazione per la Castanicoltura Salernitana, e attiva lo sportello per la presentazione delle domande di indennizzo per il riconoscimento dell’avversità per all’attacco parassitario da Cinipide del Castagno.

cinipide galligeno del castagno

cinipide galligeno del castagno

da (POLITICAdeMENTE) il Blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Negli ultimi anni il drastico calo di produzione castanicola, causata dal cinipide galligeno (Dryocosmus Kuriphilus), ha provocato gravi danni alla vegetazione e alla fruttificazione delle piante. Inestimabili i danni economici ed ambientali al patrimonio arboreo, che impiegherà anni per ricostituirsi.

Quest’anno i primi segnali di ripresa della produzione, ma non bisogna farsi prendere da un facile entusiasmo perché i problemi perdurano, – sostiene il presidente Cia Salerno Carmine Pecoraro – il cinipide galligeno del castagno non è debellato e le imprese agricole continuano a perdere profitti  a causa della scarsa produzione.

Carmine-Pecoraro-Presidente-CIA

Carmine-Pecoraro-Presidente-CIA

Gli effetti positivi di questa ultima annata – continua Pecoraro – non sono dovuti esclusivamente al sistema di lotta biologica, attuata tramite il lancio di insetti antagonisti (Torymus Sinensis), ma anche agli effetti di una stagione climatica particolarmente favorevole.

Allarme sulla crisi della castanicoltura viene lanciato anche dalle aziende agricole associate Cia, che denunciano l’aumento delle importazioni provenienti dalla Spagna, dal Portogallo e dalla Turchia. Le importazioni sono infatti triplicate negli ultimi due anni causando un calo dei prezzi  alla produzione locale e, soprattutto, la  mancanza di tracciabilità delle castagne importate.

La CIA di Salerno, al fine di sostenere il settore, si impegna a costituire un tavolo di lavoro composto da tecnici, da produttori e da rappresentanti dei Comuni castanicoli della Provincia, attivando tutti gli strumenti che possano garantire lo sviluppo del comparto e la tracciabilità del prodotto, sfruttando anche l’ imminente apertura del PSR 2014-2020.

Presso gli uffici della CIA di Salerno è attivo uno sportello per la presentazione delle domande di indennizzo per il riconoscimento dell’avversità dovuta all’attacco parassitario da Cinipide del Castagno (Drycosmus kuriphilus).

Salerno, 20 gennaio 2016

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente